Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

15 luglio 2017

1502 Premio Giovani Artisti - Biennale Romagna_2017"





Espoarte Contemporary Art Magazine

#FOCUS



BANDO
1502 – PREMIO GIOVANI ARTISTI
BIENNALE ROMAGNA_2017

1502 è un concorso biennale per artisti, dai 18 ai 34 anni, originari e/o residenti o domiciliati in Romagna, organizzato dall’Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili del Comune di Forlì e dall’associazione di promozione sociale [dif-fù-sa contemporanea], in collaborazione con l’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese; promosso dalla Regione Emilia-Romagna, il progetto è sponsorizzato da Formula Servizi per la Cultura e dalla Fondazione Dino Zoli.
I partecipanti sono invitati a presentare entro e non oltre il 15 settembre 2017 un’opera realizzata appositamente per il premio, il cui tema, quest’anno, è l’effimero e il precario.
Si è scelto un tema che fosse ampio e interpretabile senza eccessivi impedimenti o limiti per gli artisti, ma che, allo stesso tempo, non mancasse di indicare una delle conditio sine qua non dell’arte contemporanea, così come della società attuale.
Gli artisti non hanno alcun vincolo di medium (è ammessa ogni tipo di opera, dalla fotografia alla performance, dalla scultura al disegno, etc), ma solo di dimensioni, non potendo presentare un lavoro più grande di 200 x 120 cm. Assieme all’opera, dovranno inviare all’organizzazione (premio1502@comune.forli.fc.it) un portfolio completo dei loro lavori, con la domanda compilata in tutte le sue voci.
Il nome dei premio, 1502, indica non solo la data delle fine dei lavori dell’Oratorio San Sebastiano a Forlì, unico edificio interamente rinascimentale della città, ma anche alcuni elementi strutturali dell’evento: 1 tema di riferimento, 5 addetti ai lavori che compongono la commissione di valutazione delle opere, 0 limiti di medium per l’opera in gara e 2(00) mq di esposizione (approssimativamente la superficie totale dell’Oratorio San Sebastiano).
I primi tre classificati riceveranno un premio monetario – per i dettagli si prega di leggere il bando scaricabile da: www.giovaniaforli.comune.forli.fc.it o www.informagiovani.comune.forli.fc.it –ed esporranno in una collettiva all’Oratorio San Sebastiano dal 21 ottobre al 12 novembre 2017; in occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo, che, oltre ai lavori dei tre vincitori, si avvarrà di alcuni contributi critici.
La commissione del concorso è composta da: Paola Capata (Direttrice della galleria Monitor, Roma), Selva Barni (Fondatrice di Fantom Editions, Milano), Luca Coser (artista), Matteo Zauli (Direttore del Museo Carlo Zauli, Faenza) e Davide Ferri (curatore).
Con 1502, si vuole avviare un processo di riqualificazione dell’Oratorio San Sebastiano, parte integrante del distretto artistico forlivese, puntualizzando la sua identità contemporanea. La location diventerà il luogo deputato agli eventi di arte contemporanea, che, dotata di una dimora pubblica fissa, si sta guadagnando sempre più un posto di rilievo all’interno del discorso culturale romagnolo. Il progetto vuole rispondere alle esigenze di sempre numerosi soggetti, singoli privati e associativi, per cui il linguaggio artistico contemporaneo non solo è una passione, ma un lavoro, una professione e un modus vivendi.
1502 documenta l’impegno dell’Amministrazione, in particolare dell’Assessorato alle Politiche Giovanili, a favore dei linguaggi creativi e a sostegno del talento dei giovani artisti del nostro territorio. L’evento, realizzato nell’ambito del progetto dell’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese denominato “Giovani Con-fine Unione_2” è promosso dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito della L.R. 14_08 bando 2016.
Info evento:
Titolo: 1502 – Premio Giovani Artisti – Biennale Romagna _2017
Cosa: Il premio è un progetto biennale organizzato dall’Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili del Comune di Forlì e dall’associazione di promozione sociale [dif-fù-sa contemporanea], in collaborazione con l’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese.
Chi: possono partecipare gli artisti nati, residenti o domiciliati in Romagna tra i 18 e i 34 anni.
N.B. I nati nel 1982, qualunque fosse il mese di nascita, non possono partecipare.
Come: la domanda si compone di un modulo da completare in tutte le sue voci; gli artisti dovranno anche presentare un portfolio il più completo possibile e alcune immagini (max 4) dell’opera realizzata appositamente per il premio. La domanda va inviata all’indirizzo: premio1502@comune.forli.fc.it.
Quando: il bando è aperto fino al 15 settembre 2017, scadenza per presentare la domanda di partecipazione.
Per ulteriori informazioni, inviare una email a premio1502@comune.forli.fc.it
o contattare [dif-fù-sa contemporanea] 
Via Cobelli 34
47121 Forlì
diffusacontemporanea@gmail.com


