Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

8 novembre 2018

Grande anteprima di 'Cosa fai a capodanno'




Giovedì 15 novembre novembre si terrà uno splendido evento di anteprima di "Cosa fai a Capodanno", la nuova Black Comedy di Natale di Vision Distribution. Meetic, leader nei servizi di dating online,  radunerà i single di Roma al cinema Lux (Via Massaciuccoli 31) per una speciale anteprima dove si avrà la possibilità di conoscere due stelle del cast: Luca Argentero e Ilenia Pastorelli! Direttamente in sala pronti a dare il via alle proiezione le due star di Cinecittà saranno ben disposte a scambiare due chiacchiere con l'insolita platea single, prestarsi per qualche selfie e soprattutto rispondere alla fatidica domanda che dà il titolo al film: Cosa fai a Capodanno? Loro sapranno di certo come rispondere! 

Che ne diresti di prendere parte a questa speciale anteprima? Contattaci per ricevere l'accredito e prendere parte all'evento!


I SINGLE DI ROMA E MILANO SI RITROVANO AL CINEMA
L'APPUNTAMENTO È CON L'ANTEPRIMA ESCLUSIVA DEL FILM
"COSA FAI A CAPODANNO?"

È uno dei passatempi preferiti dai single europei, italiani in primis. Ed è per questo che Meetic omaggia la sua community con un'esclusiva serata al cinema, per condividere una passione, fare nuove conoscenze e non solo. Sarà anche l'occasione giusta per incontrare di persona i protagonisti della prima black comedy di Natale: Ilenia Pastorelli e Luca Argentero

Cosa fai a Capodanno? Una domanda scomoda, che insegue chiunque e che anno dopo anno viene puntualmente posta, soprattutto quando si è single. Finalmente la risposta è alla portata di tutti e si cela nella black comedy tutta italiana in arrivo nelle sale cinematografiche dal 15 novembre grazie a Vision Distribution. Ed è per questo che Meetic, il servizio di dating più affidabile d'Italia*, coglie la palla al balzo e dedica alla sua community romana e milanese la possibilità di scoprire la risposta all'annosa domanda. Come? Regalando una serata al cinema dedicata solo a loro per vedere il film "Cosa fai a capodanno?" e soprattutto per incontrare dal vivo due dei protagonisti: Luca Argentero e Ilenia Pastorelli. E così la possibilità di incontrare il partner ideale è sempre dietro l'angolo! Chissà se Meetic riuscirà nel suo intento, le premesse fanno senz'altro ben sperare: ad oggi sono circa un milione le coppie nate grazie al supporto sempre attento del servizio di dating leader in Europa.

Non è un caso se, da un'indagine condotta da Kantar TNS su un campione di oltre 9 mila single di 7 Paesi europei, emerge che l'84% degli intervistati sottolinea quanto sia importante condividere le stesse passioni e amare gli stessi luoghi, in particolare quando si tratta di cinema. D'altronde sono dei luoghi intimi, è come se si fosse sempre appartati e di conseguenza si prestano perfettamente a far nascere una nuova storia tra due single. A confermarlo anche gli utenti italiani interpellati da Meetic: nella classifica degli hobbies preferiti, infatti, il cinema si piazza al 2° posto. Il genere che va per la maggiore? Ovviamente le donne prediligono le commedie romantiche (16%), mentre gli uomini i film d'azione (16%). Nella classifica generale il primo gradino del podio è occupato, a pari merito, dai film d'azione e d'avventura, oltre che dalle commedie (tutti con il 28%). Al secondo posto le commedie romantiche (24%), mentre al terzo i film drammatici (18%). 

Gli appuntamenti che i single appassionati di cinema devono segnare in calendario sono due: martedì 13 novembre alle h 20.30 sarà la volta di Milano, che radunerà i suoi single all'UCI Cinema Bicocca (Viale Sarca, 336), mentre giovedì 15 novembre (sempre alle h 20.30) sarà la volta di Roma, che invita i suoi single al Cinema Lux (Via Massaciuccoli, 31). In entrambe le occasioni, sia le donne che gli uomini presenti potranno anche rifarsi gli occhi: direttamente in sala pronti a dare il via alle proiezioni milanese e romana si ritroveranno Luca Argentero e Ilenia Pastorelli, ben disposti a scambiare due chiacchiere con l'insolita platea single, prestarsi per qualche selfie e soprattutto rispondere alla fatidica domanda che dà il titolo al film: Cosa fai a Capodanno? Loro sapranno di certo come rispondere! 

La commedia è l'opera prima da regista di Filippo Bologna, uno degli autori di "Perfetti sconosciuti", che porta sul grande schermo una pellicola tutta nuova che fa del divertimento e del mistero i suoi cavalli di battaglia, stimolando anche la riflessione sull'approccio e il rapporto di coppia. In uno sperduto chalet di montagna sta per iniziare una festa di Capodanno molto particolare: le coppie invitate non si conoscono e sono tutte alla ricerca di nuove esperienze. Ad accogliere gli ospiti, i misteriosi Mirko (Luca Argentero) e Iole (Ilenia Pastorelli).

