Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

5 gennaio 2018

AL MAXXI | Il museo aperto anche SABATO 6 GENNAIO dalle 11.00 alle 22.00


BUONE FESTE AL MAXXI

Il museo resta aperto anche sabato 6 gennaio

con le sue 7 mostre in corso

tra Arte, Scienza, Architettura e Fotografia

Tra le mostre in corso la COLLEZIONE PERMANENTE, i 100 lavori di 36 artisti libanesi di HOME BEIRUT SOUNDING THE NEIGHBORS, le grandi domande poste dall'Universo di GRAVITY. IMMAGINARE L'UNIVERSO DOPO EINSTEIN, il fascino del progetto fotografico ATLANTE di Luigi Ghirri, e ancora L'ITALIA DI ZAHA HADID in omaggio al genio del grande architetto e il design del gioiello in CORPO MOVIMENTO STRUTTURA

Tra i protagonisti del 2018, il duo Allora & Calzadilla, la designer Nanda Vigo, Bruno Zevi, i finalisti del MAXXI BVLGARI Prize, gli artisti africani contemporanei, il fotografo Paolo Pellegrin e molto altro

Con la card myMAXXI ingresso gratuito a tutte le mostre per 12 mesi e tanti vantaggi



Roma 4 gennaio 2018. Anche sabato 6 gennaio, dalle 11.00  alle 22.00, il MAXXI resta aperto per il suo pubblico continuando a offrire, con le sue sette mostre in corso tra arte, architettura, fotografia, scienza e design, un programma di qualità.
Programma che si preannuncia ricchissimo anche per il 2018 con ben 18 mostre e un intenso calendario di incontri, eventi, workshop, proiezioni cinematografiche, lecture teatrali, che è possibile vivere a pieno anche grazie alla card myMAXXI, abbonamento che consente di entrare, visitare le mostre tutte le volte che si vuole, e molte agevolazioni per un anno intero (a partire da 25 Euro).

LE MOSTRE IN CORSO
Ricchissima la proposta delle mostre in corso a partire da GRAVITY. Immaginare l'Universo dopo Einstein (fino al 29 aprile 2018), nata dalla collaborazione con l'Agenzia Spaziale Italiana e l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare; un percorso immersivo e interattivo tra installazioni scientifiche e artistiche, reperti storici e simulazioni di esperimenti, che, dal cannocchiale di Galileo a Duchamp, dalla Sonda Cassini ai video d'artista, racconta connessioni e analogie tra il pensiero creativo di arte e scienza.
E ancora HOME BEIRUT. Sounding the Neighbors (fino al 20 maggio 2018) nuovo capitolo del progetto Interactions across the Mediterranean che, dopo i focus sulla scena artistica contemporanea di Iran e Istanbul, si concentra su Beirut, la cui diversità culturale, memoria della guerra, l'effervescenza del presente, la profonda trasformazione, viene raccontata dalle oltre 100 opere dei 36 artisti coinvolti.
Il percorso della Collezione Permanente, con opere d'arte e architettura si è da poco arricchito grazie al focus dedicato al progetto Atlante di LUIGI GHIRRI (fino al 21 gennaio 2018). Esposto per la prima volta in Italia, è un esemplare inedito di uno dei progetti chiave della storia della fotografia italiana contemporanea: 41 fotografie per un viaggio ideale attraverso le pagine di un atlante geografico, tra "monti, laghi, piramidi, oceani, città, villaggi, stelle, isole".
I visitatori potranno inoltre perdersi tra le architetture e gli oggetti esposti nella mostra L'ITALIA DI ZAHA HADID (fino al 14 gennaio 2018) omaggio al grande architetto, la cui creatività ha spaziato dall'architettura al design, dalla moda all'arredamento, e al suo rapporto speciale con l'Italia. In mostra non solo i progetti realizzati nel nostro paese, raccontati con bozzetti pittorici, modelli, rappresentazioni virtuali, le fotografie di Helene Binet, ma anche un'ampia sezione dedicata al design.
E sempre il design è protagonista di Corpo, movimento, struttura. Il gioiello contemporaneo e la sua costruzione (fino al 28 gennaio 2018) una indagine inedita sul mondo del gioiello, che mette confronto sei designer (Giampaolo Babetto, David Bielander, Helen Britton, Peter Chang, Monica Cecchi e Philip Sajet) con sei architetti i cui i modelli sono conservati nelle collezioni del MAXXI Architettura (Vittorio De Feo, IaN+, Sergio Musmeci, Pier Luigi Nervi, Maurizio Sacripanti e Carlo Scarpa).

