Sit-in al MEF- Comunicato Cinecittà Bene Comune




La Rete Territoriale Cinecittà Bene Comune ha manifestato questo pomeriggio sotto la sede del MEF (Ministero Economia e Finanza) per difendere i fondi destinati alle periferie che il Governo vorrebbe trasferire in parte nella voce di spesa per gli armamenti militari. Sotto il Ministero la Rete Territoriale Cinecittà Bene Comune ha richiesto a gran voce che i fondi a disposizione vengano utilizzati per il quadrante est della periferia di Roma, in particolare iniziando con la riqualificazione del parco di Centocelle, da anni in stato di incuria e colpito proprio in questi giorni da numerosi incendi, la dove la legge di bilancio prevede un trasferimento di circa 2,6 miliardi di euro per il potenziamento della caserma  dell'aeronautica Francesco Baracca sita proprio all'interno del parco. 

E' quanto prevede il comma 140 della legge di bilancio 2017 in discussione in questi giorni in commissione alla Camera e al Senato, precisamente il 13 e 14 Luglio prossimi.
Pertanto la Rete Cinecittà Bene Comune chiede alla Commissione congiunta di fermare questo taglio alla spese destinate alle periferie e di invertire la tendenza espressa dal Governo di aumentare le spese militari. 

In particolare la Rete Cinecittà Bene Comune chiede:

-Un tavolo multilivelli con la partecipazione attiva del Comune di Roma e dei Municipi per decidere un piano serio per rilanciare la città attraverso questi fondi;

-La bonifica e l'apertura del Parco Archeologico di Centocelle, lo spostamento degli autodemolitori inserito nel sistema ecologico di smaltimento delle auto e l'annessione al Parco del pratone di Torre Spaccata (60 ettari);

-La realizzazione della tramvia lungo via Palmiro Togliatti (Saxa Rubra-Laurentina) per una mobilità sostenibile e pubblica e il collegamento dell'Università di Tor Vergata con la linea metro;

-Il potenziamento del Policlinico Tor Vergata con l'ampliamento del pronto soccorso che attualmente opera sotto gli standard previsti dalla legge;

-Il completamento della Vela di Calatrava per attività legate alla ricerca e allo sport per tutti;

-Il recupero dell'ex deposito Atac di Piazza Ragusa per realizzare una stazione dell'eco-mobilità e spazi per la socialità e la cultura;

-L'apertura dell'edificio di Arco di Travertino, realizzato e mai entrato in funzione, per accogliere attività socio-sanitarie e realizzare la Casa della Salute;

BASTA FONDI AGLI ARMAMENTI E AGLI INTERVENTI MILITARI!

RIQUALIFICHIAMO LE PERIFERIE SENZA SE E SENZA MA!

Per maggiori informazioni: Alessandro Luparelli 333 25 81 135

Commenti