Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

Cerca nel blog

4 febbraio 2020

OLTRE 10MILA EMAIL PER ASPAPRESS.IT IN 4 GIORNI CHE PUBBLICHEREMO

Chiedo scusa per chi non ha ancora trovato la notizia di alcuni eventi. La causa di una assenza forzata non mi ha permesso di seguire la posta che in 5 giorni mi sono arrivate oltre 10.000 email. Il che vuol dire oltre 2000 al giorno. Un grazie a tutti che avete fiducia di www.aspapress.it Proprio ora che stiamo modificando con una nuova impaginazione. Nuovi collaboratori. Nuovi e vecchi protagonisti che ogni giorno emotivamente e affettivamente mi accompagnano. Attenti a quei 2 fantastici folli ma, senza un pizzico di pazzia non è possibile affiancarmi, di uno ho subito nominato capo redattore. Ad un arrivo di una reginetta che mi ha sconvolto, è quel succede quando arriva un dolce fagottino da coccolare, a chi da anni ha atteso quel piccolo grande salto continuando ad essere figliolo, amico, attore in attesa di esplodere. A chi per il nome di San Giovanni Paolo II mi ha coinvolto in un grande progetto per un uomo e Papa che e riuscito a migliorare i rapporti tra le persone. Io spero che possiate aprire il vostro cuore per aiutare chi soffre nei modi che ognuno di noi può. Questi 5 giorni lontano dal mio pc è servito per affrontare quel futuro che guardando indietro avrei perduto. Così non é. Il percorso è al suo nuovo inizio, Aspapress agenzia stampa nata 8 marzo 1991, quindi siamo al xxx anno di attività e il 17 gennaio in un primo incontro e il 30 gennaio ha preso forma per un nuovo futuro. È come se fossi rinato o forse pronto per ricominciare dopo 2 anni di presenza e assenza. Bisogna prendere in mano la voglia di vivere e di combattere per qualcuno che ami e che credono in te. Ora ho la forza di lottare per quelle disabilità che sono il coniugare e pronunciare le parole nel modo corretto per uno che ha dedicato tempo alla comunicazione. Torno alle 10.000 email, non resteranno nel silenzio ma, saranno pubblicate in archivio perchè trovo giusto che non restino in silenzio. Poi, andrò avanti, anzi andremo avanti!

Post più popolari