Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

2 settembre 2017

Venezia -74 THE ITALIAN JOBS: PARAMOUNT PICTURES E L'ITALIA - il 7 settembre, 74° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia




PARAMOUNT CHANNEL PRESENTA

THE ITALIAN JOBS: PARAMOUNT PICTURES E L'ITALIA 

le prime immagini del documentario di Paramount Channel Italia
presentate in esclusiva alla 74° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia


saranno presenti:

Sergio Del Prete
VP Editorial Brand di Viacom Italia,
Felice Laudadio
Presidente Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia,
Marco Spagnoli
Regista del documentario
E con la partecipazione degli attori
Adriano Giannini e Greta Scarano

Un documentario per raccontare il rapporto unico che lega Paramount Pictures, una delle più importanti case cinematografiche degli Stati Uniti d'America, al nostro Paese. Con The Italian Jobs: Paramount Pictures e l'Italia – suo primo lungometraggio originale – Paramount Channel, il brand di Viacom International Media Networks Italia visibile sul canale 27 del fta dedicato agli amanti delle storie, ha deciso di raccontare la propria e di rendere così omaggio alla relazione speciale che, da sempre, lega la major hollywoodiana al Belpaese. Le prime immagini di The Italian Jobs: Paramount Pictures e l'Italia saranno presentate in esclusiva giovedì 7 settembre alla 74° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia.
Il documentario è scritto e diretto da Marco Spagnoli, prodotto da Ascent Film da un'idea di Luca Cadura per Kenturio. Realizzato in collaborazione con Istituto Luce – Cinecittà. La voce narrante è quella di Adriano Giannini.
Le primissime immagini inedite sono disponibili al seguente link:

1 settembre 2017

Val d’Oca, Cantina Produttori di Valdobbiadene



Val d'Oca, Cantina Produt­tori di Valdobbiade­ne
L'uva è raccolta ancora a mano, ma l'innovazione e la tecnologia adottate pongono il suo Prosecco tra i più distribuiti e conosciuti al mondo

Valdobbiadene (Tv), agosto 2017 – La Cantina Produt­tori di Valdobbiade­ne è una delle realtà cooperative italiane che meglio raccontano la storia di un territorio vocato naturalmente alla produzione del vino.  Nata nel 1952 grazie all'ini­ziativa di 129 soci viticoltori che nel dopoguerra scelgono di unire le proprie forze per gestire l'inte­ra filiera vitivinicola, nel 2008 la Cantina di Valdobbiadene cede la commercializzazione dei prodotti imbottigliati a Val D'Oca srl, azienda controllata, che meglio e più agilmente inizia nuovi processi di marketing verso il consumatore, avvalendosi di reti commerciali in Italia e all'estero per arrivare oggi a posizionarsi come una realtà produttiva di Prosecco più importanti al mondo.
Oggi sono circa 600 gli agricoltori soci che condividono un pro­getto aziendale importante, che veste l'immagine di un brand unico, Val D'Oca, unendo all'esperienza e alla tradi­zione l'impulso all'innovazione e agli investimenti nelle tecnolo­gie produttive, con l'obiettivo di offrire al consumatore un vino di qualità che sia espressione del territorio e controllato in una produzione unica. A differenza della maggior parte dei competitor, la Cantina Produttori Val D'Oca è infatti l'unica cooperativa del Prosecco che non è solo imbottigliatrice ma segue e gestisce tutta la filiera, "dal vigneto, alla cantina". 

La Cantina Produt­tori di Valdobbiade­ne Val D'Oca si trova inserita in uno dei paesaggi più straordinari e suggestivi d'Italia, nella fascia collinare fra Asolo e Conegliano, ai piedi delle Prealpi Trevigiane, ed è punto di riferimento della viticoltu­ra e della produzione vinicola locale a livello occupazionale e per l'indotto economico generato. 
L'azienda segue direttamente anche alcune zone esclusive – le famose "rive" – che sono tipiche della zona del Prosecco ma che pochissimi altri produttori hanno e che per le loro particolari caratteristiche di terreno ed esposizione climatica danno origine a uve eccellenti da cui nascono prodotti di altissima qualità.