LE ANTICIPAZIONI 2018
Il museo si prepara alle 18 esposizioni, tra personali, collettive, focus dedicati agli artisti e gli architetti in collezione, premi e progetti speciali, che fanno parte del programma 2018.
Tra queste Jennifer Allora e Guillermo Calzadilla (16 febbraio – 30 maggio 2018) di cui il museo ospita la personale dal titolo Blackout a cura di Hou Hanru e Anne Palopoli. In mostra un corpus di lavori che partendo dalla drammatica situazione dell'isola di Porto Rico devastata a settembre 2017 dagli uragani Irma e Maria, si estende a una riflessione sul tema dell'energia e sugli equilibri geopolitici mondiali.
E' Nanda Vigo, affermata designer dalle grandi capacità di ricerca e progettazione di interni, la protagonista dell'ormai consolidato Progetto Alcantara MAXXI a cura di Domitilla Dardi (2 – 25 febbraio 2018), che dal nuovo anno cambia format invitando un designer di fama internazionale a realizzare un progetto site specific ispirato all'opera di un architetto della collezione del museo.
In occasione del centenario della nascita di Bruno Zevi il museo presenta GLI ARCHITETTI DI ZEVI. Storia e controstoria dal dopoguerra alla fine del '900 (Aprile – ottobre 2018), mostra a cura di Pippo Ciorra e Jean-Louis Cohen, realizzata in collaborazione con la Fondazione Bruno Zevi, che ripercorre le battaglie civili, le influenze, lo spessore politico di Zevi. Esposti, disegni, plastici, materiale d'archivio di autori come Giancarlo De Carlo, Ignazio Gardella, Pier Luigi Nervi, Luigi Pellegrin, Renzo Piano, Piero Sartogo, Carlo Scarpa e molti altri.
La Seconda Conferenza Italia – Africa che avrà luogo nel 2018, è l'occasione per ospitare MĒTRÓPOLIS (giugno – novembre 2018), una grande mostra a cura di Simon Njami con Elena Motisi, realizzata in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che offre una panoramica approfondita della scena artistica e culturale del continente africano attraverso i lavori di circa 40 artisti.
Sempre a giugno sarà la volta dei tre finalisti del MAXXI BVLGARI PRIZE (giugno – ottobre 2018) Talia Chetrit, Invernomuto e Diego Marcon, che presentano in una mostra a cura di Giulia Ferracci le loro opere, sulla base delle quali una giuria internazionale decreterà il vincitore 2018. Il premio nasce per il sostegno e la promozione dei giovani artisti e da quest'anno, grazie alla partnership con Bulgari, si rinnova, si rafforza e si proietta sulla scena artistica internazionale. Parte del programma 2018 anche una retrospettiva a cura di Germano Celant, dedicata al fotografo Paolo Pellegrin (novembre 2018), tra i più importanti fotoreporter internazionali, testimone con i suoi reportage di guerre e emergenze umanitarie in tutto il mondo: in mostra foto che spaziano dall'Afghanistan all'Iraq, dai riti voodoo al terrorismo e una speciale committenza su L'Aquila.

MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo
www.maxxi.art - info: 06.320.19.54; info@fondazionemaxxi.it
orario di apertura: 11.00 – 19.00 (mart, merc, giov, ven, dom) | 11.00 – 22.00 (sabato) | chiuso il lunedì,
Ingresso gratuito per studenti di arte e architettura dal martedì al venerdì.

DIDASCALIE IMMAGINI ALLEGATE

01_Allora & Calzadilla
Solar Catastrophe, 2016
Broken solar cells on canvas
Image courtesy of the artist and kurimanzutto, Mexico City - Photo by Diego Pérez, 2016

02_GRAVITY. Immaginare l'Universo dopo Einstein
Allestimento della mostra al MAXXI
Dettaglio della Sonda Cassini e dell'opera Aeroke di Tomás Saraceno
Foto Musacchio Ianniello, courtesy Fondazione MAXXI

03_HOME BEIRUT Sounding the Neighbors
Allestimento della mostra al MAXXI
Dettaglio dell'opera di Marwan Rechmanoui Pillars
Foto Musacchio Ianniello, courtesy Fondazione MAXXI

04_L'ITALIA DI ZAHA HADID
Allestimento della mostra al MAXXI
Foto Musacchio Ianniello, courtesy Fondazione MAXXI

