Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

17 settembre 2019

Al Tribunale di Reggio Emilia avvia la liquidazione del debito di due coniugi imprenditori, pari a quasi 130 mila euro




["Alessandro Maola Comunicazione"]



Comunicato stampa

Al Tribunale di Reggio Emilia avvia la liquidazione del debito di due coniugi imprenditori, pari a quasi 130 mila euro

La coppia si era affidata a Legge3.it, che commenta: "Finalmente riusciamo a far valere i diritti dei cittadini, ricorrendo agli strumenti previsti dalla legge, ma finora poco noti, quindi poco usati"


In queste settimane, il Tribunale di Reggio Emilia ha avviato le pratiche per la liquidazione di un debito complessivo che ammontava a 129.851,57 €, contratti dai coniugi Gabriela e Franco. Vessati dai debiti da oltre un decennio. La coppia si era rivolta a Legge3.it, l'Associazione fondata da Gianmario Bertollo, che offre assistenza a chi si trova in stato di sovraindebitamento.

La coppia, attingendo ai risparmi di una vita e chiedendo un prestito ad un Istituto Bancario, aveva deciso di acquistare un immobile e aprire un bar. L'attività, però, stentava a decollare, la rendita era insufficiente anche soltanto a coprire l'investimento iniziale, e l'ammontare della somma da restituire continuava a crescere, per via dei tassi di interesse.

Nel 2008, oppressi dai molti debiti, i due furono "costretti" a vendere la casa dove abitavano, ma questo non è bastato a sanare lo scoperto con la banca, al punto che lo stesso bar fu pignorato e stava per essere messo all'asta.

I coniugi avevano sentito parlare dell'introduzione di strumenti normativi a sostegno di persone in situazioni simili alla loro, ed hanno iniziato a fare ricerche online. Fu così che si imbatterono nel portale Legge3.it, composto da varie figure professionali, come avvocati, commercialisti e altro.

"La prima volta che abbiamo incontrato Gabriela e Franco, ci siamo trovati davanti due persone disperate, con la paura di non avere una via di uscita, ma un piccolo barlume di speranza, avendo letto di altre persone che, da quella loro stessa situazione, erano riuscite ad uscirne, seguendo determinate procedure. – Ha commentato Gianmario Bertollo – Quando ci hanno contattato, in realtà, erano un po' scettici, temevano si trattasse di truffe o di escamotage al limite della legalità. Questo perché intorno alla Legge numero 3 del 2012 si è sempre fatta poca informazione. Si tratta di un provvedimento normativo che ha introdotto degli strumenti volti a favorire lo sdebitamento di cittadini e aziende. Se il debitore presenta le giuste caratteristiche, come ad esempio non aver fatto il furbo liberandosi di beni che possono essere attaccati dai creditori, e si riesce a trovare una quadra che soddisfi i requisiti previsti dalla legge, si può procedere ad avviare la pratica. Gabriela e Franco avevano tutte le carte in regola per poter beneficiare del provvedimento, quindi abbiamo avviato le pratiche. Oggi, per loro si chiude un incubo che dura da 15 anni, possono tirare un respiro di sollievo e ricominciare a guardare al futuro con nuova speranza. Finalmente riusciamo a far valere i diritti dei cittadini, ricorrendo agli strumenti previsti dalla legge, ma finora poco noti, quindi poco usati".


 

PIU' LIBRI, PIU' SPORT E DIETA SANA I BUONI PROPOSITI DI SETTEMBRE DEGLI ITALIANI


SETTEMBRE E' IL MESE DEI BUONI PROPOSITI PER 2 ITALIANI SU 3

Leggere più libri, praticare sport con costanza e mangiare meglio i desideri più diffusi
 Le vacanze sono praticamente finite e a settembre inizia un nuovo anno. A pensarla cosi sono 2 italiani su 3. Tant'è che lo ritengono il mese ideale per apportare cambiamenti radicali nella propria vita (33%) ma, soprattutto, realizzare buoni propositi (61%) per migliorare la propria routine quotidiana.

