Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

9 luglio 2019

Prima è in edicola a Milano con la guida Uomini Comunicazione





-

Agrodolce - LOCALI CONSIGLIATI:OH DOG A ROMA - GUNè A FIRENZE PER UNA CUCINA TOSCOLUCANE - RICETTE: PARMIGGIANA DI ZUCCHINE E PATATE - IL FILETTO VEGANO - LE PIZZE DOLCI - A TORINO I RACCONTI DEL PROFESSORE



Agrodolce.it - Novita' 09/07/2019

MAGAZINE E ATTUALITA'


Creato dall'unione di ingredienti locali e importati, il marzapane è uno dei dolci immancabili della Sicilia: vi raccontiamo come nasce.
Lo specialty coffee, servito in bar e caffetterie specifiche, è un tipo di caffè speciale, pregiato, il cui processo di produzione è un lavoro collettivo.
Siamo stati a cena da Condividere a Torino, all'interno della Nuvola Lavazza, a provare i piatti dello chef Federico Zanasi.
Dopo l'hamburger, le polpette e il pollo, anche il filetto diventa vegano: a produrlo è un'azienda olandese e il filetto è già disponibile in Italia.
La pizza non è soltanto salata: 5 pizzaioli si sono cimentati con altrettante pizze dolci, perfette per un dessert diverso dal solito.
LE RICETTE DI AGRODOLCE


La parmigiana di zucchine e patate è un secondo piatto leggero preparato con strati di zucchine e patate cotte in forno: ecco la ricetta.
Lo spezzatino di pesce spada è un piatto molto saporito e adatto a tutta la famiglia: seguite la nostra ricetta.
LOCALI CONSIGLIATI DA AGRODOLCE


Oh Dog! a Roma, nei pressi di piazza Re di Roma, è un locale che propone hot dog preparati con ingredienti di alta qualità.
Gunè a Firenze, in zona San Frediano, è un ristorante che propone una cucina che mescola piatti toscani e specialità lucane in un ambiente accogliente.
Magnolia Asian Gastrobar a Firenze, all'interno dell'Hotel Four Seasons, è un locale che propone snack e cocktail in stile fusion asiatico.
Giulia Ristorante & Bottega a Trani propone una cucina lucana ricca di prodotti tipici con idee nuove e in un ambiente davvero piacevole.
E' GRADITA CONDIVISIONE
IL MEDESIMO ARTICOLO è PUBBLICATO SU www.aspapress.it – (1991) CRONACHEDEL2000.IT (1991)*– ROMAGNASERA.IT (1982)*- ENZOFASOLI.COM-(1975)* LE MUSEINSCENA-IT (2002)* – TEATRO DELLEMOZIONI.IT (2004)*- DIRETTORE: ENZO FASOLI (1970)*
e/o edizione cartacea e successiva online
SUI SOCIAL pagine FACEBOOK: Agenzia Stampa Aspapress – Accademia Europea delle Muse - Teatro Delle Emozioni - Dancing Dream – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
Iscriviti e diffondi la pagina Facebook Agenzia Stampa Aspapress

Leggi, CONDIVIDI E SOSTIENI: www.aspapress.it - INFO 338 1604968
Puoi versare quanto puoi o vuoi SIA ON-LINE O DAL TABACCAIO E/o
RICEVITORIA LOTTOMATICA-SISAL
PayPal 5338 7509 8988 3402 = IBAN IT 75 O 38000 03200 0CA13596456

POSTAPAY 5333 1710 6407 7791 = IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX
Donazione DETRAIBILE per contribuire all' acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà; e/o anche ausili per mobilità motoria e assistenza. INFO 338 1604968


© Gruppo HTML


Festival FUORI PROGRAMMA al Teatro India con una sezione di spettacoli dal 10 al 27 luglio


FUORI PROGRAMMA, Festival Internazionale di Danza Contemporanea, direzione artistica Valentina Marini, a Roma al Teatro India, dal 10 al 27 luglio

