Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

18 ottobre 2019

: EL TANGO Y EL MAR _ milonga popular _ 19 ottobre al Teatro del Lido


EL TANGO Y EL MARmilonga popular
con il Quartetto Tango Y Arrabal:
Gabriella Artale
 pianoforte, Ignacio Mena violoncello,
Maelody Quinteros violino, Paolo Petrilli fisarmonica
e con Max Taggi TJa cura di Gianluca Mascitti
Sabato 19 ottobre (ore 21) il Teatro del Lido di Ostia si trasforma per una sera in una milonga per tutti gli appassionati di tango con El tango y el mar, portato in scena dal Quartetto Tango Y ArrabalGabriella Artale (pianoforte), Ignacio Mena (violoncello), Maelody Quinteros (violino), Paolo Petrilli (fisarmonica) e con Max Taggi TJ, a cura di Gianluca Mascitti. Una milonga nello stile “porteño’, nel rispetto dei ‘codigos’, i codici del tango. Inviti con ‘mirada y cabeceo’ e, soprattutto, rispetto della circolazione della ronda ovvero privilegiando la camminata nelle sue varie forme e attuando uno stile di ballo rispettoso e consono al numero di ballerini presenti in pista. “Se puede hacer!”


LaborTango. L’idea del LaborTango nasce nel 2010 dalla volontà di proporre un modo di avvicinarsi al tango argentino e alla relativa cultura, che privilegia la componente sociale del tango e la condivisione di esperienze. Nel pieno spirito del ‘tango sociale’, il LaborTango è aperto a tutti e a tutte le età, con l’obiettivo di creare socializzazione tra i partecipanti e di proporre un percorso formativo in cui autoironia e momenti ludici si integrino e supportino il momento portante dell’apprendimento. Il laboratorio quindi, oltre al momento prettamente didattico, diventa un’occasione di distensione, socializzazione, condivisione e di conoscenza di se stessi e degli altri attraverso il tango, la danza che unisce due persone in un abbraccio e dove si comunica con un linguaggio non verbale in cui il corpo è il veicolo ed il filo conduttore attraverso cui le sensazioni e le emozioni si espandono e si trasmettono. Nel 2018 il LaborTango è diventato un’associazione sportiva dilettantistica.


E’ GRADITA CONDIVISIONE
IL MEDESIMO ARTICOLO è PUBBLICATO SU www.aspapress.it – (1991) CRONACHEDEL2000.IT (1991)*– ROMAGNASERA.IT (1982)*- ENZOFASOLI.COM-(1975)* LE MUSEINSCENA-IT (2002)* – TEATRO DELLEMOZIONI.IT (2004)*- DIRETTORE: ENZO FASOLI (1970)*
e/o edizione cartacea e successiva online
SUI SOCIAL pagine FACEBOOK: Agenzia Stampa Aspapress – Accademia Europea delle Muse - Teatro Delle Emozioni - Dancing Dream – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
Iscriviti e diffondi la pagina Facebook Agenzia Stampa Aspapress

Leggi, CONDIVIDI E SOSTIENI: www.aspapress.it - INFO 338 1604968
Puoi versare quanto puoi o vuoi SIA ON-LINE O DAL TABACCAIO E/o
RICEVITORIA LOTTOMATICA-SISAL
PayPal 5338 7509 8988 3402 = IBAN IT 75 O 38000 03200 0CA13596456

POSTAPAY 5333 1710 6407 7791 = IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX
Donazione DETRAIBILE per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà; e/o anche ausili per mobilità motoria e assistenza. INFO 338 1604968

OdG E-R La Stampa e Libera O vigilata? presentazione del volume I mille giorni di Aemilia di Tiziano Soresina - INPGI 2: nuovo regolamento con importanti novità - Inaugurazione del Master in Giornalismo





Image



Notizie dell'OdG Emilia-Romagna

Image

Criteri per la valutazione dei giornalisti-relatori ai corsi Fpc. Nuovo regolamento ad uso della Commissione Formazione approvato dal Consiglio dell'OdG regionale