E' quanto emerge da un sondaggio di Lagostina, storica azienda italiana leader nella produzione di pentole a pressione e pentolame in acciaio inossidabile, realizzata tra 1200 italiani equamente suddivisi tra nord, centro e sud Italia. Nel dettaglio, il 43% del campione dichiara che dopo le vacanze si sente rigenerato e quindi pronto ad accettare nuove sfide, mentre per il 35% la principale motivazione è l'entusiasmo nato dall'aver iniziato a sperimentare nuove abitudini durante le vacanze. A proposito degli scopi, tutti concordano che i nuovi propositi siano necessari per migliorare il proprio benessere e stile di vita. Infatti, a farla da padrone tra i nuovi intenti degli italiani c'è la voglia di leggere di più (61%), seguita dalla volontà di praticare uno sport con costanza (49%), mentre il 42% si pone l'obiettivo di un'alimentazione più sana. 

"Terminate le vacanze estive, settembre è da sempre il momento dei buoni propositi, complici anche le abitudini alimentari poco corrette acquisite durante il periodo di relax. Forma fisica e perdita di peso diventano quindi i due obiettivi primari al rientro in città. In realtà non esiste un mese ideale per iniziare un percorso alimentare volto a migliorare abitudini alimentari. Bisognerebbe, infatti, cercare di acquisire e rendere proprio un corretto stile di vita tutto l'anno, ponendosi degli obiettivi raggiungibili e compatibili con la propria routine" dichiara Fernanda Lisa Scala, biologa nutrizionista e autrice del blog nonchiamateladieta.it.

Ma si sa che i buoni propositi da soli a volte non bastano. Per questo, per un'alimentazione più sana Lagostina da sempre è il miglior alleato degli italiani.  E, a settembre, in occasione del rientro delle vacanze, lancerà la nuova pentola a pressione "Gioiosa 4 stagioni" con un uno speciale ricettario con 3 diverse sezioni: piatti veloci per la pausa pranzo, primizie e stagionalità, conserve e passate; che sarà un utile strumento per soddisfare i palati più esigenti e motivati a scoprire nuove gustose ricette.

"La pentola a pressione è sicuramente un'ottima alleata per tutti coloro che vogliono seguire un'alimentazione sana, pur non disponendo di tanto tempo in cucina. La cottura a pressione, infatti, consente di limitare l'utilizzo di grassi durante la preparazione, preservando le proprietà nutritive e le caratteristiche organolettiche degli alimenti consumati. Il tutto con un notevole risparmio in termini di tempo, per preparare un pranzo o una cena all'ultimo minuto, senza correre il rischio di consumare alimenti estremamente energetici e/o sbilanciati nei loro nutrienti, perché spinti semplicemente dal senso di fame o dalla poca voglia di cucinare. Con gli strumenti giusti un'alimentazione sana sarà quindi ricca di gusto, colore, benessere ed estremamente veloce" spiega la dottoressa Fernanda Lisa Scala.

"In particolare, la pentola a pressione "Gioiosa 4 stagioni" è dotata dell'innovativa valvola Vitamin a due livelli di pressione, per ottimizzare la conservazione dei principi nutritivi degli alimenti durante la cottura. La posizione 1, adatta per la cottura di verdure e cibi delicati o dolci, consente di preservare fino al 35% di vitamina C in più rispetto alla cottura in una pentola tradizionale. La posizione 2, ideale per carne e pesce, grazie alla pressione più alta, velocizza la cottura, dimezzandone i tempi" conclude Francesco Baldissera, direttore marketing di Lagostina S.p.A.

Sono numerosi gli studi che hanno dimostrato come la cottura a pressione sia il metodo migliore per preservare i nutrienti del cibo. Ad esempio, l'acido ascorbico ed il beta-carotene negli spinaci (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7792260), o la vitamina c nei broccoli, che ne conservano il 90% nel metodo a pressione e solo il 66% con la bollitura (http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1750-3841.2006.00258.x/abstract).  Inoltre, cereali e legumi diventano più digeribili, perché acido fitico e lectine vengono ridotte, i piselli raggiungono una digeribilità delle proteine ​​fino all'84% (http://link.springer.com/article/10.1007%2FBF01088088?LI=true#page-1). Questi sono solo alcuni esempi, ma, i benefici della pentola a pressione sono molteplici e il fatto che riduca anche i tempi di preparazione la rendono uno strumento indispensabile nelle cucine moderne.