Giro del Mondo in 80 Corti 2017 - 6a tappa


Amarcort Film Festival e Sedici Corto Film Festival presentano "Il Giro del
Mondo in 80 Corti" 2017 - 5a tappa Amarcort Film Festival e SediciCorto Film
Festivalpresentano "Il giro del mondo in 80 corti" 2017 - 6a
tappaMartedì 18 Luglio ore 21.30 Corte del Soccorso di Castel
Sismondo, Rimini Per la sesta tappa ci ritroveremo all'interno della
suggestiva Corte del Soccorso di Castel Sismondo, un luogo carico di storia
che renderà il nostro viaggio ancora più entusiasmante; grazie
alla collaborazione con Cartoon Club Rimini sarà un appuntamento
interamente dedicato al cinema di animazione con cortometraggi adatti anche
ai bambini.

IL GIRO DEL MONDO IN 80 CORTI edizione 20176 a tappa martedì 18
Luglio, ore 21.30 Corte del Soccorso di Castel Sismondo - RIMINI
INGRESSO GRATUITO Programma serata

Parti in prima
classe con la tessera socio!Priorità di accesso, posto certo e
certezza di snack a bordo durante tutte le tappe in programma e ancora altri
vantaggi.Richiedila subito inviando nome e cognome alla mail
associati@amarcort.it.INFO: www.amarcort.it/tesseramento.html C'è
una gustosa novità per tutti i tesserati!Ad ogni tappa, fino alla
finale del prossimo dicembre, verranno regalati 15 buoni per una pizza
omaggio da utilizzare presso Pizza Express Rimini, via dei Martiri 59,
Rivazzurra di Rimini.Ogni tesserato ha diritto ad un buono per cui, se non
riesci a ritirarlo durante questa tappa, puoi farlo in una delle successive
al desk di accoglienza che troverai all'ingresso della sala di
proiezione.Che cos'è "Il Giro del Mondo in 80 Corti"?10 tappe a
cadenza mensile durante le quali proietteremo una selezione di 80
cortometraggi, piccoli capolavori provenienti da tutto il mondo, tutti
sottotitolati in italiano.
Ogni tappa vedrà la partecipazione del pubblico come giuria che
potrà; votare i corti migliori e costruire la rosa dei finalisti di
una speciale sezione competitiva all'edizione
2017 di Amarcort Film Festival.