Ufficio stampa MAXXI press@fondazionemaxxi.it tel. +39.06.324861

alla Casa del Cinema un week-end dedicato alla Cinerivoluzione17 (5-6-7 gennaio)


 

IL PROGETTO E LE FORME DI UN CINEMA POLITICO
A CENTO ANNI DALLA RIVOLUZIONE D'OTTOBRE


Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico
Fondazione Gramsci


Un'iniziativa in collaborazione con
Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea
Casa del Cinema 
NOMAS Foundation
Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale
Cineteca del Friuli

e
Sapienza Università di Roma - Dipartimenti Filosofia e Storia dell'arte e Spettacolo
Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"
Università degli Studi Roma Tre - Dipartimento Filosofia, Comunicazione e Spettacolo


Un progetto a cura di Pietro Montani e Giovanni Spagnoletti

Con il patrocinio di
 
5-6-7 gennaio 2018

Casa del Cinema
Largo M. Mastroianni, 1 – 00197 Roma

Ingresso libero

La Cinerivoluzione 17 torna nel 1918! Dopo i numerosi consensi e riscontri ottenuti dalla prima edizione della manifestazione IL PROGETTO E LE FORME DI UN CINEMA POLITICO NEL CENTENARIO DELLA RIVOLUZIONE DI OTTOBRE, i promotori dell'iniziativa - Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e  Fondazione Gramsci - hanno deciso di dar seguito all'appassionante rassegna cinematografica dei film russi realizzati nel periodo 1925- 1934.
Ad ospitare questa nuova ondata di cinematografia sovietica sarà la Casa del Cinema che, nei giorni 5-6-7 gennaio, presenterà di pomeriggio, a partire dalle 16,30, una serie di pellicole firmate da registi come Ejzenstejn, Vertov, Dovzenko, Sub, Kozincev e Trauberg, che saranno presentate e introdotte da docenti, studiosi, critici cinematografici.
L'iniziativa gode del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ed è realizzata in collaborazione con la Casa del Cinema di Roma, Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea, CSC-Cineteca Nazionale, Cineteca del Friuli, NOMAS Foundation e le tre Università di Roma.



PROGRAMMA

VENERDÌ 5 GENNAIO
Introduce Ermanno Taviani
Dario Cecchi presenta
16,30
La caduta della dinastia Romanov, Esfir Sub, 1927, 1h.05'
18,30
Nuova Babilonia, Grigorij Kozincev e Leonid Trauberg 1929, 1h.20'

SABATO 6 GENNAIO
Antonio Medici presenta
16,30
Tre canti su Lenin, Dziga Vertov, 1934, 1h.08'
Alessia Cervini presenta
18,30
Ottobre, Sergej Michajlovic Ejzenstejn, 1927, 1h.52'

DOMENICA 7 GENNAIO
Marco Maria Gazzano presenta
16,30
Sciopero, Sergej Michajlovic Ejzenstejn, 1925, 1h.10'
Giovanni Spagnoletti presenta
18,30
Arsenale, Aleksandr Dovzenko, 1929, 1h.03'


ARCHIVIO AUDIOVISIVO
DEL MOVIMENTO OPERAIO E DEMOCRATICO
Via Ostiense, 106 - 00154 Roma
tel.  +39 06 57305447

IL PROGETTO E LE FORME DI UN CINEMA POLITICO
A CENTO ANNI DALLA RIVOLUZIONE D'OTTOBRE
Direzione organizzativa: Paola Scarnati
Ricerca cinematografica: Claudio Olivieri
+39 06 57305447 (int 12) - scarnati@aamod.it