Agrodolce la pizza romana in teglia - tutti i modi per una bottiglia di gin - le ricette il maiale con le pere - biscotti molisani - i locali consigliati




Agrodolce.it - Novita' 17/09/2019

MAGAZINE E ATTUALITA'


Il 21 e il 22 settembre il Palazzo delle Stelline di Milano farà da cornice a Sweety of Milano and Chocolate: ecco gli appuntamenti imperdibili.
Alice Pizza è un brand di pizza in teglia diffuso a Roma e non solo: Domenico Giovannini ci ha parlato dell'evoluzione della pizza romana in teglia.
Il gin è un distillato dalle molte facce: se in casa avete una bottiglia di questo liquore e volete usarla al meglio, vi suggeriamo cosa potete fare.
Il gorgonzola è il formaggio italiano più cercato: vi raccontiamo 6 curiosità da sapere e vi suggeriamo le ricette per usarlo in cucina.
Ci sono piatti che sarebbe meglio ordinare al ristorante invece di prepararli a casa: vi raccontiamo quali sono e perché ordinarli.
LE RICETTE DI AGRODOLCE


Il filetto di maiale alle pere è un secondo piatto di carne semplice da preparare, ma che regala ottimi risultati: ecco la nostra ricetta.
Le pastarelle a cappelluccio sono dolci rustici tipici della tradizione molisana da accompagnare con latte, caffè o tè: scopri come prepararli.
LOCALI CONSIGLIATI DA AGRODOLCE


Bone Robe a Venezia, in zona Dorsoduro, è un locale che propone hamburger e panini farciti di pulled pork in un ambiente moderno e piacevole.
Commissary Kitchen a Milano, in zona Città Studi, è un ristorante etnico molto semplice che propone cucina filippina autentica.
On The Road a Roma, in zona Casetta Mattei, è una steakhouse dove gustare carne di qualità e primi ben fatti in un ambiente accogliente.


© Gruppo HTML

'Prima' è in edicola e Disponibile subito anche in digitale ReInventarsi





-

Ottima annata per la vendemmia nel Lazio, a +16%. I Castelli Romani festeggiano con una "Cena in Vigna"




Ottima annata per la vendemmia nel Lazio. I Castelli Romani festeggiano con una “Cena in Vigna”

Raccolto migliore e incremento del 16%. Centinaia di persone hanno brindato alla stagione propizia con CastelliExperience e l’azienda Colle Picchioni


Il 2019 si preannuncia come un’ottima annata per la vendemmia nel Lazio, con uve qualitativamente superiori ed un incremento del raccolto del 16% rispetto all’anno precedente. L’insolito clima che ha caratterizzato le ultime stagioni, con una primavera fin troppo piovosa e temperature inferiori alla media, e un’estate torrida con la colonnina del mercurio spesso prossima ai 40°, è, di fatto, stato una fortuna per le uve, rendendo gli acini più zuccherini.

Per celebrare l’inizio della vendemmia nell’area dei Castelli Romani, CastelliExperience, associazione per la promozione turistica dell’area castellana, e l’azienda Colle Picchioni, storico produttore vinicolo locale, hanno organizzato l’evento “Cena in vigna”, che ha portato centinaia di turisti e wine lovers alla scoperta dei vini castellani e dei vigneti di quest’area.

L’evento ha fornito ai presenti l’occasione per visitare le vigne dell’azienda Colle Picchioni, gestita oggi da Valerio Di Mauro e da sua moglie Laia Storbeck, che dalla fine degli anni sessanta produce ottimi vini, sempre nel rispetto della tradizione e del territorio. I partecipanti hanno potuto fare domande su tutto il processo di realizzazione del vino, dalla raccolta, fino ad arrivare nei calici sulle nostre tavole.