In 959 ettari vitati, la Cantina raccoglie esclusivamente a mano le uve e le trasforma annualmente in circa 15.000 tonnellate di materia prima, dove il 90 % del totale dell'uva è rappresentato da Glera, il vitigno a bacca bianca idonea alla produzione dei vini Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, Asolo DOCG e Prosecco DOC.
La produzione media/anno si attesta su 13 milioni le bottiglie distribuite al canale Horeca (30%) GD (30%) private label (12%) e ai distributori esteri (28% su 48 Paesi con i Marchi VAL D'OCA , CA'VAL e MINU') attraverso una rete commerciale in Italia di oltre 100 persone tra agenti e capiarea. Il fatturato 2016 è di circa 40 milioni di euro - 30 Italia, 10 estero.

Dalla sua nascita ad oggi, l'azienda ha come obiettivo quello di valorizzare le uve conferite dai Soci produttori e per far questo, impegna risorse umane ed economiche per il miglioramento della viticoltura e dei processi produttivi. Oltre al conseguimento delle certificazioni internazionali BRC, IFS e ISO 9000, sono state intraprese negli anni iniziative volte al miglioramento qualitativo della produzione, attraverso la consulenza fornita da agronomi preparati, i corsi di formazione e aggiornamento per i viticoltori, la selezione di "cru" provenienti da fondi particolarmente vocati alla produzione di uve di pregio. Non ultimo, l'avviamento del progetto "BIO" per la riconversione da agricoltura tradizionale a biologica di 15 ettari di vigneto. Sono nate così tre nuove referenze che prevedono la filiera dal vigneto alla cantina in ottica organic farming: Bioldo Prosecco Treviso DOC in versione extra dry, Scudo Bio Prosecco Treviso DOC e Bio/Vegan Asolo Prosecco DOCG.

Contestualmente all'impegno profuso nella prima parte della filiera produttiva, la Cantina Produttori di Valdobbiadene Val D'Oca ha avviato inoltre un programma di aggiornamento tecnologico volto al mantenimento della qualità raccolta in campagna. Questo prevede investimenti nel comparto di vinificazione, presa di spuma e nei controlli di laboratorio.


L'azienda di Valdobbiadene infine è recentemente entrata a far parte di "The Wine Net, Italian Co-Op Excellence", la prima rete commerciale nata per promuovere l'eccellenza della cooperazione vitivinicola italiana e che proprio nella logica della collaborazione e della condivisione intende unire le più importanti denominazioni del patrimonio enologico italiano – ad oggi Cantina Produttori di Valdobbiadene - Val D'Oca, Cantina Valpolicella Negrar e Cantina Pertinace.

---
Approfondimenti

La produzione
Da punto di vista commerciale, Val D'Oca, società controllata deputata proprio a questo scopo, ha puntato molto sulla diversifica­zione delle linee di prodotto: ac­canto ai classici Valdobbiadene Prosecco Supe­riore DOCG, sia in versione Brut che Extra-Dry, si trovano oggi etichette come l'Uvaggio Storico, Valdobbiadene Pro­secco Superiore DOCG Dry realizzato con l'85% da uve Glera e il restante 15 % da uve Verdiso, Perera e Bianchetta Trevigiana varietà d'uva legate alla tradizio­ne antica.
Il best-seller Millesimato in bottiglia nera satinata Valdobbiadene Pro­secco Superiore DOCG in versione extra dry rimane il più richiesto dagli appassionati del marchio.
Esiste poi la linea "Rive", composta da eccellenti Cru prodotti con uve maturate in particolari aree della DOCG, con resa di 13 tonnellate/Ha vocate ad offrire la migliore qualità in materia prima: Rive di San Pietro di Barbozza Valdobbiadene Pro­secco Superiore DOCG Brut e i nuovi arrivi Rive di Santo Stefano Valdobbiadene Pro­secco Superiore DOCG Brut Nature e Rive di Col San Martino Brut, presentati in anteprima a Vintaly 2017.
Altra punta di diamante è il Punto Rosa, un vino spumante rosato prodotto da sole uve Pinot Nero vinificate in rosa. Si tratta di un Millesimato in versione Brut.