Vista l'esclusività (e la gratuità) delle due anteprime, per accedere all'evento è necessario iscriversi alla pagina ufficiale cliccando QUI per la tappa di Milano e QUI per la tappa di Roma. In alternativa, basta anche una veloce mail all'indirizzo eventimeetic@meetic-corp.com. Ed è così che Meetic offre ai suoi affezionatissimi single un ulteriore occasione dal vivo che si aggiunge agli oltre 500 eventi live già organizzati. Occasioni uniche che permettono di andare oltre l'App e "darsi un volto", magari condividendo la stessa passione per il cinema. 

Che dite di partecipare con una donazione per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà?
Puoi versare quanto puoi o vuoi

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

SOSTENETE L'Associazione Stampa Periodici Associati ASPAPRESS 
l' Agenzia Stampa diretta da Enzo Fasoli, dal 8 marzo 1991,
gli articoli pubblicati sono frutto di un lavoro quotidiano di selezione e pubblicazione gratuita.  WWW.ASPAPRESS.IT – CRONACHEDEL2000.IT dal 1991 – ROMAGNASERA.IT dal 1982 - ENZOFASOLI.COM- LEMUSEINSCENA-IT dal 2003 – TEATRODELLEMOZIONI.IT dal 2004  SOCIAL  FACEBOOK – GOOGLE – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK AGENZIA STAMPA ASPAPRESS
E IN Yutube AL CANALE ASPAPRESS
Se ti piace ciò che leggi e lo trovi utile, che ne dici di sostenerci ON LINE CON CARTA DI CREDITO con un piccolo contributo/DONAZIONE della somma che credi tu che potrai detrarre dalla dichiarazione dei redditi.
1)      DONAZIONE ATTIVITA’ REDAZIONE
2)      DONAZIONE PER L’ACQUISTO DI UN MEZZO PER TRASPORTO DIVERSAMENTE ABILI E ANZIANI ANCHE CARROZZATI
SEGUIRA’ RICEVUTA DETRAIBILE DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

Info:
per i vostri comunicati: redazioneroma@aspapress.it
informazioni donazioni: aspapress.roma@gmail.com

REFERENDUM TRASPORTI ROMA : PERCHè VOTARE NO IL 11 NOVEMBRE L' INDICAZIONE DELLA Filcams CGIL , Funzione Pubblica CGIL , Filctem CGIL



REFERENDUM ATAC : il No di FP, Filcams e Filctem CGIL
#PubblicoèTuo : Le categorie FP CGIL, Filcams CGIL, Filctem CGIL di Roma e del Lazio, in previsione del Referendum Consultivo che si terrà domenica 11 Novembre 2018 riguardante la privatizzazione del trasporto pubblico, esprimono il loro sostegno per il NO.
“Privato non vuol dire né un servizio migliore né maggiori garanzie per le lavoratrici e per i lavoratori. Il servizio pubblico è di tutti e migliorarlo è possibile.
Atac, come le altre partecipate, è un'azienda pubblica che deve essere messa in condizioni di operare. Privatizzare significherebbe solo spostare la ricchezza dei cittadini nelle mani di pochi soggetti che non metterebbero al primo posto gli interessi della comunità e costituirebbe un pericoloso precedente per il futuro di tutte le aziende partecipate e legate al sistema pubblico”.
A dichiararlo i Segretari generali di FP, Filcams e Filctem CGIL di Roma e Lazio, Natale di Cola, Alessandra Pelliccia e Ilvo Sorrentino.

Che dite di partecipare con una donazione per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà?
Puoi versare quanto puoi o vuoi

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

SOSTENETE L'Associazione Stampa Periodici Associati ASPAPRESS 
l' Agenzia Stampa diretta da Enzo Fasoli, dal 8 marzo 1991,
gli articoli pubblicati sono frutto di un lavoro quotidiano di selezione e pubblicazione gratuita.  WWW.ASPAPRESS.IT – CRONACHEDEL2000.IT dal 1991 – ROMAGNASERA.IT dal 1982 - ENZOFASOLI.COM- LEMUSEINSCENA-IT dal 2003 – TEATRODELLEMOZIONI.IT dal 2004  SOCIAL  FACEBOOK – GOOGLE – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK AGENZIA STAMPA ASPAPRESS
E IN Yutube AL CANALE ASPAPRESS
Se ti piace ciò che leggi e lo trovi utile, che ne dici di sostenerci ON LINE CON CARTA DI CREDITO con un piccolo contributo/DONAZIONE della somma che credi tu che potrai detrarre dalla dichiarazione dei redditi.
1)      DONAZIONE ATTIVITA’ REDAZIONE
2)      DONAZIONE PER L’ACQUISTO DI UN MEZZO PER TRASPORTO DIVERSAMENTE ABILI E ANZIANI ANCHE CARROZZATI
SEGUIRA’ RICEVUTA DETRAIBILE DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

Info:
per i vostri comunicati: redazioneroma@aspapress.it
informazioni donazioni: aspapress.roma@gmail.com


VA PENSIERO _ grande creazione corale firmata Marco Martinelli e Ermanna Montanari _ dal 13 al 18 novembre Teatro Argentina