Image

Inaugurazione del  Master in Giornalismo dell'Università di Bologna il 18 ottobre

Image

La stampa è libera o in libertà vigilata? Querele temerarie nel reggiano



IN BREVE

I MILLE GIORNI DI AEMILIA DEL COLLEGA TIZIANO SORESINA
Maxi processo Aemilia contro la 'ndragheta. Violenze, omicidi, droga, roghi dolosi e tanto altro nell'ampio e documentato libro-inchiesta del giornalista reggiano Tiziano Soresina I mille giorni di Aemilia. Il più grande processo al Nord contro la 'ndrangheta. Presentazione del volume il 24 ottobre a Bologna.

60º UCSI: UDIENZA DAL PAPA E SEMINARIO FPC A BOLOGNA
1959-2019: l'UCSI tra passato e futuro della comunicazione è il titolo del convegno organizzato da Ucsi Emilia-Romagna, in collaborazione con Ordine regionale dei Giornalisti e Fondazione OdG, mercoledì 30 ottobre presso la Curia di Bologna. Saluti introduttivi del Presidente dell'OdG Giovanni Rossi.

INPGI 2: NUOVO REGOLAMENTO E IMPORTANTI NOVITÀ
I Ministeri vigilanti hanno approvato il nuovo Regolamento dell'lnpgi 2. I provvedimenti, adottati dal Comitato amministratore della Gestione separata, introducono novità sul fronte delle prestazioni previdenziali e rispetto alle scadenze che gli iscritti devono osservare per assolvere gli adempimenti.
Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Direttore responsabile: Giovanni Rossi
Caporedattore e webdesk: Franca Silvestri
Referente progetto istituzionale e sviluppo web: Miro Albertazzi
Redazione: Consiglio Odg (Emilio Bonavita, Antonio BoschiMichelangelo Bucci, Rosalba Carbutti, Mario Paolo Guidetti, Silvestro Ramunno, Lorenzo Marco Sani,  Emilia Vitulano) 
Proprietario: Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna
REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI BOLOGNA N. 7061/2000


ONE PIECE: STAMPEDE - IL FILM: ANTEPRIME IN LINGUA ORIGINALE NEI CINEMA THE SPACE



ONE PIECE: STAMPEDE - IL FILM
UN REGALO AI FAN: ANTEPRIME IN LINGUA ORIGINALE NEI CINEMA THE SPACE
Continuano le sorprese di Anime Factory The Space Cinema per gli appassionati di "One Piece: Stampede – Il Film", tratto dal manga più venduto al mondo. Il pubblico avrà la possibilità di assistere alle anteprime in lingua originale.
 Un evento da veri e propri intenditori.
L'appuntamento è solo nei The Space Cinema, aderenti all'iniziativa,
il 23 ottobre alle ore 20.00
Milano, 17 ottobre 2019 – Anime Factory e The Space Cinema hanno in serbo nuove sorprese per i fan di "One Piece: Stampede – Il Film". Gli intenditori del manga più venduto al mondo avranno la possibilità di assistere alle proiezioni in anteprima e gustare le nuove avventure di Luffy e la Ciurma di Cappello di Paglia in lingua originale.
Gli spettacoli si terranno il 23 ottobre alle ore 20 nei Cinema The Space aderenti all'iniziativa: 
-        The Space Cinema Cerro Maggiore - Via F. Turati, 72, 20023 Cerro Maggiore MI
-        The Space Cinema Napoli - Viale Giochi del Mediterraneo, 80125 Napoli 
-        The Space Cinema Parco De' Medici - Via Salvatore Rebecchini, 3, 00148 Roma 
-        The Space Cinema Vimercate - Via Torri Bianche, 16, 20871 Vimercate MB
-        The Space Cinema Limena - Via Vincenzo Stefano Breda, 11, 35010 Limena PD
-        The Space Cinema Rozzano - Via Sandro Pertini, 20, 20089 Rozzano MI
È già possibile acquistare il proprio biglietto anche sul sito e sull'App di The Space CinemaConviene affrettarsi per aggiudicarsi i posti migliori per l'evento Pirata più atteso!
SINOSSI:
Eccoci alla più grande festa del mondo dei pirati: la Fiera Mondiale Pirata!
Luffy e la ciurma di pirati di Cappello di paglia ricevono l'invito di Buena Festa, l'Organizzatore di feste. Al loro arrivo trovano un luogo pieno di padiglioni glamour e migliaia di pirati provenienti da tutto il mondo. L'atmosfera è a dir poco elettrica...
Tutti sono accorsi con lo stesso obiettivo: mettere le mani sul tesoro lasciato da Gol D. Roger, il Re dei Pirati. Ma ancora nessuno di loro è a conoscenza delle reali intenzioni di Festa e delle trappole che questi ha in serbo per loro!
La corsa per conquistare l'ambito tesoro è ufficialmente iniziata!