L'attività online
La Cantina Produt­tori di Valdobbiade­ne Val D'Oca è stata tra le prime ad affacciarsi al mercato on line, consapevole delle nuove opportunità di relazione e dialogo con consumatori e appassionati offerte dai social media, tanto che oggi conta una community di oltre 90.000 fan sulla pagina Facebook, confermandosi ai primissimi posti nella speciale classifica delle bollicine italiane più amate sul social network.
Importanti investimenti sono stati fatti inoltre sul fronte del commercio elettronico, dove i wine-lover possono trovare ed acquistare direttamente le diverse etichette di Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, di Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG e di Prosecco D.O.C ma anche altri vini, distillati e una serie di accessori ideali per completare l'esperienza del Prosecco.

Wine Center Val D'Oca & Sapori
Con il Wine Center Val D'Oca & Sapori, inaugurato nel 2011  accanto alla sede storica della Cantina a S. Giovanni di Valdobbiadene, Val D'Oca è oggi tra i protagonisti nella valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze. Oltre che moderno punto vendita, questo spazio multifunzionale progettato secondo criteri di eco-sostenibilità si propone quale ideale luogo d'incontro per consumatori, enoturisti e appassionati. Qui si possono conoscere, degustare e acquistare tutti i vini Val D'Oca. E' anche possibile entrare in contatto con il territorio, le sue tradizioni, i prodotti tipici e le eccellenze a 'km zero'. Già da alcuni anni sono in programma presso il Val D'Oca & Sapori Wine Center diversi appuntamenti enogastronomici a tema che suscitano sempre maggiore interesse nel pubblico. Durante questi incontri vengono proposti i vini a marchio Val D'Oca in abbinamento ad altre tipicità della tradizione culinaria veneta come il baccalà, l'asparago bianco Dop, i funghi,  l'oca e molto altro.



TEEN PARADE di Radioimmaginaria: 6-7 Settembre a BolognaFiere, il lavoro spiegato dagli adolescenti



TEEN PARADE - Il lavoro spiegato dagli adolescenti

6 - 7 Settembre 2017 - P R O G R A M M A

 

PUOI RAGGIUNGERCI

@FARETE Sala Opera, ammezzato tra Pad. 15 e 18, Bologna Fiere (BO)


Con:
GIULIANO POLETTI, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali
|VALERIA FEDELI, Ministra dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca |ALBERTO VACCHI, Presidente Confindustria Emilia |PISCHELLI IN CAMMINO, In cammino (verso il futuro) |ALESSANDRO BARBERO, Kobra BMX Team |PAOLO PICCHIO, Padre contro il cyberbullismo |ELENA FERRARA, Senatrice | TONY PRINCE, DJ radiofonico Radio Caroline EMANUELE LAMBERTINI, Campione paralimpico di scherma |EMANUELE FASANO, Il pianista della stazione LERCIO, Lo sporco che fa notizia | GIUSI FASANO, Giornalista Corriere della Sera e autrice | VALENTINA MARCHESINI, Direttore Risorse Umane Marchesini Group | GIANPIERO D'ALESSANDRO, Artista e illustratore | STEFANIA ANDREOLI, Psicanalista dell’adolescenza | ANGELIPRESS, Portale della cultura sociale |LADRI DI CARROZZELLE, Rock band | GIULIANO PESCE, Autore del libro “Io e Henry” | FRAFFROG, Youtuber | RICHARDHTT, Youtuber | e con la partecipazione straordinaria di LO STATO SOCIALE| RUDY ZERBI, DJ e conduttore televisivo |JACK NOBILE, Youtuber | SIMONE PACIELLO, Youtuber
INTERVISTE E CANZONI
6 SETTEMBRE DALLE 15 CON

