Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

Cerca nel blog

Pagine

29 settembre 2018

Angelo Vaira in udienza da Papa Francesco per chiedere la pace anche per gli animali




'Da San Francesco a Papa Francesco', una camminata simbolica per chiedere la pace anche per gli animali.
Angelo Vaira festeggia i suoi 20 anni di carriera percorrendo 200 chilometri da Assisi a Città del Vaticano per incontrare Papa Francesco e chiedere maggiore attenzione alla questione animale.

Milano 27 settembre. Angelo Varia, uno dei maggiori esperti italiani ed europei del rapporto uomo-cane e uomo-altri animali, oltre che personalità mediatica, festeggerà i suoi primi 20 anni di carriera, incontrando il Santo Padre. L'appuntamento è per domenica 10 ottobre alle ore 10, al culmine di una camminata simbolica che, partendo da Assisi martedì 2 ottobre alle 8.30h, lo porterà in udienza con Papa Francesco per chiedere al mondo cattolico, attraverso il suo capo spirituale, maggiore rispetto per tutti gli animali non-umani. La camminata prevederà un percorso da realizzarsi rigorosamente a piedi per almeno 8 delle 10 tappe totali previste. Con Angelo Vaira ci saranno amici e collaboratori, ma soprattutto Padre Guidalberto Bormolini, autore del libro 'I Santi e gli animali. L'Eden ritrovato', e la  sua compagna, Rosita Celentano che condivide con Angelo l'impegno nella diffusione di un rapporto con tutti gli animali più empatico ed etico. Non mancherà nemmeno l'amico e compagno di Vaira, Jean-Pierre, il suo cane: la mascotte a 4 zampe (e carrellino) sarà introdotta nelle stanze del Papa e presentato come membro della delegazione.

Finalità della camminata è rinvigorire l'amore per gli animali, in senso cristiano e francescano, e portare questo amore da San Francesco a Papa Francesco, considerata la grande sensibilità del Santo Padre sui temi della natura, dell'ecologia e del mondo animale.
L'invito a realizzare la piena dimensionalità cristiana, includendo la relazione con gli animali, come mezzo per elevarsi a Dio e costruire la Pace. Tutte le persone, credenti o non credenti, che hanno a cuore la questione animale, potranno unirsi al percorso a piedi di Angelo Vaira, anche per una sola tratta o alcuni percorsi; ogni atto di condivisione del cammino, rafforzerà la mission di questa delegazione di pace per tutti gli esseri viventi, perché, come ha affermato Angelo Vaira di recente: "Nessuna vera pace sarà mai possibile fino a quando dai nostri piani per realizzarla escluderemo la questione animale".

Questa prima edizione della camminata 'Da Francesco a Francesco' segna il primo esperimento di un gesto simbolico che Angelo Vaira vorrebbe diventasse un appuntamento fisso, con sempre maggiore organizzazione e sempre più partecipanti, per fare riemergere di anno in anno – a ridosso del 4 ottobre, giorno di San Francesco - quella cristianità che vede nel creato, e quindi anche negli animali, un'opera e una volontà divina unica, fatta di una straordinaria varietà di specie, tutte ugualmenti detentrici degli stessi diretti alla vita e alla felicità. Dopotutto il Santo di Assisi, Patrono d'Italia è da sempre simbolo di una cristianità che nelle creature più umili, compresi gli animali, ha letto la grandezza del Dio creatore. San Francesco stesso inaugurò questo medesimo percorso simbolico, percorrendolo a piedi, per arrivare da Assisi al cospetto di Innocenzo III nel 1209, e chiedere il riconoscimento della Regola dei Frati Minori da lui fondati. Sempre Francesco è riconosciuto come primo autore di una opera letteraria in italiano, il Cantico dei Cantici, che scrisse nel 1226: un inno di lode e ringraziamento a Dio per tutte 'le Creature' del mondo; ponendo di fatto – già nel basso medioevo – le basi per il moderno postumanesimo, il superamento cioè dell'antropocentrismo.
      