DAL 10 GENNAIO ON LINE IL VIDEO ALETHEIA DEL SASSOFONISTA FULVIO PALESE




Alétheia
Il nuovo video del saxofonista Fulvio Palese dal 10 gennaio online
Lecce, 4 gennaio 2018. Sarà online dal prossimo 10 gennaio il video ufficiale del recente lavoro discografico del saxofonista Fulvio Palese: "Alétheia" (etichetta AlfaMusic, distribuito Egea/Believe). Sarà visibile sul canale Youtube del musicista all'indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=MPyhoBhutBY.
La clip è stata realizzata da Maurizio D'Anna (Cameralight) che ha "rubato" immagini durante la registrazione del cd in studio e in occasione di alcuni live della band Fulvio Palese special quartet . Il sonoro contiene cinque delle nove tracce del disco: Ttattellu, Acqua, Mandelina, Cuba blues, Wind on five. I brani sono mixati con l'intento di evidenziare l'atmosfera ed il sound dell'intero lavoro.
Fin dalla sua uscita, lo scorso novembre, il cd è stabilmente ai vertici delle classifiche iTunes e nelle Top 10 di preferenza di diverse trasmissioni radiofoniche specializzate (Jazzespresso, Jazz in Family ed altre).
Il titolo - Alétheia - è ispirato all'antica Grecia e lascia trasparire la formazione filosofica di Fulvio Palese. Per gli antichi greci, infatti, il termine αλήθεια significava verità, ma non nell'accezione che gli attribuiamo oggi, bensì nel senso di qualcosa di mitico che è a fondamento di ogni tradizione. Da qui il suo significato di svelamento, rivelazione.
La motivazione di fondo di questa Alétheia di Fulvio Palese è da rilevarsi nell'incontro con i musicisti Piero Vincenti, Francesco Pennetta e Paolo Romano che si sono "rivelati" nelle loro comuni intenzioni, nella comune formazione, quella realizzata a partire dalla musica degli anni '70-'80. Uno svelamento compiuto insieme, per via di un'alétheia condivisa. Un progetto voluto e condotto insieme fin dall'inizio.
Voce ospite è Carolina Bubbico, che ha offerto la sua personale interpretazione di "Guarda che luna", unico brano non originale del disco, appositamente riarrangiato. Altri ospiti sono: Lucia Ianniello, suadente flicorno nel brano "Mandelina"; Marco Ancona che ha impreziosito "Cuba blues", "Terre del Negroamaro" e "Acqua" con il suono vintage della sua chitarra; Carlo Marzo alle percussioni; Francesco Leone e Alessandro Dell'Anna rispettivamente trombone e tromba nel brano "Cuba blues".
Ad eccezione di "Guarda che luna", tutte le composizioni sono di Fulvio Palese; "Ttattellu" e "Vivo" sono state scritte a quattro mani con Pietro Vincenti. Gli arrangiamenti sono di Fulvio Palese in collaborazione con Pietro Vincenti.
Arianna Greco con la sua pittura enoica è l'autrice dell'immagine di copertina (vino su tela dal titolo "Hybris") nella quale ha reso bene il concetto di alètheia come svelamento.
Il disco è pubblicato dall'etichetta AlfaMusic con la supervisione di Fabrizio Salvatore ed è stato registrato presso Corrado Productions Studio di Supersano (LE), fonico Luigi Cariddi e La Villetta Studio di Lecce, fonico Marco Ancona. Il mixaggio ed il mastering è stato realizzato presso AlfaMusic Studio di Roma, fonico Alessandro Guardia.
Fulvio Palese special quartet: Fulvio Palese sax alto, soprano e tenore, Pietro Vincenti pianoforte e tastiere, Francesco Pennetta batteria, Paolo Romano basso elettrico
Ospiti: Carolina Bubbico voce, Lucia Ianniello flicorno, Carlo Marzo percussioni, Marco Ancona chitarra elettrica, Alessandro Dell'Anna tromba, Francesco Leone trombone"Colmo di sonorità funky e intriganti colorazioni latin jazz, Alétheia è un disco screziato e caratterizzato da un'irrefutabile piacevolezza d'ascolto. Genuinità delle composizioni, cantabilità dei temi e radiosità comunicativa rappresentano il fil rouge di un album concepito senza pleonastici e tediosi arzigogoli, nel quale un maliardo bluesy mood è il tratto distintivo costantemente presente nei nove brani" (Stefano Dentice, Italia Jazz).
«Intrigante è l'aggettivo giusto per definire il nuovo disco di uno di quei musicisti la cui base solida e accademica non manca di essere attuale e contemporanea(….) un mix di sonorità funky e latin jazz (…) piacevole, solare, che "si fa ascoltare" al di là di gusti e propensioni personali » (Ciro Masciullo, Rockit.it, Fanpage, quiSalento).
«Ogni traccia è un concentrato di buonumore e autentico divertimento. Un convivio di musica schietto e godibilissimo» (Eliana Augusti, La orillia).

4 gennaio 2018

SICUREZZA STRADALE: “BRESCIA, TRAGEDIA CHE POTEVA ESSERE EVITATA. DISTRAZIONE LA CAUSA”


SICUREZZA STRADALE \ LENTINO (BASTAUNATTIMO), "BRESCIA, TRAGEDIA CHE POTEVA ESSERE EVITATA. DISTRAZIONE LA CAUSA"

Roma – "Per la Polstrada la causa è ascrivibile alla distrazione del camionista. Abbiamo quindi la certezza che la tragedia poteva essere evitata, ed invece sei vite sono state spezzate così. La sicurezza stradale è un'emergenza per questo Paese e ancora molti non lo capiscono, a partire dal mondo politico-isituzionale. La formazione e l'educazione stradale rappresentano, necessariamente, una priorità". Lo afferma Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera, promossa anche da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani.