Dal 13 al 18 novembre al Teatro Argentina
un intreccio di mafia, politica e imprenditoria nella creazione firmata da Marco Martinelli ed Ermanna Montanari
VA PENSIEROdi Marco Martinelli
ideazione e regia Marco Martinelli ed Ermanna Montanari
in scena Ermanna Montanari (Sindaco, detta “la Zarina”),
Alessandro Argnani (Vincenzo Benedetti, vigile urbano), Laura Redaelli (Licia, segretaria del Sindaco), Ernesto Orrico (Antonio Dragone, imprenditore ‘ndranghetista),
Roberto Magnani (Edgardo Siroli, ufficio stampa del Comune), Gianni Parmiani (Olmo Tassinari, amico d’infanzia della Zarina),
Mirella Mastronardi (Stefania Sacchi, consulente finanziaria), Alessandro Renda (Sandro Baravelli, imprenditore quasi onesto),
Salvatore Caruso e Tonia Garante (Rosario e Maria, gelatai in esilio), Stefano Nanni (Maestro del coro), Fagio (Omero, cacciatore di nutrie), Luca Pagliano (Dottore)
con la partecipazione della Corale Polifonica Città di Anzio nell’esecuzione di alcuni brani dalle opere di Giuseppe Verdiincursione scenica Fagio, Luca Pagliano - arrangiamento e adattamenti musicali, accompagnatore e maestro del coro Stefano Nanni - scene Edoardo Sanchi
costumi Giada Masi - disegno luci Fabio Sajiz - musiche originali Marco Olivieri - suono Marco Olivieri, Fagio
consulenza musicale Gerardo Guccini - editing video Alessandro Renda - fotografie dello spettacolo Silvia Lelli
Produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro delle Albe - Ravenna Teatro

Giovedì 15 novembre (ore 17) nella Sala Squarzina del Teatro Argentina presentazione del libro
Marco Martinelli un drammaturgo corsaro di Maria Dolores Pesce (Editoria&Spettacolo)

Dal 13 al 18 novembre al Teatro Argentina debutta una storia italiana, di bellezza e di malaffare, di mafia e di declino, con tracce di rinascita, che pone a stridente confronto gli ideali risorgimentali delle opere di Verdi con il degrado e la corruzione dell’Italia attuale, VA PENSIERO. Una grande creazione corale su drammaturgia di Marco Martinelli, che condivide l’ideazione e la regia con Ermanna Montanari, per portare in scena la “speranza” risorgimentale inscritta nella musica di Giuseppe Verdi, da controcanto al “pantano” e alla corruzione del nostro oggi attraverso il racconto di un caso di cronaca. La storia è ambientata in una piccola città dell’Emilia Romagna all’inizio del secolo, dove un coraggioso vigile urbano non obbedisce ai poteri forti e si fa licenziare, pur di mantenere la propria integrità e non sottostare alle infiltrazioni mafiose e alle collusioni tra imprenditori e politici senza scrupoli: l’intreccio di mafia, politica e imprenditoria “disponibile” che sta avvelenando il tessuto sociale della regione che ha visto nascere il socialismo e le prime cooperative. Così, il “pensiero” riuscirà ancora a muoversi. Sul palcoscenico l’antica melodia di Verdi sorvola l’Italia che è intorno a noi, anzi che “siamo” noi, fotografando il disfacimento politico, l’impossibilità di riconoscersi negli ideali dei vecchi partiti, il declino del costume nazionale: elementi di un magma inestricabile che fa un tutt’uno con la nostra vita collettiva. Dopo Pantani e Rumore di acque, Slot Machine e Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi, un altro affondo drammaturgico di Martinelli sulla patria raccontata attraverso i suoi inferni e i suoi gesti di ribellione: un grido disperato e ancora vibrante di speranza, perché si ritrovi il senso di parole come “democrazia” e “giustizia”. Lo spettacolo in due atti vede in scena l’ensemble del Teatro delle Albe insieme ad altri attori “ospiti” e un coro dal vivo, la Corale Polifonica Città di Anzio, che eseguirà arie e corali dalle opere verdiane.
Giovedì 15 novembre (ore 17) nella Sala Squarzina del Teatro Argentina si terrà la presentazione del libro Marco Martinelli un drammaturgo corsaro di Maria Dolores Pesce (Editoria&Spettacolo). Con l’autrice intervengono Marco Martinelli e gli attori della compagnia. Marco Martinelli è il drammaturgo del Teatro delle Albe dal 1983, anno di fondazione della compagnia gruppo nato a Ravenna, per volontà di Ermanna Montanari, Luigi Dadina, Marcella Nonni e dello stesso Martinelli.

in allegato il comunicato stampa
Saluti
Ufficio stampa

Ufficio Stampa Teatro di Roma:
Amelia Realino
tel. 06. 684 000 308 I 345.4465117

INVITO CONVEGNO INTERNAZIONALE | COLLEZIONI DI ARMI E ARMATURE: CONSERVAZIONE, RIPRODUZIONE, FALSI | 9-10 novembre, Roma, Palazzo Venezia - Castel Sant'Angelo


