5 GIOVANI DI MONTECORVINO ROVELLA ORGANIZZANO dal 14 al 16 settembre UN FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA CHE RICHIAMERA' PUBBLICO DI CINEASTI PER SCOPRIRE NON SOLO CINEMA INTERNAZIONALE MA ANCHE UNA REALTA' DAL FASCINO FIABESCO


Un gruppo di giovani che erano impegnati a caccia di interviste e foto erano presenti all' #AIFFArianoInternationalFilmFestival. I più attivi Antonio sempre al PC, Luca  pronto con macchina fotografica assai molto moderna che per fermare l'attimo o cogliere voce e immagini dei personaggi e quindi portava un aggeggio che oramai ha annullato le vecchie macchine fotografiche, decine di pellicole sparite dal mercato, non perdeva un ospite da inquadrare e intervistare. Poi anche la presenza di Vincenzo che io lo consideravo un esimio collega come molti altri che si sono alternati dal primo al' ultimo giorno. Sono stati giorni impegnativi e solo alla fine ho anche compreso che la loro passione era anche per acquisire esperienze anche per la loro seconda edizione del loro festival internazionale. Io abituato, quando posso, rincorro ospiti, artisti e organizzatori mi sono, ahimè, lasciato sfuggire la mia tablet intervista. Ciò che mi ha affascinato ed emozionato, è stato vedere ed imparare da giovani poco più che 18enni, che esprimono interessi ed emozioni creando nuovi eventi per rilanciare l'immagine di realtà popolari regalando una promozione per il Loro piccolo Paese dove prevale una cultura affascinante come solo le realtà rurali sanno esprimere. Le loro giornate fatte di fatiche e raccolti in un rito quotidiano meraviglioso. Non posso quindi esimermi nel non chiedere come nasce la scelta di questa loro fatica che forse per il paese si presenta come un mostro ma, che dimostra che i giovani anziché diventare migranti vogliono garantirsi in futuro nel loro territorio, per quell' amore chiamato casa. Io credo che sarà un ulteriore successo in continua crescita offrendo un valore aggiunto al territorio del comune e dei Paesi limitrofi. Sicuramente andremo a scoprire luoghi, profumi, culture, arte e sapori della terra locale dove ogni piatto parla del lavoro e dei prodotti coltivati dai genitori e nonni che ogni giorno sanno offrire con lo stesso calore umano che essi raccolgono con l'aiuto della natura.

Intervista di Enzo Fasoli in esclusiva per Agenzia Stampa Aspapress

Ci siamo conosciuti ad Ariano Irpino in occasione di Ariano International Film Festival dove, tra una battuta e il proseguo delle vive giornate irpine, ho avuto modo di scoprire molto di voi e di seguirvi per le mie tablet interviste, ma voi chi siete e che fate?
"L'ACT Production è una giovane associazione di produzione cinematografica indipendente, con sede a Montecorvino Rovella, in Provincia di Salerno. Ci occupiamo, nello specifico, sia di produzione (cortometraggi, documentari e spot pubblicitari), che di organizzazione di eventi cinematografici."

Prima di rispondere al vostro Festival vorrei un giudizio, una critica, una opinione sull'Ariano International Film Festival, come lo avete conosciuto e sapere se i vostri rapporti professionali sono nati già dalle prime edizioni.
 "Per noi è stato il primo anno nel quale ci siamo completamente immersi nel contesto arianese. Abbiamo avuto il piacere e l'onore di conoscere la direzione artistica dell'AIFF – Annarita Cocca e Daniele Langella – grazie all'intermediazione di Vincenzo Giannone, uno dei direttori artistici del nostro evento, proprio nel corso della prima edizione del Picentia Short Film Festival. Da lì è nata una fruttuosa collaborazione professionale tra le direzione artistiche dei due festival, che va avanti ancora oggi. Ci hanno lasciato stupefatti, di Ariano Irpino, della sua gente e del suo Festival, l'accoglienza e il calore nei nostri confronti. Abbiamo avuto l'onore di conoscere, di confrontarci e fare amicizia tutte le grandi persone che hanno reso possibile l'ottimale svolgersi del Festival. Siamo sicuri che potremo crescere sempre di più insieme. Contiamo di ritornare presto."