TRAILER UFFICIALE ITALIANO:
A proposito di Anime Factory:
Anime Factory è l'etichetta di proprietà di Koch Media che racchiude il meglio dell'offerta Anime, cinematografica e home video, della società.
Nato nel maggio 2015 con il nome di Anime al Cinema, il brand ha consolidato nel tempo la sua identità fino ad affermarsi come uno dei punti di riferimento per i fan del genere. A distanza di tre anni, complice un'offerta sempre più ampia e una presenza sul mercato di riferimento sempre più forte, Anime al Cinema cambia casa per diventare vera e propria Factory, fucina di prodotti di altissima qualità.
Anime Factory diventa, così, l'anima orientale di Koch Media, la sua identità legata all'animazione giapponese. I grandi classici del passato che tornano rimasterizzati, che per la prima volta arrivano sul grande schermo o in edizioni limitate e da collezionisti, titoli inediti che non hanno mai raggiunto il grande pubblico italiano pur rappresentando vere e proprie icone in ambito Anime e Manga. Tutto questo, unito alla grande qualità delle lavorazioni, è la mission di Anime Factory.
Sotto l'etichetta Anime Factory, Koch Media si appresta a portare sul mercato cinematografico e home video titoli del calibro di Dragon Ball Super: Broly – Il filmUFO Robot GoldrakeJeeg Robot d'AcciaioMazinga Z e Il Grande Mazinga, Lupin IIILamù la ragazza dello spazioGigi La trottola, Ken il Guerriero, C'era una volta...Pollon.
Per ulteriori informazioni, visitare il sito https://www.animefactory.it/
A proposito di The Space Cinema:
Il circuito The Space è stato acquisito da Vue International nel novembre 2014, comprende 36 cinema per un totale di 362 schermi, attestandosi come il secondo circuito italiano per dimensioni. Il circuito è composto da multiplex moderni all'avanguardia, tutti con una disposizione ad anfiteatro, e da due cinema iconici situati nel centro città, l'Odeon a Milano e il Moderno a Roma, che ospitano molte delle premiere cinematografiche più importanti. Vue Entertainment International, il gruppo fondato nel 2003 nel Regno Unito da Timothy Richards e Alan McNail, è presente in Uk, Irlanda, Germania, Danimarca, Polonia, Lituania, Lettonia e Taiwan. La mission di The Space Cinema  è quella di porre al centro del proprio lavoro lo spettatore, a cui offrire l'eccellenza sia per quanto riguarda il livello delle proprie strutture cinematografiche sia nell'offerta sempre più ampia di contenuti esclusivi.