BastaUnAttimo
campagna nazionale sulla sicurezza stradale
e contro le stragi del sabato sera

campagna promossa da
AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani

BRANCACCIO 12 gennaio ABBA TRIBUTO SHOW

"ABBAdream – The Ultimate Abba Tribute Show" è il titolo dell'evento che farà cantare a squarciagola tutti i fans del gruppo svedese che ha venduto oltre 375 milioni di dischi in tutto il mondo.

Nel 2014 ricorrono i quaranta anni dalla storica esibizione degli ABBA all'Eurofestival con il brano "Waterloo" e l'inizio di una carriera folgorante con oltre 400 milioni di dischi venduti.

Gli ABBA si formarono intorno al 1970 senza mai cambiare la loro formazione: Björn Ulvaeus, Benny Andersson, Agnetha Fältskog e Anni-Frid Lyngstad (meglio conosciuta come "Frida").

Le canzoni degli ABBA sono ormai considerate un vero e proprio 'cult', anche grazie al musical teatrale "Mamma mia!" ed al film di successo con Meryl Streep e Pierce Brosnan.

ABBAdream ripropone le canzoni in versione originale, eseguite interamente dal vivo da una band che supporta le due voci femminili.

Ma non è solo la musica a fare grande uno spettacolo: numerosi cambi di abito, luci, video, coreografie ...
Un'occasione per riascoltare i grandi successi di una band che ha segnato la storia della musica pop.


TEATRO BRANCACCIO di Roma
12 gennaio 2018 h.21:00
Prezzi da 25 a 35 euro

Libri Edagricole: BIOTECNOLOGIE SOSTENIBILI



<![if !vml]><![endif]>BIOTECNOLOGIE SOSTENIBILI
Scienza e innovazione in agricoltura per affrontare le sfide della sicurezza alimentare e della sostenibilità ambientale
a cura di
Massimo Galbiati - Alessandra Gentile - Stefano La Malfa - Chiara Tonelli


Fin dagli albori dell'agricoltura l'uomo ha operato per selezionare piante sempre più adeguate alle proprie esigenze. L'introduzione delle moderne biotecnologie in campo agricolo ha aperto nuove e inattese prospettive per il miglioramento genetico delle specie coltivate.

Il volume offre una panoramica delle più recenti innovazioni biotecnologiche in agricoltura, con particolare riferimento alle attuali sfide della sostenibilità e della sicurezza alimentare. Ricercatori ed esperti del settore propongono una descrizione accurata tanto delle principali biotecnologie oggi in uso in agricoltura (breeding molecolare, trans-genesi e piante OGM), quanto dei possibili sviluppi tecnologici per l'agricoltura di domani (cis-genesi, editing del genoma).

Indice: Next Generation Breeding: le conoscenze genomiche rivoluzionano il miglioramento genetico - La parabola degli OGM e la prima generazione di piante transgeniche - Dalla trans-genesi alla cis-genesi e al genome editing - Breeding di specie ortofrutticole - Efficienza d'uso dei nutrienti minerali nelle piante - Adattamento e resistenza delle piante agli stress ambientali - La resistenza ai patogeni: approcci biotecnologici sostenibili per il  miglioramento della resistenza alle malattie - Biofortificazione e alimenti funzionali Molecular farming. Piante come 'biofabbriche' per la produzione di biofarmaceutici - Biotecnologie per la produzione sostenibile di bioenergia - Aspetti economici delle biotecnologie - Valutazione del rischio e normativa sugli Organismi Geneticamente Modificati - La percezione pubblica delle biotecnologie in Italia. 

I Edizione
€ 38,00 - 2017 Edagricole di New Business Media srl
ISBN: 978-88-506-5534-2
Pagine 272 - formato 19,5 x 26 cm
Tel. 051.65751 -  e-mail: libri.edagricole@newbusinessmedia.it   -  www.edagricole.it

BRANCACCIO 13 GENNAIO MICHAEL JACKSON TRIBUTE SHOW


Sergio Cortés in
MICHAEL JACKSON Live Tribute Show

Il più acclamato sosia mondiale del Re del Pop!