CONVEGNO INTERNAZIONALE | 9-10 Novembre 2018 Roma - Palazzo Venezia, Castel Sant'Angelo
COLLEZIONI DI ARMI E ARMATURE: CONSERVAZIONE, RIPRODUZIONE, FALSI

Il Polo Museale del Lazio diretto da Edith Gabrielli, organizza il convegno internazionale COLLEZIONI DI ARMI E ARMATURE: CONSERVAZIONE, RIPRODUZIONE, FALSI, realizzato in collaborazione con il Polo Museale dell'Emilia Romagna diretto da Mario Scalini.
ll convegno si svolgerà in due giornate:
  • venerdì 9 novembre 2018, dalle ore 10.00 alle ore 15.00 a Palazzo Venezia
  • sabato 10 novembre 2018, dalle ore 10.00 alle ore 15.00 a Castel Sant'Angelo
Il convegno rientra tra le iniziative di studio e approfondimento dei temi proposti nella mostra Armi e potere nell'Europa del Rinascimento attualmente in corso a Palazzo Venezia e a Castel Sant'Angelo, prorogata fino al 27 gennaio 2019.

Al termine di entrambe le giornate del convegno è prevista la visita della mostra.





PROROGATA FINO AL 17 GENNAIO 2019 > MOSTRA ARMI E POTERE NELL'EUROPA DEL RINASCIMENTO | Roma, Palazzo Venezia-Castel Sant'Angelo





La mostra Armi e Potere nell'Europa del Rinascimento, in corso a Palazzo Venezia e Castel Sant'Angelo, a Roma, verrà prorogata fino a domenica 27 gennaio 2019.

La mostra Armi e Potere nell'Europa del Rinascimento, allestita a Roma nelle due sedi di Palazzo Venezia e Castel Sant'Angelo con chiusura prevista  domenica 11 novembre, verrà prorogata fino a domenica 27 gennaio 2019, visto il grande successo di pubblico registrato nei quattro mesi di apertura, durante i quali ha raggiunto un totale di quasi 300.000 visitatori.

Gli orari di apertura e chiusura della mostra continueranno ad essere quelli regolari delle delle due sedi espositive: Palazzo Venezia dal martedì alla domenica 8.30-19.30, Castel Sant'Angelo tutti i giorni 9.00-19.30

Ideata e prodotta dal Polo Museale del Lazio sotto la direzione di Edith Gabrielli e in collaborazione con il Polo Museale dell'Emilia Romagna, la mostra è curata da Mario Scalini, esperto riconosciuto del settore. Tra Palazzo Venezia e Castel Sant'Angelo si possono ammirare circa 160 pezzi tra armature intere, armi da difesa e da offesa, armi da fuoco, elmetti, spade, corsaletti, balestre e schiniere. L'esposizione racconta ogni aspetto del complesso intreccio fra armi e uomini, mitologia e rappresentazione del potere, battaglia e ostentazione di ricchezza nel corso del Rinascimento.

Il progetto di allestimento dell'esposizione è a cura di Sonia Martone, direttrice di Palazzo Venezia, in collaborazione con il Dipartimento di Architettura dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Grazie alla raffinatezza delle soluzioni formali e alle tecnologiche adottate, l'allestimento si qualifica come uno dei punti di forza della mostra, in continuità con i progetti espositivi ospitati e organizzati dal Polo Museale del Lazio.




Non salveremo il pianeta non mangiando carne. Gli esperti: "Basta fake news e mezze verità"


NON SALVEREMO IL PIANETA NON MANGIANDO CARNE
Gli esperti: "Basta fake news e mezze verità"

·       Le emissioni di gas serra relative alla produzione di carne pesano per il 10% di tutte le emissioni al mondo, mentre i combustibili fossili utilizzati per il settore energetico e dei trasporti pesano per il 65-70%
·       Gli allevamenti europei sono tra quelli con le minori emissioni di gas serra per kg di proteina prodotta
·       I vegani italiani fanno dietrofront e rappresentano meno dell'1% della popolazione
·       I consumi italiani pro capite sono sotto la soglia di rischio di 500 grammi di carne a settimana  


Bologna, 7 novembre 2018 – A quattro anni dalla pubblicazione del primo rapporto sulla sostenibilità del settore zootecnico italiano, l'Associazione Carni Sostenibili ha fatto un passo avanti diffondendone l'ultima versione, ampliata e aggiornata, non solo sul Web, ma anche nelle librerie. Il libro "La Sostenibilità delle carni e dei salumi in Italia", edito da Franco Angeli, presentato oggi a Bologna in collaborazione con ANA - Accademia Nazionale di Agricoltura, si propone come un punto di riferimento nel panorama mediatico italiano nel dibattito sulla produzione e il consumo di carne e salumi.

