Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

Cerca nel blog

Pagine

2 maggio 2021

Diego spiego artista influencer e showman Romano difende il duo comico sui social dopo le accuse e la bufera nei confronti di Pio e Amedeo - Enzo Fasoli commenta

 

 

Diego spiego artista influencer e showman Romano  difende il duo comico sui social dopo le accuse e la bufera nei confronti di Pio e Amedeo conduttori della trasmissione di grande successo di canale 5 "Felicissima sera". 

 

Scrive in un post: " In tv non si puo' dire piu' nulla,  che subito passa un cattivo messaggio, si passa per cattivi e razzisti". 

Pio e Amedeo omofobi ? Non credo assolutamente ad una cosa del genere ma ben si e' stato un monologo ironico, fatto in chiave comica per poter appunto  sdrammatizzare  un po  visto il periodo di difficoltà e di malessere generale che stiamo vivendo causa di una pandemia mondiale e delle varie restrizioni, un monologo forse per tanti con parole esagerate, ma con temi comunque importanti trattati in prima serata su una rete nazionale come mediaset e canale5. Ci puo' stare che possano piacere o meno, oppure che secondo alcune persone possano aver esagerato. Ma questa e' la loro comicità' forse non comprensibile da tutti.

Non ho visto cattiveria ne nulla in tutto cio' che abbiamo potuto vedere. 

Anzi trovo piu' squallido vedere nella  comunita' lgbt  persone sparlare,  deridere, insultarsi e offendersi uno con l' altro arrivando addirittura a volte a rovinare la reputazione altrui  anzichè aiutarsi , volersi bene e sostenersi uno con l'altro che vedere due comici ironizzare su quello che e' stato un monologo  che parlava di cose importanti."  ribadisce in piu post  sui suoi social l' artista Romano.

Diego Spiego

^^^^^^^

Sicuramente i due Artisti Pio e Amedeo hanno lanciato il sasso nel torpido stagno di alcuni problemi del nostro Paese dove la televisione continua a periodi a parlare di omosessualità e ci presenta dibattiti e film sul tema di ciò che i politici non comprendono o non vogliono capire. Sono arrivati a spingersi oltre con un gergale che per alcuni è dispreggiativo, per altri offensivo. Finché nel mondo si vuole considerare che non abbiamo l'educazione di comprendere e capire l'amore non ha confini finiamo per disprezzare ciò che è contro al nostro essere. Ad un convegno  che ho avuto il piacere di essere moderatore svoltosi a Forlì negli anni '90 mi disse che in natura persino gli insetti sono omosessuali o sterili. tutte le specie di animaletti si accoppiano tra lo stesso sesso e l'uomo non e da meno perché in natura è considerato un controllo delle nascite. Personalmente rimasi sbalordito perché non avrei mai pensato ad una evoluzione. Bene, per molti perbenisti, Giorgio Ruggero Celli, noto entomologo nato a Verona nel 1935 e deceduto a Bologna deceduto nel 2011 ci ha lasciato un libro che forse pochi conoscono "l'Omosessualità degli insetti"- in quella occasione mi spiego che solo l'essere umano cade nel ridicolo sbeffeggiando un suo simile. Il Mondo degli insetti, mi raccontò che da uno studio curato dallo stesso Celli, seppure dalla loro breve vita questi insetti sono monogami e hanno una vita di pochi giorni in più di coloro che servono alla procreazione della specie. Siamo noi umani ad essere inutilmente stupidi e inservibili. Voi direte che c'entra tutto questo? Nulla su ciò di quando hanno raccontato i due comici. La conoscenza di quanto esiste in natura richiama ancora una volta la nostra stupidità di genere. Il problema è che ci piace disprezzare o ridicolarizzare i nostri simili. 

Aspapress vuole dare spazio a chi vuole dibattere i programmi televisivi, alle opinioni, voi scriveteci su quanto desiderate divulgare del  vostro pensiero scrivendo a redazione@aspapress.it ciò che ci invierete sarà pubblicato su www.aspappress.it e sui social collegati. 

Enzo Fasoli