Cortés non è il solito transformista, ma la sua stupefacente somiglianza fisica e vocale con Michael Jackson lo hanno portato ad essere riconosciuto a livello internazionale come il sosia più affermato del grande Re del Pop.

Uno spettacolo di oltre due ore per rivivere i magici momenti della storia immortale di Michael. Sergio Cortés in "MICHAEL JACKSON LIVE TRIBUTE SHOW" porterà in scena, accompagnato da una band live e da un corpo di ballo, i più grandi successi di Michael Jackson, da "Dangerous" a "Billie Jean" e "Thriller", da "Smooth Criminal" a "Heal the World" e tantissimi altri, intrattenendo e coinvolgendo il pubblico con uno spettacolo di oltre due ore ricco di effetti scenici e coreografici che riproducono le vere performance del Mito.


TEATRO BRANCACCIO di Roma
13 gennaio 2018 h 21
Prezzi da 25 a 40 euro


Unione Naz. Consumatori su sacchetti: tassa a carico dei consumatori e attenti alla tara


UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI

Sacchetti bio: Galletti,è atto di civiltà ecologica

UNC: è una tassa a carico dei consumatori

Attenti alla trappola della tara

Per il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, l'entrata in vigore della normativa ambientale sugli shopper ultraleggeri è un atto di civiltà ecologica che pone l'Italia all'avanguardia nel mondo.
"E' solo una tassa a carico dei consumatori. Se l'obiettivo era ridurre i sacchetti in circolazione, andava prevista la possibilità per il consumatore di portarsi da casa borse riutilizzabili, cosa che, a quanto pare, il ministero dell'ambiente stesso avrebbe vietato in una nota, al momento non pubblicata e introvabile, salvo per gli addetti ai lavori" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.
"Peraltro, anche se si potessero portare da casa sacchetti riutilizzabili, andrebbe prima risolto il problema del rispetto della normativa sulla tara. Il consumatore, altrimenti, potrebbe cadere dalla padella alla brace, pagando la borsa personale al prezzo della frutta e della verdura acquistata, finendo per pagare ancora di più rispetto all'acquisto di un sacchetto nuovo, considerato che le bilance dei supermercati sono attualmente tarate per le buste leggerissime da loro distribuite. Insomma, un vero e proprio pasticcio!" conclude Dona.


BePositive: un super party a Pitti Firenze con Tommy Vee 







BePositive: super party a Pitti Firenze per celebrare la collaborazione con Tommy Vee e la sua capsule collection Veeshoes
 


Si preannuncia come uno degli appuntamenti clou di Pitti Immagine Uomo numero 93, in calendario dal 9 al 12 gennaio, il party BePositive, fissato per il 10 gennaio alle 21 presso il Complesso di Santo Stefano al Ponte Vecchio a Firenze.

Una grande festa a base di moda, musica e cultura, con cui il marchio di calzature BePositive vuole celebrare la collaborazione con Tommy Vee, al secolo Tommaso Vianello, dj e produttore discografico di fama internazionale, e la sua capsule collection Veeshoes, svelando in anteprima il modello Track 1 B-side, Track 3 e 4 (dopo le esperienze di Track 1 e 2).

Il marchio BePositive - ora in capo alla Febos di Maser (Treviso), guidata da Fabrizio Ferraro - ha un'incredibile storia alle spalle, che lo ha reso uno degli innovatori più acclamati nel mondo delle sneaker. Il sodalizio sempre più stretto con il mondo della musica caratterizza attualmente il suo percorso.

Il complesso di Santo Stefano al Ponte Vecchio si compone di una chiesa sconsacrata, nelle cui navate grandi schermi proiettano immagini di quadri impressionisti, ma anche, in esclusiva per il party BePositive, video e immagini con skyline e luci della notte. In questa atmosfera suggestiva e rarefatta, la prima parte della serata prevede una cena per 200 persone: buyer internazionali e artisti amici del brand.

Sarà una lunga notte "sperimentale" di moda e musica grazie alla performance della special guest Barbara Tucker, Queen of House Music, artista internazionale dalla voce straordinaria che insieme a dj Q e a al dj Matteo Monti scalderanno la serata, prima della grande performance del "padrone di casa", il dj Tommy Vee. 


Come un remix capace di far scatenare le dance floor più cool, le Track  di BePostive stupiranno il pubblico di Pitti Immagine Uomo 93 e daranno idealmente il via alla presentazione dell'intera collezione BePositive per l'autunno-inverno 2018/2019, esposta all'interno del padiglione Touch della Fortezza da Basso, stand E/10.