Sono intervenuti all'evento di presentazione Giorgio Cantelli Forti, Presidente ANA, Accademia Nazionale di Agricoltura; Giuseppe Pulina, Agronomo, Professore Ordinario di Zootecnica Speciale, Università di Sassari, Presidente di Carni Sostenibili; Elisabetta Bernardi, Nutrizionista, Biologa con specializzazione in Scienza dell'Alimentazione, Docente Università di Bari; Ettore Capri, Professore Ordinario di Chimica Agraria, Università Cattolica del Sacro Cuore; Massimo Marino, Ingegnere ambientale e Amministratore di LCE. Ha moderato l'incontro Carlo Alberto Pratesi, Professore di Marketing, innovazione e sostenibilità, Università Roma Tre.

Analizzare la sostenibilità̀ delle carni e dei salumi vuol dire infatti studiare nel modo più oggettivo possibile diversi argomenti che riguardano sia il consumatore sia la produzione zootecnica. Questo volume presenta uno studio interdisciplinare per descrivere i "5 volti" della sostenibilità̀ delle carni, rappresentati da altrettanti capitoli: la nutrizione, gli impatti ambientali e l'economia circolare applicata agli allevamenti e all'industria, la sicurezza alimentare e il benessere animale, gli aspetti economici delle filiere e la lotta allo spreco del cibo.
Un testo di facile lettura, nonostante la complessità di alcuni degli argomenti trattati, in cui vengono affrontate in modo rigoroso alcune tematiche molto care all'opinione pubblica, spesso banalizzate in luoghi comuni se non trasformate in vere e proprie fake news.
Qualche esempio? La carne e la dieta nei Paesi mediterranei, i consumi reali di carne in Italia e nel mondo, l'utilizzo di antibiotici sugli animali, il rapporto tra carne e alcune malattie; o ancora, vista tutta la disinformazione che circola sulla questione, cosa hanno detto davvero IARC e OMS sulle carni rosse e trasformate; e, ovviamente, l'impatto ambientale degli allevamenti.
Si scopre così che la zootecnia non è la principale causa di emissioni di gas serra nell'atmosfera: ad esempio, un solo volo a/r da Roma a Bruxelles genera emissioni maggiori rispetto al consumo annuo di carne e salumi di un solo individuo che si alimenta secondo le indicazioni dei nutrizionisti (500kg vs 400kg di CO2equivalente).

"Non salveremo il pianeta non mangiando carne" – commenta Ettore Capri, Professore Ordinario di Chimica Agraria, Università Cattolica del Sacro Cuore. "Le emissioni di gas serra relative alla produzione zootecniche (carne, latte e uova) pesano per il 14% di tutte le emissioni, di cui solo il 10% attribuibile alle sole carni bovine, suine e avicole (FAO). Generalmente si omette di dire che il 65-70% deriva dai combustibili fossili utilizzati per i trasporti e per produrre energia. È importante sottolineare che l'Italia vanta uno dei modelli zootecnici più sostenibili del pianeta anche grazie all'impegno nel promuovere le buone pratiche."

"La sfida delle produzioni zootecniche è diventata quella di "produrre di più con meno risorse" – ha commentato Giuseppe Pulina, Agronomo, Professore Ordinario di Zootecnica Speciale, Università di Sassari, Presidente di Carni Sostenibili. "L'obiettivo che il settore delle carni deve affrontare, oggi, è quello di una maggiore offerta "sostenibile" che sappia garantire una produzione efficiente, attenta all'ambiente e al benessere degli animali, degli allevatori e di tutti coloro che partecipano alla creazione del valore delle filiere italiane."

Nel dibattito a Bologna si è inoltre confermato il dietrofront dei vegani (dal 3% 2017 allo 0,9% 2018 – Fonte Dati Eurispes): la scelta di rinunciare alla carne crea infatti scompensi nutrizionali, soprattutto nelle categorie più fragili della popolazione, bambini ed anziani.

"Riguardo al dietro-front dei vegani – continua il Professor Pulina -  la cui percentuale è in continua discesa fra i consumatori, basta fare un excursus della storia dell'alimentazione umana fin dagli albori della storia dell'uomo per capire quanto la carne sia un nutriente fondamentale ed indispensabile. L'evoluzione della dieta e della cottura dei cibi sono infatti due elementi fondamentali dell'evoluzione umana. Dopo la scoperta del fuoco è stata proprio la dieta carnivora a confermare il primato della nostra specie su altre, consentendoci uno sviluppo fisico e cerebrale senza pari, rispetto agli altri mammiferi."