E’ GRADITA CONDIVISIONE
IL MEDESIMO ARTICOLO è PUBBLICATO SU www.aspapress.it – (1991) CRONACHEDEL2000.IT (1991)*– ROMAGNASERA.IT (1982)*- ENZOFASOLI.COM-(1975)* LE MUSEINSCENA-IT (2002)* – TEATRO DELLEMOZIONI.IT (2004)*- DIRETTORE: ENZO FASOLI (1970)*
e/o edizione cartacea e successiva online
SUI SOCIAL pagine FACEBOOK: Agenzia Stampa Aspapress – Accademia Europea delle Muse - Teatro Delle Emozioni - Dancing Dream – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
Iscriviti e diffondi la pagina Facebook Agenzia Stampa Aspapress

Leggi, CONDIVIDI E SOSTIENI: www.aspapress.it - INFO 338 1604968
Puoi versare quanto puoi o vuoi SIA ON-LINE O DAL TABACCAIO E/o
RICEVITORIA LOTTOMATICA-SISAL
PayPal 5338 7509 8988 3402 = IBAN IT 75 O 38000 03200 0CA13596456

POSTAPAY 5333 1710 6407 7791 = IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX
Donazione DETRAIBILE per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà; e/o anche ausili per mobilità motoria e assistenza. INFO 338 1604968 
 

RIVOLTE ’70: Il Male, Simone Carella, Mario Mieli _ dal 17 ottobre al 3 novembre al Teatro India


Teatro India
fino al ● 3 novembre 2019
Il riallestimento de La rivolta degli oggetti de La Gaia Scienza
diventa l'occasione per riallacciare dei fili con un periodo storico preciso - gli anni '70 - dal punto di vista politico, artistico, sociale.
Per le tre settimane di programmazione – dal 17 ottobre al 3 novembre al Teatro India – lo spettacolo sarà attraversato e
accompagnato da un ricco calendario di attività, tra approfondimenti, riflessioni e incontri.
RIVOLTE '70
IMMOBILISMO MOLISANO | dal 17 ottobre al 17 novembre
a cura di Gli Autori del Male

SINOPIA | dal 22 ottobre al 3 novembre
a cura di Elettra Carella Pignatelli
allestimento a cura di Riccardo Fazi / Muta Imago

PRIMA E DOPO IL MALE | dal 29 ottobre al 17 novembre
a cura di Gli Autori del Male

OVVERO: MARIO MIELI | 1 novembre
archivio Franco Buffoni
a cura di Francesco Paolo Del Re
Sala A dalle ore 16.00 alle ore 23.00
(con chiusura al pubblico dalle ore 21.00 alle ore 22.00)

CON FRANCO BERARDI BIFO E MATTEO ZUPPI | 2 novembre ore 20.30

ingresso libero

Il ritorno de La rivolta degli oggetti de La Gaia Scienza non può non portarsi dietro parole e immagini degli anni in cui è nata, i segni di un momento storico – gli anni '70 – che ha disegnato l'orizzonte culturale e vitale del nostro paese. Le tre settimane di programmazione dello spettacolo al Teatro India saranno accompagnate da un calendario di eventi, mostre, incontri, e attraversate da molti che in quegli anni hanno iniziato a produrre pensiero radicalmente critico, in ambito culturale, politico e artistico.
Immagini inedite, una collezione di documenti mai assemblati per una esposizione pubblica, materiali editoriali eccezionali, installazioni, letture e interventi di personalità decisive allora, come ancora, nell'attuale panorama artistico e intellettuale italiano: tutto per squarciare una visione sul passato, ma anche e soprattutto per prendere da quel passato strumenti che possono aiutarci a rivoltare un immaginario presente.

Il tempo – dal 17 ottobre al 3 novembre – e il luogo – gli spazi del Teatro India – ospitano una ricomposizione di materiali, mai accorpati, ma che naturalmente riecheggiano di immagini comuni, di incroci e di storie che si intrecciano da tempo. Il Male, Simone Carella, Mario Mieli: tre nodi, di corpi e di pensieri, che si legano fra loro, rendendo presente un'immagine degli anni '70, un'immagine antagonista e transdisciplianare, un'immagine in movimento ma sempre a fuoco.