A CIVITELLA ALFEDENA XIII RASSEGNA DI TEATRO




XIII° RASSEGNA TEATRALE A CIVITELLA

Dal sabato 5 agosto a Civitella Alfedena tor­na il festival di teatro in dialetto e lingua ''ste parole che vajj' racchiappenne", in cui il teatro è tutto meno che un prodotto, è piuttosto un pensiero necessario e gratuito per tutti. Una settimana di spettacoli teatrali come da tradizione, ma anche musi­ca­lì e dedicati ai bambini con una rappresentazione notturna all'aperto nel suggestivo belvedere Santa Lucia. La rassegna giunta alla sua XIII° edizione che si svolgerà fino a venerdì 11 agosto, è diventata ormai un appuntamento stabile della stagione degli eventi musicali e teatrali dell'Italia centromeridionale, ottenendo sempre incredibile successo di pubblico e di critica. "Un successo – dice il direttore artistico Marcello Teodonio – ottenuto anche grazie allo splendido lavoro di squadra che si è istaurato con il comune di Civitella Alfedena, dalle rappresentanze istituzionali al personale dipendente, a cittadini e commercianti". Si debutta al "Centro Congressi" il 5 agosto alle ore 21:30 con «Cosa mi significhi?» dei noti attori Stefano Messina e Marco Simeoli, che si esibiranno in sketch e scenette dedicate al comico e la sua spalla, visti avanti e dietro le quinte, accompagnati da Pino Cangiatosi al pianoforte. Il giorno successivo domenica 6 agosto, si prosegue con due spettacoli uno alle 17:30 con un laboratorio teatrale per bambini, dal titolo "Gnam gnam" con le attrici Linda Di Pietro e Antonella Civitale che con un percorso interattivo sensoriale porteranno in un viaggio alla scoperta del cibo, l'altro alle ore 21:30 è un incontro con i testi di Luigi Pirandello sui problemi del teatro, rivendicando lo status dell'autore del tutto autonomo rispetto a quello del letterato, proposto sempre dal bravo autore Stefano Messina dal titolo "Io son figlio del Caos", con musiche del trio Cangialosi. Lunedì 7 agosto potrete vedere una commedia divertente, ironica, graffiante: questo è "L'impresario delle Smirne" di Carlo Goldoni, dai toni apparentemente leggeri ed esaltanti dove gli attori si divertono a fare la parodia di se stessi nel mondo del teatro.  Regia firmata da Stefano Messina, coadiuvato nell'adattamento delle musiche da Pino Cangialosi. In scena Matteo Montaperto, Massimo Palermo, Stefano Di Lauro, Chiara David, Valerio Camelin, Chiara Bonome, Mattia Marcucci, Virginia Bonacini. Martedì 8 agosto approda per la prima volta al teatro di Civitella la tarantina Marinella Nava, interprete, compositrice e autrice tra le più stimate del panorama musicale leggero italiano, che presenta il suo nuovo album "Epoca" che racchiude 13 canzoni inedite. Si torna ad aprire il sipario mercoledì 9 agosto con lo spettacolo "Le Marocchinate", Di Simone Cristicchi e Ariele Vincenti che ne è anche interprete con la regia di Nicola Pistoia. La performance racconta il ciclo di violenze subite dalla popolazione del basso Lazio nella primavera del '44 a causa dei marocchini associati alle truppe degli alleati, "Aspettavamo ji salvatori… so' arrivati ji diavoli". Clownerie, micromagia, giocoleria, e bolle di sapone sono previste per la notte di San Lorenzo giovedì 10 agosto, dove tornano nuovamente le artiste Linda Di Pietro e Antonella Civitale con lo spettacolo all'aperto "Pasticcia, l'aspirante fata". Il rush finale del Festival Civitella nella serata di venerdì 11 agosto mette in campo uno spettacolo di canzoni, improvvisazioni, personaggi, parodie di Max Paiella, per questo " Stasera Paiella per tutti: offro io" lo show con il quale il popolare autore, cantante, attore, beniamino del pubblico del "Ruggito del coniglio", sembra definito per adesso. Un festival intrigante, pieno di vitalità voluto e sostenuto dal Comune, perché oltre ad incide fortemente sul turismo e arricchisce l'offerta dei servizi, ha un valore di un incontro che scaturisce dalla scelta di vedersi in una piazza o in un teatro, di occupare il proprio tempo, insieme, tentando una riflessione che possa partire da un palcoscenico. Tutti gli spettacoli sono con ingresso gratuito e per info su: www.comune.civitellaalfedena.aq.it/eventi/teatro.php

. GRANDE FESTA AL CAMBRIDGE DI ROMA PER IL RITORNO DISCOGRAFICO DI SILVIA SALEMI CON "23"


