Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

Cerca nel blog

Pagine

28 settembre 2021

Fabrizio Barbone un impegno al municipio 1 a Roma per non lasciare vuoto l'impegno culturale e non solo.

Fabrizio Barbone si candida a Roma al Municio 1 nella lista Calenda con un impegno oltre alle molteplici attività che una capitale ha la neccesità di riprendere una soluzione per la cultura e i teatri

 

 

Innanzi tutto dobbiamo premettere che esperienze gestionali della Cultura e dello Spettacolo sino ad oggi non hanno brillato per capacità di iniziativa e per il rilancio del comparto così come per il rispetto dovuto alle esigenze di lavoro e di carriera dei lavoratori artistici e tecnici. Per troppo tempo nulla è stato fatto e i nuovi amministratori hanno pensato bene, non sapendo cosa fare, di non fare nulla. E invece c' è tanto da fare: riaprire il Teatro Valle dotandolo di una gestione autonoma finanziata dal Ministero della Cultura, dalla Regione Lazio, dal Comune di Roma  con il controllo e la supervisione del Municipio I, con un Consiglio di Amministrazione in cui sia presente un rappresentante del Municipio I per realizzare Il Teatro delle Regioni, dove tutte le regioni invieranno i propri spettacoli che saranno la vetrina della produzione nazionale regionale basato sugli Autori storici dei territori. Ripristino dellEnte Teatrale Italiano, restauro e riapertura del Teatro delle Arti, presenza di un rappresentante del Municipio I nel Consiglio di Amministrazione del Teatro Argentina. Il territorio deve sostenere i propri artisti in modo più concreto e per farlo deve costruire un nuovo modello  di riconoscimento sociale: il Teatro Municipale ex Teatro delle Arti. Il Teatro Municipale utilizza i giovani attori diplomati dallAccademia Nazionale d'Arte Drammatca Silvio D'Amico e per tre anni realizza spettacoli professionali con i giovani attori diplomati. Il finanziamento del Teatro Municipale avviene con la stessa catena prevista per il Teatro Valle: Ministero Cultura, Regione Lazio, Comune Roma, + incassi del mercato nazionale. Il sostegno alle arti prevede una riorganizzazione degli artisti: pittori, scultori, fotografi, musicisti, danzatori, dando loro organizzazione e sostegno che, spesso, da soli, non riescono ad avere. Il luogo deputato di tale incombenza sarà il Teatro Municipale  (Ex Teatro delle Arti) + locali palazzina di Via Sicilia) che avrà locali all'uopo destinati per le varie attività.