LO STATO SOCIALE
 

PROGRAMMA
MERCOLEDI' 6 SETTEMBRE
ore 14.00 | BiblioPalco
Apertura Teen Parade: LADRI DI CARROZZELLE, live presentano PAOLA SEVERINI MELOGRANI
e EMANUELE LAMBERTINI
ore 14.35 | BiblioPalco
BLACK TASTE, funky Music under 20
ore 15.05 | BiblioPalco
Talk: presentazione della giornata con RUDY ZERBI, SIMONE PACIELLO e gli speaker di Radioimmaginaria
ore 15.25 | BiblioPalco
Esibizione by CSI Bologna
ore 15.35 | BiblioPalco
Inaugurazione: intervengono il Ministro del Lavoro GIULIANO POLETTI, ALBERTO VACCHI, Presidente Confindu- stria Emilia, RUDY ZERBI e gli speaker di Radioimmaginaria
ore 15.55 | BiblioPalco
Esibizione di SIMONE PACIELLO, youtuber
ore 16.15 | Alternanza Square
Talk: Alternanza Scuola-Lavoro
Intervengono la Ministra dell’Istruzione VALERIA FEDELI, il Ministro del Lavoro GIULIANO POLETTI, RUDY ZERBI, gli speaker di Radioimmaginaria e LO STATO SOCIALE 
ore 17.15 | BiblioPalco
Esibizione di JACK NOBILE, mago e youtuber
ore 17.35 | BiblioPalco
Talk: presentazione sul tema della Cultura Tecnica
con VALENTINA MARCHESINI e gli speaker di Radioimmaginaria
ore 18.25 | BiblioPalco
IL GENERATORE DI TENSIONE, pop/rock italiano Music under 20
ore 18.55 | BiblioPalco
Talk: speciale sul tema bullismo e cyberbullismo con PAOLO PICCHIO e ELENA FERRARA
ore 19.25 | BiblioPalco
Talk: presentazione generale dei CASE CUBES
ore 20.00 | BiblioPalco
LO STATO SOCIALE Intervista e canzoni
ore 20.30 | BiblioPalco
BLITZ AND SHUTTLE, rap Music under 20
Pomeriggio in radio con
LO STATO SOCIALE 
 
VENERDÌ 7 SETTEMBRE
ore 9.00 | BiblioPalco
Talk: STEFANIA ANDREOLI, psicanalista dell’adolescenza e autrice
ore 9.30 | BiblioPalco
Talk: GIANPIERO D’ALESSANDRO, artista e illustratore
ore 10.00 | BiblioPalco
Talk: esercitazione di POETRY SLAM
ore 10.30 | BiblioPalco
Esibizione di EMANUELE FASANO, pianista
ore 11.00 | BiblioPalco
Talk: GIUSI FASANO, giornalista
ore 12.00 | BiblioPalco
Talk: GIULIANO PESCE, autore di "Io e Henry"
ore 13.30 | BiblioPalco
LORENZO GIROTTI, pop/acoustic Music under 20
ore 14.00 | BiblioPalco
THE BLIND MONKEYS, rock/blues/funk Music under 20 
ore 14.30 | BiblioPalco
HOPES, pop/pop rock Music under 20
ore 15.00 | Area BMX
DEMO KOBRA BMX TEAM di Alessandro Barbero
ore 15.30 | BiblioPalco
DRUNKEN UNICORNS, nu metal/punk Music under 20
ore 16.00 | BiblioPalco
Talk: RICHARDHTT e FRAFFROG, youtubers
ore 16.30 | BiblioPalco
NAMELESS, pop rock Music under 20
ore 17.00 | BiblioPalco
Talk: LERCIO, sito di fictional news
ore 17.30 | BiblioPalco
MIZA DJ set, electro house/trap Music under 20 
Tutta la giornata simulazione volo droni
AREA DRONODROMO
 
  

Tutto il cacio minuto per minuto: una giornata ideale a Cheese 2017, a Bra dal 15 al 18 settembre



Image


Tutto il cacio minuto per minuto
Una giornata ideale a Cheese 2017, a Bra dal 15 al 18 settembre

A Cheese 2017 c'è solo l'imbarazzo della scelta. Tra una Conferenza e un Laboratorio del Gusto, la proiezione di un film e una degustazione, passeggiare per Bra durante l'evento internazionale dedicato alle forme del latte è un'esperienza unica e ricca di suggestioni. Volete sapere perché? Ecco qui una carrellata di luoghi e appuntamenti, mentre tutte le informazioni, oltre che sul sito, sono a portata di touch grazie alla App Cheese 2017 scaricabile gratuitamente per iOS e Android.