L’area dei Castelli Romani ha sempre attirato molti turisti, sia per i suoi prodotti enogastronomici, sia per le bellezze paesaggistiche, come, ad esempio, i laghi. – Ha commentato Tiziana Micheli, Presidente di CastelliExperience. – Oggi, le modalità di fruizione del territorio stanno cambiando, così come le tipologie di turisti che si recano sul territorio, dall’appassionato di arte, che vuole scoprirne i borghi, all’amante di vini, che non si accontenta di degustarli, ma vuole conoscere la storia che c’è dietro. Per questo motivo, in collaborazione con le aziende locali, ci impegniamo a adeguare l’offerta turistica ai nuovi standard richiesti, rinnovando il modo di concepire il territorio e la sua promozione”.

Negli ultimi anni, abbiamo notato che gli appassionati di vino sono diventati sempre più consapevoli e curiosi sul mondo enologico. Ogni anno veniamo contattati da molte persone che vorrebbero conoscere meglio l’azienda, visitare le vigne, avere informazioni sulla vendemmia e i processi di produzione. – Ha detto Valerio Di Mauro. – Per questo motivo, in collaborazione con CastelliExperience, abbiamo voluto festeggiare l’inizio della vendemmia, aprendo le nostre porte con un evento diverso, divertente e raffinato, tutto all’insegna del vino”.

Gli ospiti di “Cena in vigna” sono stati accolti con un aperitivo di benvenuto a base di Mèva bianco, una malvasia in purezza dell'azienda, dal taglio fresco e giovanile, accompagnato da fritti vegetali espressi al cartoccio, e con un intrattenimento a cura di attori e musicisti che hanno proposto performance sul tema del vino. A seguire, su un giardino terrazzato in mezzo al vigneto con vista sul mare da una parte e su Roma dall'altra è stata servita la cena. Prodotti semplici e di qualità della tradizione, tutto rigorosamente fatto in casa. Una serata all'insegna dello stare insieme e della convivialità. Durante la cena, ogni piatto è stato abbinato ad un vino locale, scelto da esperti sommelier dell’azienda.

I vini proposti sono stati: Mèva bianco, Donna Paola, Le Vignole e per finire Il Vassallo, il rosso di punta dell'azienda che ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti, come i 5 grappoli di Bibenda, inserito da Civiltà del Bere tra i 30 miti italiani ed altro.



Il 22 settembre a Roma, si terrà il “Gran Ballo e Pic Nic” a Villa Lazzaroni organizzato dalla Compagnia Nazionale di Danza Storica

 


Domenica 22 settembre a Roma, si terrà il "Gran Ballo e Pic Nic" gratuito a Villa Lazzaroni organizzato dalla Compagnia Nazionale di Danza Storica di Nino Graziano Luca
 
Dopo il grande successo ottenuto la scorsa domenica con il Gran Ballo e Pic Nic al Laghetto dell'Eur con giro in battello, la Compagnia Nazionale di Danza Storica diretta da Nino Graziano Luca, sarà nuovamente protagonista a Villa Lazzaroni, nel cuore del quartiere Appio Latino con questo evento gratuito.
Decine di Danzatori in Costume dell'800 si riuniranno per un nuovo "Gran Ballo con Pic Nic", per immergersi nelle meravigliosa epoca storica del 1800 con danze, musiche, costumi e giochi di quel magico periodo. L'evento e' finalizzato alla promozione culturale ed alla condivisione delle danze storiche. 
La Compagnia Nazionale di Danza Storica, che ha ricevuto in questi giorni il Patrocinio non oneroso dell'Enit (Agenzia Nazionale del Turismo), ha inoltre, aperto le iscrizioni ai corsi 2019/2020 di Danza Storica in vari quartieri romani e non solo che inizieranno da fine settembre e proseguiranno fino a fine giugno.

I Corsi sono divertenti, coinvolgenti e preparano gli iscritti ai meravigliosi Gran Balli ed ai Te' Danzanti organizzati ogni mese dalla Compagnia Nazionale di Danza Storica nella Capitale ed in molte città italiane. 
I corsi proposti dalla Compagnia, sono il risultato delle ricerche sui Manuali originali del
XIX secolo iniziate nel 1990 dal Presidente Nino Graziano Luca, autore del libro "Gran Balli dell'800", già collaboratore dell'Università La Sapienza, Tutor di Danze Storiche del popolare programma televisivo di RaiDue Detto Fatto, ospite di Ballando Con le Stelle e direttore di numerosi eventi internazionali.




Post più popolari