Il party è organizzato in collaborazione con lo store d'avanguardia nell'universo sneaker Flow Run di piazza Strozzi a Firenze, partner di BePositive a cui dedica sempre le vetrine durante il salone della moda uomo.

L'evento BePositive è diventato ormai un appuntamento not to miss della kermesse fiorentina e si pensa già di replicarlo a marzo 2018 a Shanghai, in occasione della Shanghai Fashion Week, adattandone il concept alla trasferta cinese della moda italiana e internazionale.


 

LEO DA VINCI - MISSIONE MONNA LISA: al cinema dall'11 gennaio



presenta 
LEO DA VINCI
MISSIONE  MONNA  LISA 
diretto da
SERGIO MANFIO

con la canzone Il tempo intorno di
RIKI




AL CINEMA DALL'11 GENNAIO 2018


Sta per arrivare nelle sale italiane Leo da Vinci – Missione Monna Lisa, l'attesissimo film di animazione diretto da Sergio Manfio e prodotto da Gruppo Alcuni, che sarà distribuito da Videa a partire dall'11 gennaio 2018. Leo da Vinci – Missione Monna Lisa è un film animato su una delle figure più enigmatiche di tutti i tempi, Leonardo da Vinci, e ne ricrea il suo mondo, fatto di scoperte geniali, invenzioni intelligenti e un grande sogno: riuscire a volare. Insieme a lui in questa avventura, vecchi e nuovi amici, tra cui la forte e determinata Lisa, di cui Leo è innamorato senza ancora saperlo. E poi ci sono i cattivi, che non esitano a ricorrere alle maniere forti per raggiungere il loro obiettivo: recuperare un tesoro sotto le acque del mare vicino all'Isola di Montecristo, servendosi di una delle invenzioni di Leonardo. Un film appassionante e divertente, che però nel profondo dà una lezione che non conosce età: non smettere mai di inseguire i propri sogni, perfino quando sembrano impossibili, e sperimentare sempre, sfidando i propri limiti.

Riki firma la colonna sonora del film con la canzone "Il tempo intorno", tratta dal suo secondo album "Mania", uscito il 20 ottobre e diventato in un solo mese già Disco di Platino con 50.000 copie vendute. Cantautore rivelazione dell'edizione 2017 di Amici di Maria de Filippi, Riki, con il primo album "Perdo le parole", è Triplo Disco di Platino con oltre 150.000 copie vendute, posizionandosi nella classifica delle vendite davanti a Fedez e J-AX, Mina e Celentano, Ed Sheeran e Tiziano ferro. Un successo che sconfina anche sui social, con 1 milione di followers su Instagram e 250.000 su Facebook, e con ben oltre 26 milioni di visualizzazioni per i suoi video.

SINOSSI
Leo da Vinci: artista, inventore, genio. Prima di tutto un ragazzo con una straordinaria storia da raccontare. La vita a Vinci scorre tranquilla: Leo è alle prese con le sue idee geniali, Lorenzo lo aiuta e Lisa li sta ad osservare senza troppa convinzione. Di ritorno da una gita al lago, dove Leo ha provato la sua ennesima invenzione, i nostri amici hanno una brutta sorpresa: la casa di Lisa e i campi hanno preso misteriosamente fuoco. Per aiutare Lisa e suo padre che hanno perduto tutto i due amici decidono di andare alla ricerca di un tesoro nascosto. E qui comincia l'avventura! Nella loro ricerca del tesoro, Lisa e Leonardo incontrano Niccolò, un ragazzino polacco appassionato di stelle, e vengono "aiutati" da Agnese, una vivace orfanella. Ben presto i nostri eroi si rendono conto che l'impresa è difficile, sia perché devono fare i conti con un gruppo di pirati interessati anche loro alla ricerca del tesoro, sia perché il tesoro stesso sembra misteriosamente scomparso. Tutti gli eventi si susseguono con un ritmo incalzante fino al ritrovamento del tesoro.