Casa Slow Food
Il consiglio per cominciare bene la visita di Cheese è partire da via Mendicità istruita, sede dell'associazione da oltre tren'anni e indirizzo noto in tutto il mondo agli appassionati della Chiocciola. Proprio qui è allestita Casa Slow Food, con attività riservate ai soci e agli aspiranti soci. Tra queste gli Incontri Slow…con il latte crudo, un assaggio dei Master of Food, ovvero i corsi educativi che Slow Food propone ai propri soci in tutta Italia. Per partecipare agli appuntamenti in programma basta verificare la disponibilità in Casa Slow Food. Per le scolaresche e i visitatori desiderosi di mettersi alla prova, niente di meglio che incontrare i produttori e scoprire i segreti del loro mestiere attraverso giochi e laboratori. Il team di Slow Food organizza lungo via Vittorio Emanuele II la Via Lattea di Slow Food con quiz e momenti di intrattenimento a cura di Circowow. Tra le aree dedicate ai soci Slow Food si trova anche il Baby Pit Stop, riservato alle neo mamme e ai bimbi che hanno bisogno di un momento di relax.

Il Mercato dei Formaggi
Proseguiamo con il Mercato dei Formaggi, che per la prima volta presenta solo formaggi a latte crudo. Piazza Carlo Alberto ospita una selezione dei migliori prodotti caseari italiani mentre via Audisio è il posto in cui assaggiare e acquistare i caci internazionali provenienti da UK, Olanda, Francia, Svizzera e Slovenia solo per citarne alcuni. Mentre chi ha apprezzato i formaggi spagnoli nel 2015, Paese ospite due anni fa, sarà contento di dedicarsi alla più ampia esposizione mai registrata in undici edizioni della manifestazione: 12 bancarelle che ben descrivono la vivacità del movimento casaro spagnolo, tra cui anche l'associazione dei casari e formaggiai del Cammino di Santiago de Compostela, per ripercorrere aromi e consistenze della famosa via cristiana. Nella vicina piazza Roma ci sono gli artigiani della ormai storica Via degli affineur e dei selezionatori. Tra questi anche quattro stand dedicati agli Stati Uniti, ospite d'onore di questa edizione. Il sabato e la domenica c'è anche il Mercato della Terra di Bra, dove trovare prodotti agricoli, freschi e di stagione venduti da chi effettivamente li produce. Per un bicchiere di bollicine tra una degustazione e un acquisto, vi aspetta nel Mercato di piazza Carlo Alberto il Consorzio Alta Langa, Official Sparkling Wine della manifestazione. Il Mercato apre i battenti tutti i giorni alle 10, e fino a sera è possibile assaggiare e acquistare non solo formaggi a latte crudo ma anche aceti, mieli, mostarde, pani, confetture e tanto altro ancora.

Via dei Presìdi, Casa della Biodiversità e Spazio Libero
Un mercato particolare è quello delle vie Marconi e Principi di Piemonte, dove incontriamo i Presìdi (in tutto 48 italiani e 11 internazionali), il progetto con cui Slow Food tutela tecniche tradizionali, razze autoctone, prodotti artigianali e paesaggi rurali. Si tratta di un'occasione unica per conoscere questi prodotti, compresi gli ultimi arrivati: il trentingrana di alpeggio, il çuç di mont dal Friuli Venezia Giulia, il pecorino a latte crudo della Maremma, l'abruzzese pecorino di Farindola, il pecorino del Monte Poro dalla Calabria e il Boeren Leyden tradizionale olandese. Se volete saperne di più sui progetti di salvaguardia di Slow Food, basta partecipare agli appuntamenti della Casa della Biodiversità tra piazzetta Valfrè di Bonzo e via Marconi, dove tra un aperitivo e l'altro Cheese vi fa viaggiare alla scoperta dei Presìdi e dei prodotti dell'Arca del Gusto di tutto il mondo. Tra le novità c'è lo Spazio Libero, dove assaggiare formaggi a latte crudo liberi da fermenti industriali, salumi liberi da nitrati e nitriti e ancora pane e pizza con lievito madre e birra Lambic a fermentazione spontanea.