Fuori Programma, con la direzione artistica di Valentina Marini, alla sua quarta edizione torna in scena nell'estate 2019 appunto con un "Fuori Programma" tracciando un itinerario di spettacoli e laboratori diffusi per la città. Dalla precedente sede del Teatro Vascello a Monteverde si sposta per abitare gli spazi del Teatro India, Teatro Biblioteca Quarticciolo, Daf Dance Arts Faculty. Dieci artisti provenienti dall'Italia, Germania, Francia, Spagna condividono con il pubblico visioni e creazioni che ci accompagnano dal 27 giugno al 7 settembre. Il Festival è prodotto da European Dance Alliance/Valentina Marini Management con il contributo di Regione Lazio- Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili, con il sostegno di Teatro di Roma – Teatro Nazionale, Teatro Biblioteca Quarticciolo e CrAnPi.

Dal 10 luglio si apre la sezione Festival ubicata al Teatro India che ospita in apertura l'anteprima del nuovo atteso progetto di e con Michela Lucenti Concerto Fisico, uno spettacolo che celebra i 15 anni della ricerca artistica del collettivo Balletto Civile (IT); a seguire il 21 luglio alle ore 21.00, un altro appuntamento importante, Erectus di Abbondanza/Bertoni (IT), secondo capitolo del progetto Poiesis di cui abbiamo ospitato lo scorso anno, con grande successo, il primo lavoro, La Morte e la Fanciulla. Il 24 luglio è in scena una serata doppia, pensata per gli spazi di India e dedicata alla prima nazionale di Equal Elevations (ore 21.00) del visionario Marcos Morau e il suo gruppo La Veronal (ES) seguito da Future man (ore 21.45), creazione inedita, in esclusiva per Fuori Programma a firma di Mauro Astolfi per Spellbound Contemporary Ballet (IT). Il 27 luglio alle ore 21.00 è in calendario il quarto e ultimo appuntamento a India, che vede in scena per la prima volta a Roma, dopo la prima italiana a Bolzano Danza, la Sita Ostheimer Company (DE) in Us-Two, progetto nato per spazi industriali e perfetto per la location del Teatro India.

Fuori programmapropone dunque uno sguardo sul vasto paesaggio della scena internazionale, raccogliendo una gamma di creazioni espressione di linguaggi differenti, legate a una geografia altrettanto variegata per portare in scena negli appuntamenti del Festival,una sintesi delle più interessanti e recenti produzioni coreografiche.L'approccio alla danza contemporanea diventa quindi un atto di fiducia per rinnovare i propri interessi, per ridisegnare la poetica e il senso estetico che appartiene alla nostra civiltà, e si pone come dispositivo per riscoprire, attraverso l'uso del corpo e la musica, una sensibilità volta alla pluralità e alle differenze."

La scelta, non facile, di collocare la programmazione durante il periodo estivo, nasce dalla volontà di creare una continuità nell'offerta culturale cittadina e non condizionare l'immaginario dei mesi estivi alle sole proposte pop en plen air ma permettere ai tantissimi romani che ancora in estate  risiedono in città, così comeai turisti che affollano la nostra meravigliosa Roma, di usufruire di una proposta artistica che guardi all'Europa riuscendo a fare da ponte tra questa e gli altri Festival estivi nazionali.

Fuori Programma rinnova anche quest'anno la collaborazione con Casa dello Spettatore che curerà INCONTRO ALLA DANZA_fuori programma. Appuntamenti con il pubblico per percorrere insieme un cammino condiviso dentro gli angoli di un'arte antica, costantemente elaborata e ripensata. Gli incontri si tengono a partire dalle ore 19.00 al Teatro India il 21 e 27 e sono a ingresso gratuito. Per partecipare e richiedere informazioni è possibile scrivere a info@casadellospettatore.it.