"Il ruolo della carne e delle proteine animali, all'interno di una dieta sana ed equilibrata, è essenziale in ogni fase della vita: dalla gravidanza della donna, alla crescita dei bambini fino alla terza età per mantenersi in forza e attivi" - aggiunge Elisabetta Bernardi, Nutrizionista, Biologa con specializzazione in Scienza dell'Alimentazione, Docente Università di Bari. "I consumi italiani pro capite sono sotto la soglia di rischio dei famosi 500 grammi di carne a settimana. A tal proposito la monografia pubblicata dallo IARC lo scorso giugno, a tre anni di distanza dalle anticipazioni allarmistiche pubblicate dal Lancet nel 2015, ha evidenziato che su 800 studi solo 14 sono stati giudicati attendibili e di questi solo 7 hanno messo in relazione un eccessivo consumo di carni rosse con il tumore al colon retto. Gli studi epidemiologici considerati dallo IARC, prendono in considerazione, come detto, un consumo quotidiano di carne rossa in dosi molto superiori a quelle che consumiamo abitualmente: parliamo di 500 grammi di carne cotta a settimana, l'equivalente di 800 grammi di carne cruda. Una soglia che ci fa stare tranquilli, perché in Italia tra pasta e verdure è impossibile raggiungere quote così alte di carne."
All'interno del libro, la prospettiva per valutare gli impatti del settore nel nostro Paese è guidata da parametri oggettivi e su cui esiste consenso scientifico allargato. È il caso della "Clessidra ambientale", che valuta gli impatti degli stili di vita alimentare dal punto di vista della sostenibilità. La Clessidra Ambientale, ottenuta dalla moltiplicazione dell'impatto ambientale degli alimenti (per semplicità il Carbon Footprintper le quantità settimanali suggerite dalle linee guida nutrizionali INRAN, ora CREA, mostra graficamente che se si seguono i consigli di consumo suggeriti dal modello alimentare della Dieta Mediterranea, l'impatto medio settimanale della carne risulta allineato a quello di altri alimenti, per i quali gli impatti unitari sono minori, ma le quantità consumate generalmente maggiori. "La Clessidra ambientale rappresenta il carbon footprint degli alimenti consumati in una settimana", dichiara Massimo Marino, Ingegnere ambientale e Amministratore di LCE, "e dimostra che un regime alimentare equilibrato è positivo sia per la propria salute che per l'ambiente."

Che dite di partecipare con una donazione per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà?
Puoi versare quanto puoi o vuoi

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

SOSTENETE L'Associazione Stampa Periodici Associati ASPAPRESS 
l' Agenzia Stampa diretta da Enzo Fasoli, dal 8 marzo 1991,
gli articoli pubblicati sono frutto di un lavoro quotidiano di selezione e pubblicazione gratuita.  WWW.ASPAPRESS.IT – CRONACHEDEL2000.IT dal 1991 – ROMAGNASERA.IT dal 1982 - ENZOFASOLI.COM- LEMUSEINSCENA-IT dal 2003 – TEATRODELLEMOZIONI.IT dal 2004  SOCIAL  FACEBOOK – GOOGLE – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK AGENZIA STAMPA ASPAPRESS
E IN Yutube AL CANALE ASPAPRESS
Se ti piace ciò che leggi e lo trovi utile, che ne dici di sostenerci ON LINE CON CARTA DI CREDITO con un piccolo contributo/DONAZIONE della somma che credi tu che potrai detrarre dalla dichiarazione dei redditi.
1)      DONAZIONE ATTIVITA’ REDAZIONE
2)      DONAZIONE PER L’ACQUISTO DI UN MEZZO PER TRASPORTO DIVERSAMENTE ABILI E ANZIANI ANCHE CARROZZATI
SEGUIRA’ RICEVUTA DETRAIBILE DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

Info:
per i vostri comunicati: redazioneroma@aspapress.it
informazioni donazioni: aspapress.roma@gmail.com

SALA UMBERTO DAL 13 NOVEMBRE LA CLASSE CON CLAUDIO CASADIO E BRENNO PLACIDO

Accademia Perduta Romagna Teatri, Goldenart Production, Società per Attori
in collaborazione con Tecnè, Società Italiana di Riabilitazione Psicosociale, Phidia
presentano
CLAUDIO CASADIO | ANDREA PAOLOTTI | BRENNO PLACIDO
LA CLASSE
di Vincenzo Manna
scene Alessandro Chiti | costumi Laura Fantuzzo
musiche Paolo Coletta | light designer Javier Delle Monache
regia
GIUSEPPE MARINI
13 - 25 novembre 2018


I giorni di oggi. Una cittadina europea in forte crisi economica. Disagio, criminalità e conflitti sociali sono il quotidiano di un decadimento generalizzato che sembra inarrestabile. A peggiorare la situazione, appena fuori dalla città, c'è lo "Zoo", uno dei campi profughi più vasti del continente.
A pochi chilometri dallo "Zoo", c'è un Istituto Comprensivo specializzato in corsi professionali che avviano al lavoro. La scuola, le strutture, gli studenti e il corpo docente sono lo specchio della depressione economica e sociale della cittadina.
Albert, giovane professore di Storia, viene incaricato dal Preside dell'Istituto di tenere un corso di recupero pomeridiano per sei studenti "difficili", sospesi per motivi disciplinari.
Tuttavia Albert, intravedendo nella rabbia dei ragazzi una possibilità di comunicazione, riesce a far breccia nel loro disagio e conquista la fiducia della maggior parte della classe. Abbandona la didattica suggerita dal Preside e propone loro di partecipare a un concorso, un bando europeo per le scuole superiori che ha per tema "I giovani e gli adolescenti vittime dell'Olocausto".
L'Olocausto di cui gli studenti decideranno di occuparsi non riguarderà il passato, ma i tragici eventi che stanno avvenendo proprio nel paese da cui la maggior parte dei rifugiati dello "Zoo" scappa... e quello che doveva essere solo un corso pomeridiano si trasforma presto in un'intensa esperienza di vita che cambierà per sempre il destino del professore e degli studenti.
SALA UMBERTO
Via della Mercede, 50 Roma
Dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 17, secondo mercoledì ore 17
Sabato ore 17 e ore 21
Prezzi da 24 a 34 euro – www.salaumberto.com tel.06.6794753 prenotazioni@salaumberto.com