Piazza della Pizza, chioschi regionali, Cucine di Strada, Food Truck e Piazza della Birra
Torna nel cortile delle Scuole Maschili la Piazza della Pizza: un viaggio dal Nord al Sud dell'Italia con quattro maestri che combinano gusti e ingredienti della propria terra. Per conoscere loro e gli altri protagonisti dell'area (e anche le loro creazioni) basta partecipare alle Storie di Pizza e ai Pizza Talk. Ecco il programma di laboratori che sono in vendita on line e, durante Cheese, presso la Reception eventi di vicolo Chiaffrini, insieme agli altri appuntamenti su prenotazione ancora disponibili: Laboratori del Gusto, Scuola di Cucina e lo spettacolo di Luca Mercalli e Banda Osiris Non ci sono più le quattro stagioni.
Sempre nelle Scuole Maschili, ci sono i Chioschi regionali, dove degustare realtà gastronomiche provenienti da Lazio, Friuli Venezia Giulia e Valle d'Aosta. Se tutto questo vi ha stuzzicato l'appetito, è ora di dedicarsi alle Cucine di strada che animano anche piazza Spreitenbach, insieme ai Food Truck e alla Piazza della Birra che presenta decine di realtà brassicole artigianali italiane: impossibile non trovare quella che incontra i propri gusti!

Risotto&Pasta: area gourmet gluten free e non solo
Se siete intolleranti al glutine o semplicemente volete assaggiare piatti speciali e alternativi, spostatevi in piazza XX Settembre dove Cheese ha allestito l'area Risotto&Pasta, in collaborazione con Strada del riso vercellese di qualità, Aurora Naturale e Associazione di volontariato - Braidesi uniti per la celiachia onlus. Nella vicina via Pollenzo si trova la gastronomia No Glu (aperta tutti i giorni con orario continuato) che fornisce pane fresco senza glutine alla Gran Sala dei Formaggi oltre che in tutti i Laboratori del Gusto.

Piazza del Gelato
Arrivati a questo punto concedetevi un dolce: in piazza XX Settembre vi aspetta la Piazza del Gelato, curata dalla Compagnia dei Gelatieri fondata da Alberto Marchetti e in collaborazione con Inalpi. Diversi showcooking, su prenotazione ma gratuiti, affiancano lo Spazio gourmet dove, grazie al due stelle Michelin Antica Corona Reale di Cervere, si impara ad accostare il gelato all'alta cucina.

Gran Sala dei Formaggi ed Enoteca
Anche l'undicesima edizione di Cheese vuole il suo salotto buono: nella Gran Sala dei Formaggi, sotto l'ala di corso Garibaldi, si trovano centinaia di specialità provenienti da tutto il mondo che potete abbinare a una delle 600 etichette italiane dell'Enoteca, abilmente selezionate dalla Banca del Vino di Pollenzo e dalla guida Slow Wine e sapientemente illustrate dai sommelier Fisar. Per l'acquisto di cibo e vino debutta la moneta pulita che sostituisce i ticket di carta nei punti cassa gestiti da Slow Food: di legno certificato PEFC, è realizzata da Palm Design - impresa artigianale impegnata nella filiera del legno sostenibile - per conto di PEFC.

Pollenzo e Cheese
Sempre in corso Garibaldi ecco lo stand dell'Università di Scienze Gastronomiche, con attività organizzate dagli studenti, tra cui il Walk n'Eat, passeggiata enogastronomica per le vie di Bra, e l'Eat in: un lungo tavolo che ospita chi vuole fare due chiacchiere, ascoltare, imparare e condividere cibo e bevande. Se siete interessati alle attività formative, potete visitare il campus a Pollenzo e approfittarne per una degustazione di vini e formaggi nelle cantine della Banca del Vino. Se invece volete imparare ad abbinare i formaggi con pasta o verdure e accrescere così le vostre abilità culinarie, iscrivetevi (online o alla Reception Eventi) alle Scuole di Cucina, dove due chef d'eccezione - Sergi de Meià dell'omonimo ristorante di Barcellona e Salvatore Tassa de Le Colline Ciociare di Acuto (Fr) - vi aspettano per mettervi alla prova.

Per saperne di più: Conferenze e libri Slow
Non perdetevi poi le Conferenze, utili per diventare consumatori sempre più consapevoli. A Cheese si parla di latte crudo, fermenti naturali, benessere animale e cambiamenti climatici. Ma queste sono solo alcune delle tematiche affrontate, oltre che con pastori e casari, con economisti, ricercatori ed esperti di filiera. Merita una visita il programma della Cheese Box nel cortile di Palazzo Garrone: al mattino con gli appuntamenti in collaborazione con La Stampa, a cui partecipano, tra gli altri, il direttore Maurizio Molinari, in una chiacchierata con Carlo Petrini, e Marco D'Amore, attore protagonista della fiction Gomorra e anche appassionato di cibo; a partire dalle 16 con le Merende Sonore del progetto 180gr, per promuovere la cultura del vinile attraverso le performance di dj italiani e internazionali. Inoltre Cheese offre un bagaglio di conoscenze che va oltre i giorni dell'evento, grazie alle novità editoriali presentate durante le Conferenze e acquistabili alla Libreria del Gusto, lo stand di Slow Food Editore in piazza XX Settembre. Venerdì 15 alle 17,30 la Libreria ospita Carlo Petrini e Gigi Padovani, che presentano il libro Slow Food. Storia di un'utopia possibile, la biografia di Slow Food attraverso le vicende che hanno visto protagonista il suo fondatore.