Ad inaugurare il calendario delle attività, dal 17 ottobre al 17 novembre, la rievocazione della celebre mostra dell'Immobilismo Molisano, un'avanguardia immaginaria a cui fu dedicata una mostra al Beat72, ideata dalla rivista Il Male. Un'installazione che rivive oggi, e diventa il presidio per tutte le tre settimane di un intero immaginario. La mostra sull'Immobilismo molisano fu uno dei falsi più eclatanti dalla redazione de Il Male. La riscoperta di questo movimento artistico, anzi, di questa "retroguardia" il cui motto era "perché stare fermi quando si può stare immobili?", avvenne sulle pagine della rivista nell'ottobre del 1978. All'Immobilismo fu dedicata la mostra che si realizzò al Beat 72, nel cuore delle cantine teatrali romane dove mosse i primi passi la Gaia Scienza. Una mostra che divenne immediatamente happening, anzi non-happening, evento a cui parteciparono molti artisti dell'epoca. Nella cornice del Teatro India è rievocato quell'esperimento surreale mettendo in mostra una delle opere originali, la sedia da barbiere, alla quale sono affiancate le riproduzioni fotografiche di altre sei opere della mostra, e una serie di documenti audio e a stampa, come il frontespizio del manifesto del movimento immaginario e le foto della serata al Beat 72.

Tentando di tracciare la storia delle avanguardie artistiche romane a cavallo tra i Sessanta e i Settanta, Simone Carella – fondatore del Beat 72 e animatore di innumerevoli progetti artistici a cavallo tra arte, teatro, poesia – aveva ideato Affresco, un gigantesco progetto fotografico che avrebbe dovuto invadere il foyer del Teatro India. Come il bozzetto preparatorio degli affreschi, chiamato appunto SINOPIA, traccia il contorno di un disegno che farà da traccia per la pittura finale, questa mostra – allestita dal 22 ottobre al 3 novembre – cerca di mettere ordine e creare una sequenza narrativa nell'archivio strabordante, disordinato ma assolutamente entusiasmante che Carella stava mettendo assieme per il suo progetto. Le "cantine teatrali", come il Dioniso, Le Orsoline 15, l'Abaco, La fede, il Metateatro, le loro facce, come quelle di Manuela Kustermann e Giancarlo Nanni, Leo de Berardinis e Perla Peragallo, Pippo di Marca e Memè Perlini, Rossella Or e Lisi e Silvana Natoli, Remondi e Caporossi e Giuliano Vasilicò, Rosa de Lucia e Lucia Poli, fino al gruppo dei toscani Benigni, Monni e Sannini. E, ovviamente, Carmelo Bene.
 
Segue, dal 29 ottobre al 17 novembre, PRIMA E DOPO IL MALE, una mostra di materiali eccezionali, tratti dagli archivi di Angelo Pasquini e Mario Canale, per raccontare l'indimenticabile esperienza del Male, fondamentale rivista dell'epoca, e del suo gruppo redazionale. Il Male è stata una delle riviste di satira più geniali e irriverenti, realizzata dalle firme più interessanti e corrosive della fine degli anni Settanta tra fumetto, grafica e scrittura. Tra le firme che collaborarono alla rivista ci sono quelle di Pino Zac, Vincino, Vauro, Mario Canale, Jacopo Fo, Vincenzo Sparagna, Angelo Pasquini. Questa mostra racconta "Il male prima del male", ovvero le riviste più o meno autoprodotte dove alcuni dei futuri redattori del Male hanno affinato le loro matite. Come "Zut", rivista dada-situazionista che sperimentava nuovi modelli di impaginazione, attorno a cui nacque il Centro diffusione notizie arbitrarie. O ancora Cannibale, rivista fondata da Stefano Tamburini sulla quale approdarono firme iconiche di quegli anni come Andrea Pazienza, Filippo Scozzari e Tanino Liberatore. Chiudono il cerchio le esperienze de La Rivoluzione e L'Avventurista. Un'altra sezione della mostra racconta invece i fotoromanzi del Male. Di questi ultimi sarà possibile vederne alcuni in formato video tra cui "Maledetto Trussardi!", introdotto da Roberto Benigni e proiettato una sola volta prima di ora.