Angelo Vaira ama definirsi 'dog coach' o agevolatore del rapporto uomo-cane. Studioso di scienze cognitive animali, zooantropologia, psicologia umana e riconosciuto Licensed Master Practitioner dalla Society of NLP, è ideatore dell'approccio cognitivo-relazionale. L'impatto del suo lavoro è tale da essere considerato uno dei personaggi più influenti della cinofilia italiana degli ultimi quindici anni. Il fulcro del suo messaggio è che la relazione con gli animali possa essere una via d'accesso alla propria vera natura, un riappropriarsi di se stessi e muoversi verso la piena espressione delle proprie potenzialità. Appassionato di cani da sempre, appena ventenne, nel 95 comincia lavorare in campi d'addestramento di Utilità e Difesa. Ricorre esclusivamente a metodi gentili e come professionista lavora a Leno (BS), presso il Centro Cinofilo CaveCanem – Allevamento degli Olmi, culla di Rubens, il cane corso più titolato al mondo. Dal 1999 al 2003 lavora come istruttore cinofilo e responsabile coordinamento attività del Centro Cinofilo Europeo di Aldo La Spina. Nel 2000 è fra i fondatori dell'Association of Pet Dog Trainers (APDT – Italia) – riconosciuta dalla APDT-UK – di cui viene eletto Presidente. L'APDT Italia è la prima associazione italiana di istruttori cinofili a promuovere metodi gentili. Il 2001 è l'anno della svolta professionale e personale, fonda la scuola ThinkDog: fra le più rinomate scuole cinofile italiane, che conta migliaia di sostenitori in tutta Italia fra appassionati e figure professionali e ha formato oltre 830 professionisti cinofili. Nel 2003 Fonda la Scuola Cognitivo-Zooatntropologica di Pet Training. Dal 2004 è Docente in diversi Master Universitari, introduce in cinofilia innovazioni di grande portata, come le Classi di Socializzazione, Ricalco e Guida, Una Base Sicura, Mediazione dell'Apprendimento. Pettorina e guinzaglio lungo diventano l'emblema dei suoi metodi, grazie alla popolarità sopraggiunta per via dei video gratuiti realizzati in collaborazione col Corriere della Sera e dei suoi programmi TV su Rai 2 e FOXlife. Da settembre 2011 a maggio 2012, ogni martedi mattina su RAI 2, conduce, insieme a Giancarlo Magalli, "SOS a 4 Zampe", rubrica sull'educazione e il comportamento del cane, all'interno della popolare trasmissione televisiva "I Fatti Vostri". Il suo primo libro, "Dritto al Cuore del Tuo Cane", edito nel 2011 da Feltrinelli, viene accolto da recensioni entusiastiche e poi pubblicato anche in Spagna e Giappone. Ad ottobre 2014 nella giornata mondiale per i Diritti degli Animali, tiene presso l'Istituto Lama Tzong Khapa una conferenza dal titolo "La Via degli Animali" a cui seguirà il giorno dopo la cerimonia di "liberazione degli animali", condotta da monaci buddhisti. Inaugura così una nuova area del suo pionieristico lavoro, il cui fulcro è il riconoscimento della propria "animalità". Da luglio 2015 per due anni, è conduttore ogni domenica, insieme a Rosita Celentano, di Chiedimi se sono felice, programma di Radio 24 dedicato alla felicità nei cani e nell'uomo.
Contributor da diversi anni del Corriere della Sera, a partire dal 2010 vengono pubblicati decine di video-corsi a cura di Angelo Vaira e Thinkdog. Nel 2010 escono 15 video sull'educazione del cane. Il video-corso completamente gratuito prende in nome di "L'Educazione del Cane 2.0" e riscuote grande successo. Nel 2015, una nuova collaborazione vede l'uscita di 10 video gratuiti sull'educazione e la relazione col cane. Dal 20 settembre di quest'anno, curerà ogni giovedì la rubrica AnimalMinds  per l'inserto Animalia del Corriere, nelle versioni online e cartacea.
Guidalberto Bormolini, già operaio di una falegnameria artigiana e in seguito liutaio, attualmente è monaco e sacerdote in una comunità di meditazione cristiana: i Ricostruttori nella preghiera. Laureato alla Pontificia Università Gregoriana, ha conseguito la Licenza in Antropologia Teologica ed è dottorando in Teologia Spirituale presso l'Ateneo S. Anselmo a Roma. Si occupa di accompagnamento spirituale dei morenti ed è docente al Master "Death Studies & the End of Life" dell'Università di Padova. Si dedica in particolare allo studio delle discipline ascetiche nel monachesimo cristiano ed ai rapporti tra il corpo e la vita spirituale; della spiritualità cristiana in relazione all'amore per la Creazione; del dialogo interreligioso; della morte e il morire nelle grandi religioni e tradizioni sapienziali. Suo il saggio teologico 'I Santi e gli animali. L'Eden ritrovato' ed. Libreria Editrice Fiorentina, che ripercorre lo stretto rapporto tra Santi, asceti, animali e natura, elementi questi ultimi di quel Giardino dell'Eden a cui tutti aneliamo ritornare.
 Che dite di partecipare con una donazione per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà?
Puoi versare quanto puoi o vuoi

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN: IT94 P 07601 05138 21943 831944

SOSTENETE L'Associazione Stampa Periodici Associati ASPAPRESS 
l' Agenzia Stampa diretta da Enzo Fasoli, dal 8 marzo 1991,
gli articoli pubblicati sono frutto di un lavoro quotidiano di selezione e pubblicazione gratuita.  WWW.ASPAPRESS.IT – CRONACHEDEL2000.IT dal 1991 – ROMAGNASERA.IT dal 1982 - ENZOFASOLI.COM- LEMUSEINSCENA-IT dal 2003 – TEATRODELLEMOZIONI.IT dal 2004  SOCIAL  FACEBOOK – GOOGLE – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK AGENZIA STAMPA ASPAPRESS
E IN Yutube AL CANALE ASPAPRESS
Se ti piace ciò che leggi e lo trovi utile, che ne dici di sostenerci ON LINE CON CARTA DI CREDITO con un piccolo contributo/DONAZIONE della somma che credi tu che potrai detrarre dalla dichiarazione dei redditi.
1)      DONAZIONE ATTIVITA’ REDAZIONE
2)      DONAZIONE PER L’ACQUISTO DI UN MEZZO PER TRASPORTO DIVERSAMENTE ABILI E ANZIANI ANCHE CARROZZATI
SEGUIRA’ RICEVUTA DETRAIBILE DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN: IT94 P 07601 05138 21943 831944

Info:
per i vostri comunicati: redazioneroma@aspapress.it
informazioni donazioni: aspapress.roma@gmail.com