 GRANDE FESTA AL CAMBRIDGE DI ROMA PER IL RITORNO DISCOGRAFICO DI SILVIA SALEMI CON "23"

Pioggia di vip, lunedì sera al Cambridge di Roma, per il party legato al lancio di "23", il nuovo album di Silvia Salemi. Tanti i beniamini del pubblico intervenuti al photocall per complimentarsi con la cantautrice di origini siciliane. Tra questi: Savino Zaba, Elisa D'ospina, Janet De Nardis, Lisa Marzoli, Elena Ballerini, Carolina Rey, Sara Galimberti, Micaela, Simone Gallo, Alina Person, il regista Mario Maellaro con la compagna produttrice Francesca Aiello, Nicola Timpone, Marco Di Buono, Maresa Merlino e tanti altri. A seguire, affollata conferenza stampa di presentazione del disco introdotta dal presentatore Claudio Guerrini e condotta dalla direttrice di Velvet Sara Zuccari con la partecipazione del critico di Metro Francesco Foderà. Al termine, ricca cena con esclusivi e gustosi piatti gentilmente offerti dal Cambridge. "23 nasce nell'ultimo anno, anche se l'idea di voler scrivere e produrre un disco in totale libertà e con queste caratteristiche ha origini ben più lontane. Non è un caso se in tutti questi anni non abbia voluto pubblicare nulla, perché prima ho voluto trovare un nuovo gruppo di lavoro, capace di rispecchiare il mio mutato gusto musicale e artistico, oltre alla conseguita maturità personale"- racconta Silvia, aggiungendo: "Il concept sviluppato nell'album 23 nasce dalla volontà di fare qualcosa di significativo per me e per il mio nuovo gruppo di lavoro e di farlo nel modo più naturale possibile, lasciandosi ispirare e trasportare dalle atmosfere suggestive degli arrangiamenti e dalle linee melodiche che evocano già dalle prime tracce un senso di forza, di riscatto, di ritorno. Un viaggio che parte da lontano e che approda, nello scorrere della tracklist, alla consapevolezza che ciò che siamo oggi e ciò che ci circonda è il risultato dell'evoluzione delle nostre emozioni e delle nostre esperienze. Un percorso attraverso il quale ci ritroviamo sintonizzati con la parte più profonda di noi stessi". "23" è prodotto da Silvia Salemi e da Francesco Tosoni. Tra le prestigiose collaborazioni del disco, spicca quella con Giovanni Veronesi, che ha scritto il testo della canzone "Credo" e di Andrea Amati e Gabriele Oggiano per "L'ultimo". Oltre agli otto brani inediti, l'album contiene una nuovissima versione di "A  casa di Luca", in occasione del ventennale dalla sua prima pubblicazione e di "Silence", precedentemente contenuto nell'album del 2010 "L'arancia". Oltre alla musica, in questo periodo la Salemi sta conducendo una rubrica all'interno di Estate in diretta in onda ogni martedì su RaiUno e prossimamente sarà la padrona di casa dello speciale "L'altro sabato di domenica", trasmesso dalla rete ammiraglia della Tv di Stato.  