Teatro India
lungotevere Vittorio Gassman, 1 – Roma

Info e prenotazioni
+39 06 69426222
+ 39 347 8312141
fuoriprogrammafestival@gmail.com


Biglietti
intero 18€, ridotto 15€

Acquisto on line 
http://www.biglietto.it/newacquisto/titoli.asp?ide=1785

Abbonamenti
Speciale abbonamento per i 4 eventi a Teatro India:
4 spettacoli 45€ per under 26 e over 65

Come raggiungerci
Bus 170, 766,  780, 781





10 LUGLIO ORE 21
Balletto Civile (IT) _ Concerto Fisico
anteprima _ ingresso 18€, ridotto 15€

21 luglio ore 21
Compagnia Abbondanza Bertoni (IT) _ Erectus
prima regionale
ingresso 18€, ridotto 15€

24 luglio ore 21
La Veronal (ES) / Equal Elevations

prima nazionale _ ingresso 10€
24 luglio ore 21.45
Spellbound Contemporary Ballet (IT) _ Future man

prima assoluta _ ingresso 10€
*ingresso serata completa 18€, ridotto 15€

27 luglio ore 21
Sita Ostheimer Company (DE) _ Us Two

prima regionale _ ingresso serata completa 18€, ridotto 15€

intervista di GIOVANNI ZAMBITO al soprano Amarilli Nizza, è "TURANDOT" UN RUOLO CHE FA TREMARE I POLSI


65° FESTIVAL PUCCINI, AMARILLI NIZZA È "TURANDOT" UN RUOLO CHE FA TREMARE I POLSI. L'INTERVISTA
"Amarilli Nizza, intensa voce sopranile che sa scovare sempre la giusta ed intrinseca drammaticità vocale dei suoi ruoli": è il giudizio di un critico in evidenza sulla home page del sito del soprano. Il 13 luglio grande appuntamento al 65° Festival Puccini di Torre del Lago con "Turandot" con la direzione musicale del M° Marcello Mottadelli e la regia di Giandomenico Vaccari. Dopo altre donne pucciniane, questa è la prima volta per Amarilli Nizza nei panni della principessa che la stessa soprano definisce un personaggio davvero particolare perché "crudele, freddo, sanguinario". Ci confessa le sue emozioni a pochi giorni dal debutto (13 luglio) e il suo privilegiato rapporto con il compositore toscano. L'intervista.
Puccini sembra rappresentare un punto fermo nella sua carriera: negli anni come è "cresciuto/cambiato" il suo rapporto con il compositore attraverso i differenti personaggi che ha interpretato?
Puccini è stato l'autore che ha segnato gli inizi della mia carriera. La Butterfly il mio esordio assoluto sulle scene a cui poi sono seguite La Bohème e Suor Angelica. Nel giro di pochi anni, grazie al consenso del pubblico, della critica e degli addetti ai lavori mi sentivo sempre più identificata con le opere pucciniane sebbene anche Giuseppe Verdi riscuotesse grandi consensi, arrivati però qualche anno dopo perché Verdi era uno di quei compositori che incuteva in me grande timore reverenziale e cercavo all'inizio di evitarlo..
Quando ho deciso di essere coraggiosa e mi sono tuffata nella produzione verdiana, che ho tanto amato, sentivo spesso la mancanza di Puccini. Mi mancava il Suo linguaggio musicale, la sua empatia con i personaggi scritti, mi mancava il pathos e la immedesimazione che solo con Puccini riesco ad avere. All'inizio amavo Puccini in maniera istintiva. Con il passare degli anni ho preso consapevolezza di quanto unico sia questo autore e di quanta verità riesca a trasmettere in tutto ciò che scrive. La mia personalità ha bisogno di cercare verità e di esprimerla sul palco. Puccini mi consente di farlo sempre.
Mi corregga se mi sbaglio: questa al Festival Pucciniano sarà la sua prima "Turandot" nel ruolo di Turandot, un personaggio nell'immaginario collettivo anche di chi non è melomane. Vestirne i panni, cantarne la storia rappresenta per Lei una responsabilità particolare? 
Turandot è uno di quei ruoli che fanno tremare i polsi. Innanzitutto la tessitura vocale è estrema, impervia, tagliente. Poi il personaggio è crudele, freddo, sanguinario. Caratteristiche che non riscuotono certo i favori del pubblico che immancabilmente fa il tifo per Liù, dolce, buona, coraggiosa.
Turandot è arroccata nel potere, nella sua arroganza data da una condizione di privilegio, ricchezza e nobiltà, è prepotente, vile, ingiusta. Insomma non è semplice trasferire tutto questo al pubblico e se lo si trasferisce si diventa odiosa per chi ascolta. Ho portato in scena numerose volte sia Lady Macbeth che Abigaille, due personaggi negativi ma che hanno coerenza drammaturgica. Nel caso di Turandot la coerenza manca e il suo improvviso amore per calaf non è ben comprensibile da quali ragioni sia mosso.
Con il regista Giandomenico Vaccari su che cosa state specialmente lavorando? Che "Turandot" sarà la vostra?
Con il regista Vaccari abbiamo lavorato molto proprio sulla motivazione che spinge Turandot nel finale di Alfano nelle braccia di Calaf e la abbiamo messa bene in evidenza del primo atto dove lei non canta ma appare in scena e sarà in qualche modo folgorata da Calaf.
Abbiamo anche molto sottolineato certe sfumature di debolezza che appartengono alla principessa,  dei piccoli cedimenti, delle piccole ombre che la pervadono nell'incontro con Liù (ad esempio ), così come degli scambi di intesa con Ping, suo fidato, e con l'angelo della morte (un personaggio creato ad hoc proprio da Vaccari).
C'è un'aria, un'opera che potrebbe sintetizzare l'importanza che l'opera ha nella sua vita?
L'aria che più mi rappresenta è "Vissi d'Arte". Più per il testo che per altro. Ho dedicato tutta la mia esistenza all'arte del canto lirico e della famiglia (un marito e due meravigliosi figli). Talvolta mi chiedo, di fronte a ingiustizie subite, perché io le stia subendo dal momento che non ho mai fatto male ad anima viva ... ovviamente le subiamo tutti nella nostra esistenza ma credo che l'aria di Tosca ben sintetizzi tanti pensieri che possono affliggerci.
Ogni volta che entra in scena, per una prima ma non solo, fa qualche atto scaramantico, una preghiera o semplicemente una raccomandazione a se stessa?
Sì, qualche piccola preghiera parte dal cuore ogni volta. Ho tanti cari non più su questa terra che mi proteggono da lassù, di questo sono convinta.
Andando a ritroso, come vede la Amarilli Nizza degli esordi? c'è qualche elemento o tappa che cambierebbe nel suo percorso?
Non vivo di rimpianti e difficilmente mi guardo indietro. Anzi, se mi volto dico: accidenti! Ma ho davvero fatto tutte queste cose?
Al di là delle vicende, ritrova qualcosa di sé nelle donne pucciniane che ha impersonato?
Trovo tutto di me nelle donne di Puccini ed è per questo che le amo perdutamente. In me c'è un po' di ognuna e non è difficile lasciarsi trasportare da loro sul palco perché sono così vere, così umane, così forti, così fragili così credibili. In una parola : così DONNE
Giovanni Zambito.


