Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

Cerca nel blog

Pagine

24 agosto 2021

Note in riva al mare con i The Loop

 



Note in riva al mare 

Condivisione, divertimento e spensieratezza: i The Loop suonano a Punta Ala.

Spesso quando si parla di musica capita di pensare subito ad un mondo lussuoso, popolato da personaggi pubblici irraggiungibili e ricco di aneddoti quasi surreali. Si parla di una vita senza freni e di sfarzo. Raramente invece capita di parlare del duro lavoro che si cela dietro un’apparente mondo delle meraviglie. Gli sforzi e le alte percentuali di musicisti che non riescono ad emergere rimangono sullo sfondo.

La musica nel suo complesso viene percepita così come qualcosa di impenetrabile e di difficile comprensione per chi è un semplice spettatore.

 I concerti si trasformano in delle vere e proprie sfilate di moda, in degli spettacoli ricchi di effetti speciali e colpi di scena. Non si giudica più un cantante per la sua voce o per la sua capacità di trasmettere emozioni ma per il suo aspetto fisico o per il suo stile di vita.

In alcuni casi l’immagine supera le capacità canore e inevitabilmente poi questi personaggi tendono a svanire dalla scena con la stessa rapidità con la quale vi erano entrati. Ma la musica può essere anche un momento di condivisione che può unire le persone più diverse. Lo sanno bene i the loop, una band nata recentemente, più precisamente a Marzo, che ha avuto la possibilità di esibirsi in più locali nelle vicinanze di Punta Ala.

Durante le loro serate riescono a coinvolgere più generazioni con la loro musica che spazia dall’indie, all’hip hop e con alcuni accenni alla musica rock. Nel repertorio dei the loop non vi sono solo cover ma anche dei pezzi inediti come Gelsomini , Syd e Luna storta.

In ogni pezzo c’è una piccola parte di ogni componente della band, dato che, vengono scritti quando si riuniscono per suonare insieme.

I the loop, nati in un periodo complicato che ha tolto al mondo la libertà e la spensieratezza, sono riusciti con la musica a dare ai presenti una parvenza di normalità. Uno degli ultimi pezzi cantati durante una delle loro esibizioni è stato proprio “il mio canto libero” di Battisti che è stato un inno alla libertà e alla voglia di ricominciare a vivere.

La band è composta da 4 ragazzi ,con la partecipazione della cantante, che nonostante abbiano intrapreso percorsi di vita differenti suonano insieme con la speranza di fare di una passione un progetto futuro. La serata svoltasi in un piccolo bar sul porto di Punta Ala ha coinvolto uomini e donne di ogni età. Inoltre il repertorio che è stato utilizzato per l’evento racchiudeva anche canzoni non recenti che risultavano però estremamente contemporanee. 

Il 2021 è stato un anno di privazioni che ci ha portati a sentirci più soli e poco capiti. Ci siamo trovati nella situazione di dover imparare a reinventarsi. Abbiamo perso quella che era la nostra quotidianità e l’agiatezza a cui eravamo abituati. Abbiamo toccato il fondo eppure qualche volta basta sentire una melodia, una canzone per ricominciare a sentirsi vivi, per ricominciare a sperare. Basta sentire le parole di un altro per non sentirsi poi cosi soli. Questo è la vera essenza della musica, basta una piccola band che suona in un porto della costa maremmana affinché un briciolo di felicità ricominci a farsi strada in noi.

LauraNasali