11 Lune di musica,Teatro ed eventi e tanti ospiti

The Other Theater collabora con 11 Lune, la rassegna di musica, teatro ed eventi.
Claudio Santamaria, Stefano Accorsi e Giancarlo Giannini presenti alla manifestazione che si
tiene dal 2 al 31 luglio 2017 nell'Anfiteatro Fonte Mazzola a Peccioli (PI).
11 Lune 2017 a Peccioli: la rassegna che ospita grandi nomi del teatro e della musica,
diventata ormai il punto di riferimento dell'intrattenimento dell'estate in Toscana.
Punto fermo della programmazione della rassegna sono le collaborazioni con le realtà
culturali più importanti a livello regionale e nazionale, e l'edizione 2017 ha nella
collaborazione con la Fondazione Teatro della Toscana – The Other Theater la sua
punta di diamante.
Grazie al contributo di The Other Theater, il nuovo "brand" culturale della Fondazione
Teatro della Toscana, sono infatti presenti, per la prima volta in una rassegna italiana, ben
due attori vincitori degli ultimi David di Donatello, l'Oscar del Cinema italiano: Claudio
Santamaria, premiato nel 2016 come migliore attore protagonista in "Lo chiamavano Jeeg
Robot", che sabato 8 luglio si è cimentato in "Memorie di un folle" da Gustave Flaubert
accompagnato al violoncello da Francesco Mariozzi e Stefano Accorsi, miglior attore
protagonista nel 2017 in "Veloce come il vento" e uno tra i migliori attori del panorama
italiano, che domenica 16 luglio calcherà le scene dell'Anfiteatro Fonte Mazzola in
"Giocando con Orlando Assolo". Venerdì 28 luglio sarà invece la volta del grande Giancarlo
Giannini, considerato giustamente la voce e il volto del cinema e del teatro italiani, vincitore
di 6 David di Donatello, 5 Nastri d'Argento e 5 Globi d'Oro, che con il recital "Le parole
note", ci farà vivere le atmosfere malinconiche, amorose e ironiche dei più grandi scrittori
dal '200 fino ai nostri giorni.
E ancora, grazie all'ottimo lavoro svolto dalla Fondazione Peccioliper, che organizza da ben
13 anni la rassegna delle 11 Lune, e alla sua impeccabile organizzazione, saranno tantissimi
i nomi a calcare le scene della rassegna durante tutto il mese di luglio: dai concerti di Alvaro
Soler e Fabio Concato, al repertorio classico di Giuseppe Picone, nuovo direttore del Teatro
San Carlo di Napoli, a Giorgio Pasotti, Violante Placido, Paolo Ruffini, Luca Ward, Sergio
Muniz, Paolo Conticini e tanti altri.
P

I: La Mama Umbria Int. presenta RI-GENERAZIONI e SIMPOSIO PER REGISTI (dal 17 luglio)




dal 17 luglio al 12 agosto 2017RIGENERAZIONI
laboratori artistici per una città viva, creativa e giovaneun progetto a cura de La MaMa Umbria International


SHIFTING CONCEPTS: FROM BRAIN TO BONE - Yoshiko Chuma (Giappone)  
17 - 29 luglio
TERRAPROMESSA - Dynamis teatro (Italia)
31 luglio - 12 agosto

Cantiere Oberdan 
Piazza San Gabriele Dell'Addolorata, Via dei Gesuiti
Spoleto (PG) 

dal 17 luglio al 17 agosto
SIMPOSIO PER REGISTI
Artisti Docenti:
I° SESSION  17 - 31 LUGLIO
Tamara Rogoff
(USA),  Andrea Adriatico (Italia)
Chiara Guidi
(Italia),  Cade Manson (USA)
II° SESSION 02 –16 AGOSTO
Enrico Casagrande, Daniela Nicolò
(Italia),  Moisés Kaufman (Venezuela/USA)
Lee Brock
(USA),   Sam Trubridge (New Zeland)

La MaMa Umbria International
Loc. Santa Maria Reggiana n 7/8
06049 Spoleto (PG)

Dal 17 luglio a Spoleto – come da tradizione che incentiva incontri culturali sulla creatività senza confini geografici né generazionali - La Mama Umbria international ospiterà due workshop/residenze/simposi in cui si avrà la possibilità di commentare, vivere e condividere un'esperienza unica a contatto con alcuni selezionatissimi esperti della professione. Dal 17 luglio al 12 agosto al Cantiere Oberdan avrà luogo Rigenerazioni, laboratori artistici per una città viva, creativa e giovane. La Mama ha invitato 2 diversi artisti per residenza ed ha lanciato loro una sfida: creare delle azioni, eventi, performance, flashmobs che riescano a coinvolgere, stimolare e provocare creativamente i giovani e la città. Questi saranno affiancati da un gruppo di giovani artisti coreani del Seoul Institute of the Arts che interagiranno su elementi di teatro, danza, video, musica, fotografia, arti visive.  Ogni laboratorio sarà aperto ad un massimo di 20 partecipanti e si concluderà con un evento pubblico. Alla fine delle 4 settimane, le esperienze convergeranno in una festa conclusiva. I progetti e gli artisti in programma sono  SHIFTING CONCEPTS: FROM BRAIN TO BONE di Yoshiko Chuma (Giappone), artista internazionalmente riconosciuta che crea performance interdisciplinari atte a mescolare persone, oggetti, luoghi, danze, musiche ed immagini, e  TERRAPROMESSA di Dynamis teatro, una delle più innovative realtà emergenti della scena teatrale italiana, collettivo composto da molti giovani che sviluppano diversi progetti artistici che coinvolgono la città e il territorio in maniera sorprendete e  creativa.