Che dite di partecipare con una donazione per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà?
Puoi versare quanto puoi o vuoi

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

SOSTENETE L'Associazione Stampa Periodici Associati ASPAPRESS 
l' Agenzia Stampa diretta da Enzo Fasoli, dal 8 marzo 1991,
gli articoli pubblicati sono frutto di un lavoro quotidiano di selezione e pubblicazione gratuita.  WWW.ASPAPRESS.IT – CRONACHEDEL2000.IT dal 1991 – ROMAGNASERA.IT dal 1982 - ENZOFASOLI.COM- LEMUSEINSCENA-IT dal 2003 – TEATRODELLEMOZIONI.IT dal 2004  SOCIAL  FACEBOOK – GOOGLE – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK AGENZIA STAMPA ASPAPRESS
E IN Yutube AL CANALE ASPAPRESS
Se ti piace ciò che leggi e lo trovi utile, che ne dici di sostenerci ON LINE CON CARTA DI CREDITO con un piccolo contributo/DONAZIONE della somma che credi tu che potrai detrarre dalla dichiarazione dei redditi.
1)      DONAZIONE ATTIVITA’ REDAZIONE
2)      DONAZIONE PER L’ACQUISTO DI UN MEZZO PER TRASPORTO DIVERSAMENTE ABILI E ANZIANI ANCHE CARROZZATI
SEGUIRA’ RICEVUTA DETRAIBILE DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

Info:
per i vostri comunicati: redazioneroma@aspapress.it
informazioni donazioni: aspapress.roma@gmail.com


7 novembre 2018

Enrico Acciani firma il suo primo lungometraggio dal titolo Miodesopsie




Il giovane regista barese Enrico Acciani debutta dietro la macchina da presa con il film "Miodesopsie".

E' giovanissimo ma già vanta numerose regie alle spalle. Lui è Enrico Acciani classe '94 e con un curriculum di tutto rispetto.
Dopo aver girato due cortometraggi dal titolo "Blasè", che parla dell'alienazione umana nella metropoli, così come la concezione dell'uomo blasé formulata nell'opera di Simmel The Metropolis and Mental Life, nel 1903 e "La Figlia di Mazinga" che racconta la storia di Franco Mazinga, squattrinato padre di Christine, che sfrutta la figlia come modella in alcuni set fotografici (entrambi presenti a Cannes nella categoria Short Film Corner), riscuotendo un buon successo, si sta preparando per girare il suo primo lungometraggio dal titolo "Miodesopsie".
Una storia che parla di Alba una donna di ha 30 anni. Lavora come guardia notturna in un museo di arte moderna. Soffre di miodesopsie, le mosche volanti che vediamo nel cielo: lei ne vede troppe rispetto al normale. Vive sola, con il suo cane, in una casa forse troppo grande per lei, prima abitata anche dalla sua ex fidanzata, Elettra. Scatta inspiegabilmente l'allarme al Museo e la direzione dello stesso decide di affiancare ad Alba un ragazzo molto magro, scarno e spesso impacciato, chiamato Glauco. È un film che parla del divenire ineluttabile della vita, che viene sporcata dagli eventi positivi e non della vita ma non si ferma mai. Il film oscillerà fra introspezione e sociologia, raccontando la depressione e la malinconia, osservando come uno spettatore la realtà che ci circonda.
Ma tra i progetti futuri di Enrico Acciani non c'è solo il cinema ma anche la musica. Dopo aver realizzato colonne sonore e composto brani, nel 2019 farà uscire un album con il nome d'arte Al Verde. Già dal mese di novembre inizierà a lavorare al progetto, scritto fra aprile e giugno del 2018.
L'album sarà inciso a Roma e si chiamerà Cocomero perché per ogni brano corrisponde una fetta di anguria, quindi un videoclip. Essendo il Cocomero un ellissoide, man mano che finiscono le fette si chiude il cerchio.
Quindi ogni videoclip sarà un piano sequenza che inizia con la fine del precedente e finisce con l'inizio del successivo. 

E’ gradita condivisione del vostro servizio non solo per la vostra rassegna stampa

Che dite di partecipare con una donazione per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà?
Puoi versare quanto puoi o vuoi