Il 1° novembre evento eccezionale OVVERO: MARIO MIELI, un incontro con Mario Mieli in forma di installazione (dalle ore 16 alle ore 23, con chiusura al pubblico dalle ore 21 alle ore 22). Ma anche un'installazione in forma di incontro con il pensatore più geniale e controverso del movimento di liberazione omosessuale italiano degli anni Settanta. Foto, epistolari privati, scritti autografi – tutti materiali curati e scoperti da Franco Buffoni – sono gli elementi attraverso i quali viene plasmato un ambiente immersivo, in cui è possibile trovarsi a diretto contatto con l'autore di "Elementi di critica omosessuale". Il cuore della mostra è uno slideshow di una serie inedita di foto a colori, ritrovate fortuitamente tra i banchi di Porta Portese, in cui Mieli appare come le giovani generazioni non l'hanno mai visto e come non lo vedevano da tempo quelli che lo hanno conosciuto. Una serie di scatti in cui fuoriesce il lato performativo dell'attivista e studioso, che frequentò molto il linguaggio teatrale. Assieme alle poesie, agli scritti autografi, gli scatti costruiscono un flashback polifonico in grado di disegnare la tridimensionalità di un personaggio fondamentale per il movimento omosessuale italiano, ma troppo spesso dimenticato.

Il 2 novembre (ore 20.30) il neo Cardinale Matteo Zuppi (recentemente nominato da Papa Francesco) e lo scrittore e filosofo Franco Berardi Bifo si incontrano per parlare di presente e di apocalisse, dell'apocalisse del presente, ma anche delle sue irriducibili alternative. Un incontro unico ed esclusivo per riflettere sulla possibilità della consistenza di un pensiero critico, dagli anni '70 ad oggi.

TEATRO INDIA_ Lungotevere Vittorio Gassman (già Lungotevere dei Papareschi) - Roma 
Biglietteria Teatro di Roma _ tel. 06.684.000.311/314 _ www.teatrodiroma.net 
Biglietti spettacolo: intero 20 euro – 18 euro ridotto
Orari Spettacolo: tutte le sere ore 21 _ domenica ore 17 _ 2 novembre ore 19 _ Durata Spettacolo: 60 minuti
Info e orari RIVOLTE '70: dalle ore 18 alle 23 _ domenica dalle 17 alle 22 _ 1 novembre dalle 17 alle 23 

E’ GRADITA CONDIVISIONE
IL MEDESIMO ARTICOLO è PUBBLICATO SU www.aspapress.it – (1991) CRONACHEDEL2000.IT (1991)*– ROMAGNASERA.IT (1982)*- ENZOFASOLI.COM-(1975)* LE MUSEINSCENA-IT (2002)* – TEATRO DELLEMOZIONI.IT (2004)*- DIRETTORE: ENZO FASOLI (1970)*
e/o edizione cartacea e successiva online
SUI SOCIAL pagine FACEBOOK: Agenzia Stampa Aspapress – Accademia Europea delle Muse - Teatro Delle Emozioni - Dancing Dream – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
Iscriviti e diffondi la pagina Facebook Agenzia Stampa Aspapress

Leggi, CONDIVIDI E SOSTIENI: www.aspapress.it - INFO 338 1604968
Puoi versare quanto puoi o vuoi SIA ON-LINE O DAL TABACCAIO E/o
RICEVITORIA LOTTOMATICA-SISAL
PayPal 5338 7509 8988 3402 = IBAN IT 75 O 38000 03200 0CA13596456

POSTAPAY 5333 1710 6407 7791 = IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX
Donazione DETRAIBILE per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà; e/o anche ausili per mobilità motoria e assistenza. INFO 338 1604968

Post più popolari