Ma veniamo a Voi! Siete giovanissimi, come è nata l'idea di organizzare un vostro Festival del vostro Paese?
"L'idea è frutto di una serie di frequentazione dei maggiori festival cinematografici italiani a cui abbiamo partecipato. Abbiamo preso il meglio di ciascuno di loro e lo abbiamo riadattato al nostro contesto di appartenenza."

Un punto sulla scorsa edizione, quanto tempo avete impiegato per organizzare la prima edizione? Come sono state le prime emozioni, l'attesa del debutto, le prime iscrizioni e selezioni dei corti.
"La scorsa edizione si è svolta in una sorta di 'anonimato comunicativo', che però ha visto coinvolti numerosi partecipanti. E' stato un debutto che ci ha visti estremamente entusiasti ed emozionati. Le selezioni non sono mai facili, specialmente in ambito cinematografico. Alla prima edizione non ci aspettavamo una tale mole di corti iscritti da tutto il mondo e altamente validi a livello qualitativo."

Mi raccontate in breve del vostro Paese MONTERCORVINO ROVELLA e come è stato accolto il vostro festival, e perché una rassegna di cinema in concorso dando un valere internazionale?
"Il Festival non ha avuto una buona accoglienza nel nostro paese. Sapevamo, però, di incontrare queste iniziali difficoltà, ma abbiamo accettato la sfida di importare un evento cinematografico di nicchia, in un contesto mentalmente chiuso, dove la cinematografia non ha mai modo di essere espressa. L'internazionalità del Picentia permette di interfacciarci con realtà diverse, siano esse vicine o lontane, portandole a conoscere il nostro territorio e le sue potenzialità, in gran parte inespresse."

Eccoci alla II edizione del PICENTIA SHORT FILM FESTIVAL. Quali sono le novità e le collaborazioni private, associative e istituzionali di quest'anno?
"La novità principale sta nei tre generi che caratterizzano le tre giornate del Festival – Horror, Drama&Social, Comedy, che concedono al pubblico una varietà di generi. Il PSFF, quest'anno, ha avuto il patrocinio della Film Commission Regione Campania, AIFF - Ariano International Film Festival, Hitch2 Production s.a.s. (Benevento), Giffoni Film Festival – Giffoni Experience, Fondazione Giffoni, Festival 'Corto e a Capo' di Venticano (Avellino), ToHorror Film Festival (Torino), Terminillo Film Festival (Rieti), Teatro Novanta Salerno - Theatre Academy, Accademia dello Spettacolo e del Musical di Baronissi, Tulipani di Seta Nera (Roma). Le importanti collaborazioni internazionali sono con il World Film Fair di New York e il Jaipur International Film Festival. Patrocini da parte delle istituzioni pubbliche sono quelli della Regione Campania - Assessorato al Turismo, EPT - Ente Provinciale del Turismo di Salerno e dei comuni di Montecorvino Rovella, Giffoni Valle Piana, Giffoni Sei Casali, Bellizzi e Battipaglia."

Quante sono state le iscrizioni e come avete scelto i finalisti?
"Ci sono giunte 120 iscrizioni da 37 paesi diversi, toccando ben cinque continenti. Il metro di valutazione è puramente tecnico: coloro che hanno rispettato in pieno il bando e il genere di appartenenza sono stati accuratamente visionati e valutati. Solo i migliori sono passati in finale."