Tutti i partner di Cheese
Un paragrafo a parte meritano gli eventi degli Official Partner di Cheese 2017 in piazza XX Settembre: Pastificio Di Martino propone laboratori ludico-creativi per riconoscere un buon piatto di pasta con il formaggio, Lurisia organizza degustazioni di formaggi in abbinamento con Bolle e Stille, Velier offre percorsi per risalire alle origini di distillati e liquori, Parmigiano Reggiano torna come ogni edizione con i Caseifici alla riscossa, mentre Quality Beer Academy è artefice del Teatro della Birra guidato dai beer ambassador. Inoltre, in Piazza Spreitenbach, Regione Piemonte e Assopiemonte Dop e Igp presentano le tante Dop piemontesi con degustazioni e incontri: il Castelmagno, la Toma, il Murazzano, l'Ossolano solo per citarne alcune. Tutti i giorni da non perdere è uno speciale aperitivo con secoli di storia e perfetto in abbinamento con il formaggio: il vermouth di Torino, eccellenza piemontese che recentemente ha ottenuto l'IG.

B2B
Cheese ha pensato a tutti, operatori del settore compresi: debutta la Business Area, organizzata da foodMOOD presso il Movicentro, uno spazio concepito per favorire l'incontro tra buyer internazionali, agenti della piccola e grande distribuzione, ma anche formaggiai, osti, start-up e i produttori di piccole e medie dimensioni sia italiani che internazionali selezionati da Slow Food. Per partecipare è sufficiente registrarsi nell'area dedicata.

Spettacoli, film e concerti
Cheese non si ferma mai, mettendo il programma un cartellone di spettacoli, film e concerti. Il 17 settembre alle 21 sale sul palco del Teatro Politeama Non ci sono più le quattro stagioni con Luca Mercalli e la Banda Osiris: uno spettacolo istruttivo e divertente che unisce arte, storia, scienze, musica e comicità. Acquistate il biglietto on line o alla Reception Eventi: i proventi raccolti sono destinati a Menu for Change, la campagna internazionale di Slow Food sul cambiamento climatico che sarà lanciata proprio a Cheese. Per gli appassionati del grande schermo invece c'è Cheese on the Screen, un ciclo di film e documentari promosso e organizzato da Cinema Impero e Cinema Vittoria di Bra, in collaborazione con CinemAmbiente, Life e Slow Food, dedicato ai temi dell'agricoltura sostenibile, delle battaglie per la salvaguardia dell'ambiente e della produzione lattiero-casearia artigianale. Cheese è anche musica grazie a Cheese On Stage con quattro concerti gratuiti che vedono l'electric swing di The Sweet Life Society nell'anteprima di giovedì 14, la fusione tra swing, manouche, folk, tango, rock e musica contemporanea dei Magasin du Café accompagnati per l'occasione dalle Madamé, lo Scottish e Irish punk rock dei The Rumjacks, e il folk occitano dei Lou Pitakass.

Seguiteci sul sito www.slowfood.it, sulla nostra pagina Facebook e sul profilo Twitter per scoprire gli aggiornamenti e le ultime novità e scaricate la App Cheese 2017 per iOS e Android.

L'edizione 2017 di Cheese è possibile grazie all'impegno di aziende che credono nei valori e negli obiettivi della manifestazione, tra queste gli Official Partner: Cassa di Risparmio di Bra, Egea, Lurisia, Parmigiano Reggiano, Pastificio Di Martino, Quality Beer Academy, Velier. Official Sparkling Wine: Consorzio Alta Langa.

Visita www.slowfood.it per il programma completo e la possibilità di prenotare.

Post più popolari