SNGCI: Laura Delli Colli confermata Presidente. Insediato il nuovo Direttivo 2018-2020



DA OGGI IN CARICA IL NUOVO VERTICE SNGCI
Laura Delli Colli confermata
Presidente dei Giornalisti Cinematografici
Fino al 2020, con il nuovo Direttivo composto da
Fulvia Caprara (vicepresidente), Paolo Sommaruga, Oscar Cosulich e Stefania Ulivi
Con la nomina di Romano Milani Segretario Generale e di Franco Mariotti Sindaco Unico avviata anche la composizione del nuovo Consiglio Nazionale che affianca da oggi il Direttivo
Roma, 3 GennaioLaura Delli Colli è stata ancora una volta confermata alla Presidenza dei Giornalisti Cinematografici Italiani. Lo ha deciso all' unanimità – dopo il verdetto elettorale dei giorni scorsi- il nuovo Direttivo del Sindacato nel quale sono confermati anche Fulvia Caprara (Vicepresidente, La Stampa), Paolo Sommaruga (Tg1), Oscar Cosulich (Il Mattino- l'Espresso) e Stefania Ulivi (Corriere della Sera). Il Direttivo ha rinnovato a Romano Milani l'incarico di Segretario Generale e Amministratore e nominato Franco Mariotti Sindaco Unico.
Affianca il nuovo vertice, che sarà in carica fino al 31 Dicembre 2020, in base al nuovo Statuto, il Consiglio Nazionale del Sngci di cui il Direttivo, già nella sua prima riunione, ha avviato la composizione chiamando a farne parte Maurizio di Rienzo, delegato per documentari e cortometraggi, Titta Fiore per il coordinamento delle attività e dei rapporti sul territorio nelle Regioni del Sud, Maurizio Turrioni per l'area Nord, e, ancora, Fabio Falzone e Susanna Rotunno per il coordinamento dei colleghi e delle iniziatve delle tv.
Del Consiglio Nazionale –che sarà completato nei prossimi giorni- fanno parte di diritto il consigliere delegato dalla Fnsi, Carlo Muscatello e l'ex Presidente Sngci Mario Di Francesco.

Laura Delli Colli, Giornalista professionista dal gennaio 1977, guida il Sngci dal 2002. Entrata giovanissima nella redazione dell'Agenzia ADN Kronos è stata redattrice degli Spettacoli a la Repubblica, dov'era stata chiamata a collaborare fin dai numeri zero, poi inviato speciale di Panorama.
Alla guida delle attività del Sindacato- dal sito www.cinemagazineweb.it e la rivista Cinemagazine, ai prestigiosi Nastri d'Argento- ha pubblicato molti libri dedicati al cinema, ai suoi protagonisti, alla sua memoria..
È da tre anni nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cinema per Roma e, tra le altre attività, cura, a Los Angeles, la rassegna Cinema Italian Style prodotta da Luce Cinecittà realizzata in collaborazione con American Cinemathèque.
Buon lavoro e buon anno insieme. E grazie a tutti per la fiducia.
Nell'augurare buon lavoro al nuovo Direttivo Laura Delli Colli ringrazia le colleghe e i colleghi che , con 105 voti su 109 votanti, le hanno attribuito ancora una volta un larghissimo consenso.
"È per me un onore aver avuto da queste elezioni la conferma di una fiducia che sento di aver conquistato sul campo- dice -attraverso un impegno quotidiano Il nostro lavoro è cresciuto, negli anni, insieme all'immagine e all'iniziativa di un gruppo di lavoro che ha dato al Sindacato, sempre di più, un ruolo di primo piano ormai insostituibile nell'associazionismo culturale.
Insieme lavoreremo anche per il prossimo triennio sulla linea editoriale delle ultime stagioni: attenzione alla qualità, nel cinema e nella professione, quindi, ma anche Nastri d'Argento e in generale i nostri riconoscimenti come un laboratorio che segnali sempre di più, con l' eccellenza, le nuove tendenze e le professionalità emergenti.
Crediamo che, senza far proprie le prerogative squisitamente sindacali che spettano comunque alla Fnsi attraverso le Associazioni di Stampa, il Sngci debba essere comunque, sempre di più, un luogo di confronto, di scambio e di proposta con le realtà del cinema e, soprattutto, con tutte le aree della professione giornalistica, dalle firme più 'garantite' -pur in un quadro critico per tutti- alle professionalità che vivono nel precariato, senza tutele, in un quadro di incertezza quotidiana. A loro in particolare l'invito ad aver più fiducia nelle possibilità di un dialogo al quale siamo da sempre disponibili. Anche alle colleghe e ai colleghi, giornalisti, degli uffici stampa l'invito ad entrare nel gruppo e comunque a dialogare di più e meglio sui temi che riguardano le nostre realtà diverse, eppure quotidianamente in campo insieme. La nostra è anche la loro professione, pur con la necessità di dialogare di più, oltre i rapporti personali, in un clima di rispetto per le reciproche autonomie.
Grazie per questa riconferma. E a tutte e tutti buon anno. Insieme"
SNGCI
Via Giulia n.4   00186 Roma

Post più popolari