Come pensate che venga accolta dal pubblico la vostra seconda edizione, dal 14 al 16 settembre. prevedete anche una presenza di pubblico e a quale pubblico si propone PICENTIA SHORT FILM FESTIVAL.
"Questa seconda edizione vedrà una presenza, limitata agli spazi che abbiamo, molto consistente. In molti non vedono l'ora di assistere alle proiezioni dei cortometraggi finalisti. Abbiamo notato un entusiasmo generale non indifferente. Il pubblico a cui il Festival si affaccia è un pubblico di esperti, appassionati e amanti del cinema e dei relativi generi affrontati."

Da dove nasce il nome della vostra manifestazione?
 "Il nome nasce dall'idea di appartenere ad un contesto territoriale più grande di quello circoscritto dall'ambito comunale di Montecorvino."

Come e da chi è composta la vostra squadra?
 "Alla base del Festival vi è un gruppo eccezionale di amici e colleghi, determinati tutti insieme a fare del cinema, della cultura e dei giovani i capisaldi del futuro. La fascia d'età va dai 18 ai 27 anni. La direzione artistica di quest'anno, nello specifico, è formata da Antonio Palo, Vincenzo Giannone, Erica De Lisio, Luca Capacchione e Antonio Moscatiello."

Sono attesi ospiti, chi avete invitato?
"Non ci saranno grandi nomi di richiamo per il pubblico, ma sarà invece presente una corposa rappresentanza delle principali figure che operano nel mondo cinematografico campano, come, ad esempio, i direttori artistici dei principali festival cinematografici della regione. Abbiamo scelto di investire sulle competenze e sulle professionalità dei giovani membri dello staff e dei vari giurati."

Ma basta parlare di cinema e di emozioni. Parliamo di vere emozioni: se vengo a Montecorvino Rovella cosa trovo sulla tavola e nei piatti di casa? E poi, per smaltire, dove posso fare una passeggiata?
"Nei luoghi del Picentia Short Film Festival molte specialità gastronomiche, in particolar modo la rinomata braciola e il famoso Spumone di Pasqualino Lamberti, la prima risalente al XIV secolo, il secondo ideazione montecorvinese del 1949, il tutto accompagnato da un ottimo vino picentino. Dopo aver mangiato, il nostro consiglio è quello di visitare i centri storici e i monumenti che caratterizzano Montecorvino Rovella, per poi rilassarsi sull'alberato Viale dei Cappuccini."

Allora ragazzi buon lavoro e fateci vivere emozioni perché a Montecorvino Rovella voglio arrivare dal 14 al 16 settembre, con una valigia vuota per  ritornarmene con una piena di ricordi.

SOSTENETE L'Associazione Stampa Periodici Associati ASPAPRESS 
l' Agenzia Stampa diretta da Enzo Fasoli, dal 8 marzo 1991,
gli articoli pubblicati sono frutto di un lavoro quotidiano di selezione e pubblicazione gratuita.  WWW.ASPAPRESS.IT – CRONACHEDEL2000.IT – ROMAGNASERA.IT  - ENZOFASOLI.COM- LEMUSEINSCENA-IT – TEATRODELLEMOZIONI.IT DIRETTORE: ENZO FASOLI
SUI  SOCIAL  FACEBOOK – GOOGLE – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK AGENZIA STAMPA ASPAPRESS
E IN Yutube AL CANALE ASPAPRESS
Se ti piace ciò che leggi e lo trovi utile, che ne dici di sostenerci ON LINE CON CARTA DI CREDITO con un piccolo contributo/DONAZIONE della somma che credi tu che potrai detrarre dalla dichiarazione dei redditi.
1)      DONAZIONE ATTIVITA’ REDAZIONE
2)      DONAZIONE PER L’ACQUISTO DI UN MEZZO PER TRASPORTO DIVERSAMENTE ABILI E ANZIANI ANCHE CARROZZATI
SEGUIRA’ RICEVUTA DETRAIBILE DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI
5338 7502 7550 6055 – IBAN: IT 32 C 36000 03200 0CA008697690

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN: IT94 P 07601 05138 21943 831944

Info:
per i vostri comunicati: redazioneroma@aspapress.it
informazioni donazioni: aspapress.roma@gmail.com

Post più popolari