E’ GRADITA CONDIVISIONE
IL MEDESIMO ARTICOLO è PUBBLICATO SU www.aspapress.it – (1991) CRONACHEDEL2000.IT (1991)*– ROMAGNASERA.IT (1982)*- ENZOFASOLI.COM-(1975)* LE MUSEINSCENA-IT (2002)* – TEATRO DELLEMOZIONI.IT (2004)*- DIRETTORE: ENZO FASOLI (1970)*
e/o edizione cartacea e successiva online
SUI SOCIAL pagine FACEBOOK: Agenzia Stampa Aspapress – Accademia Europea delle Muse - Teatro Delle Emozioni - Dancing Dream – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
Iscriviti e diffondi la pagina Facebook Agenzia Stampa Aspapress

Leggi, CONDIVIDI E SOSTIENI: www.aspapress.it - INFO 338 1604968
Puoi versare quanto puoi o vuoi SIA ON-LINE O DAL TABACCAIO E/o
RICEVITORIA LOTTOMATICA-SISAL
PayPal 5338 7509 8988 3402 = IBAN IT 75 O 38000 03200 0CA13596456

POSTAPAY 5333 1710 6407 7791 = IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX
Donazione DETRAIBILE per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà; e/o anche ausili per mobilità motoria e assistenza. INFO 338 1604968

Post più popolari