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

SOSTENETE L'Associazione Stampa Periodici Associati ASPAPRESS 
l' Agenzia Stampa diretta da Enzo Fasoli, dal 8 marzo 1991,
gli articoli pubblicati sono frutto di un lavoro quotidiano di selezione e pubblicazione gratuita.  WWW.ASPAPRESS.IT – CRONACHEDEL2000.IT dal 1991 – ROMAGNASERA.IT dal 1982 - ENZOFASOLI.COM- LEMUSEINSCENA-IT dal 2003 – TEATRODELLEMOZIONI.IT dal 2004  SOCIAL  FACEBOOK – GOOGLE – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK AGENZIA STAMPA ASPAPRESS
E IN Yutube AL CANALE ASPAPRESS
Se ti piace ciò che leggi e lo trovi utile, che ne dici di sostenerci ON LINE CON CARTA DI CREDITO con un piccolo contributo/DONAZIONE della somma che credi tu che potrai detrarre dalla dichiarazione dei redditi.
1)      DONAZIONE ATTIVITA’ REDAZIONE
2)      DONAZIONE PER L’ACQUISTO DI UN MEZZO PER TRASPORTO DIVERSAMENTE ABILI E ANZIANI ANCHE CARROZZATI
SEGUIRA’ RICEVUTA DETRAIBILE DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

Info:
per i vostri comunicati: redazioneroma@aspapress.it
informazioni donazioni: aspapress.roma@gmail.com

Gaspar Noé to visit Stockholm International Film Festival 2018





Gaspar Noé to visit Stockholm International Film Festival 2018

The French-Argentinian director Gaspar Noé will visit the opening of Stockholm International Film Festival on November 7th in conjunction with the Swedish premiere of his latest film, "Climax". Noé will only be available for interviews in the afternoon on Wednesday, November 7th. The 29th Stockholm International Film Festival takes place November 7th to November 18th.
Press photo: Climax by Gaspar Noé, Njutafilms. 
The French-Argentinian director Gasper Noé’s big break through was with the film Irréversible (2002) which gave him the Bronze Horse for Best Film at Stockholm International Film Festival. Stockholm International Film Festival has also presented his films I stand alone (1998) and Enter the Void (2009). Gaspar Noé’s latest film is the critically acclaimed and explosive Climax, which features an original blend of dance and horror.
The plot centers on a troupe of hip-hop dancers experiencing a bad trip after accidentally ingesting psychedelics.
Climax will have its Swedish premiere the opening day of this year’s Stockholm International Film Festival, on November 7th at 9:00 pm at Skandia movie theater in Stockholm.
For more information and to purchase tickets, please visit: https://www.stockholmfilmfestival.se/en/program/2018/festival#12467.
After the screening on November 7th, there will be an official festival inauguration party at the night club Moon Motel starting at 10:30 pm. More information about the party here: https://bit.ly/2qo6A71.
Gaspar Noé will be available for interviews in the afternoon on Wednesday, November 7th. For interview requests, please contact press@stockholmfilmfestival.se.
Only accredited media are eligible to do interviews with visiting directors during Stockholm International Film Festival. If you haven’t already requested press accreditation for this year’s festival, please do so here: https://vp.eventival.eu/stockholminternationalfilmfestival/2018. Last day to apply is TODAY, Friday, November 2, 2018.
Press photos: http://stockholmfilmfestival.se/sv/press
Climax is distributed by Njutafilms in Sweden and will be out in theaters on November 16th.

The 29th Stockholm International Film Festival : 7-18 November 2018
Stockholm International Film Festival was founded in 1990 and has grown to become one of Europe's leading film festivals. During the festival we present over 150 films from 60 countries. We also arrange exclusive previews throughout the year, open-air screenings during the summer, mobile film screenings for kids and youths as well as Stockholm International Film Festival Junior in April.
WE LOVE CINEMA! 


Che dite di partecipare con una donazione per contribuire all’ acquisto di un pulmino con pedana per trasporto disabili e anziani con difficoltà?
Puoi versare quanto puoi o vuoi

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

SOSTENETE L'Associazione Stampa Periodici Associati ASPAPRESS 
l' Agenzia Stampa diretta da Enzo Fasoli, dal 8 marzo 1991,
gli articoli pubblicati sono frutto di un lavoro quotidiano di selezione e pubblicazione gratuita.  WWW.ASPAPRESS.IT – CRONACHEDEL2000.IT dal 1991 – ROMAGNASERA.IT dal 1982 - ENZOFASOLI.COM- LEMUSEINSCENA-IT dal 2003 – TEATRODELLEMOZIONI.IT dal 2004  SOCIAL  FACEBOOK – GOOGLE – TWITTER – PINTEREST - E ALTRI 8 SITI COLLEGATI
ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK AGENZIA STAMPA ASPAPRESS
E IN Yutube AL CANALE ASPAPRESS
Se ti piace ciò che leggi e lo trovi utile, che ne dici di sostenerci ON LINE CON CARTA DI CREDITO con un piccolo contributo/DONAZIONE della somma che credi tu che potrai detrarre dalla dichiarazione dei redditi.
1)      DONAZIONE ATTIVITA’ REDAZIONE
2)      DONAZIONE PER L’ACQUISTO DI UN MEZZO PER TRASPORTO DIVERSAMENTE ABILI E ANZIANI ANCHE CARROZZATI
SEGUIRA’ RICEVUTA DETRAIBILE DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

POSTA PAY 5333 1710 6407 7791 – IBAN IT84O3608105138219438319445
BIC/SWIFT PPAYITR1XXX

Info:
per i vostri comunicati: redazioneroma@aspapress.it

informazioni donazioni: aspapress.roma@gmail.com

Post più popolari