Dal 17 luglio al 17 agosto, direttamente al Casale de La Mama Umbria International, sarà invece dedicato spazio ai registi con un Symposio completamente a loro dedicato: al programma di alta formazione prenderanno parte Tamara Rogoff e Cade Manson (Usa), Andrea Adriatico e Chiara Guidi (Italia) nella prima sessione (fino al 31 luglio), mentre Enrico Casagrande, Daniela Nicolò, Moisés Kaufman (Venezuela/Usa), Lee Brock (Usa) e Sam Turubridge (Nuova Zelanda) saranno i protagonisti di quella successiva.
Altri workshop, rispettivamente su scrittura teatrale e pedagogia dell'espressione, avranno successivamente luogo dal 18 agosto.
Maggiori informazioni su www.lamamaumbria.org

La MaMa Umbria International, residenza artistica e centro studi internazionale è attiva nel territorio dal 1990, anno in cui fu fondata da Ellen Stewart, già fondatrice e direttrice artistica del Teatro La MaMa E.T.C. di New York.
La MaMa Umbria è da sempre impegnata nella promozione di scambi e collaborazioni tra singoli artisti e gruppi di varie nazionalità e provenienze. Nel corso di quasi 27 anni di attività, La MaMa Umbria ha presentato e organizzato moltissimi eventi culturali: numerosi spettacoli di teatro e danza, concerti, mostre, conferenze, corsi e Festival.
Negli ultimi 20 anni una delle attività principali è la realizzazione di corsi e Master di alta formazione, con il Symposio per Registi, e il corso per scrittori e drammaturghi, coinvolgendo docenti e artisti di fama e caratura internazionale, Diversi gruppi hanno usufruito delle strutture de La MaMa Umbria per svolgere dei periodi di residenza artistica, mirati alla preparazione di nuovi progetti artistici.
Negli ultimi 10 anni, ha avviato una collaborazione con il Festival dei 2Mondi per la realizzazione de"La MaMa Spoleto Open", un evento speciale inserito all'interno del cartellone del Festival di Spoleto, presentando sia i risultati delle Residenze artistiche, sia progetti internazionali, con l'obiettivo di coinvolgere la comunità locale e dare visibilità a realtà emergenti nel panorama artistico internazionale.
Dal 2015 La MaMa Umbria è riconosciuta come Residenza artistica nazionale tramite l'art. 45 promossa e finanziata dal MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e dalla Regione Umbria
La MaMa Umbria è membro fondatore del Centro Italiano ITI - International Theatre Institute, (organismo dell'UNESCO) e del network europeo PAIRS, Performing Arts in Residence, e membro del network Res Artist.
 




Al via "Storyboard" da sabato 15 luglio, in prima serata, su Sportitalia





"STORYBOARD-OLTRE IL PERSONAGGIO",
OGNI SABATO IN PRIMA SERATA SU SPORTITALIA CON CHIARA ANDREOLI E CLAUDIO GUERRINI

Dal 15 luglio, otto imperdibili appuntamenti con grandi protagonisti dello sport: Christian Panucci, Margherita Granbassi, Giuseppe Giannini, Alessandra Sensini, Dino Zoff, Stefano Maniscalco, Beppe Incocciati e Annalisa Minetti.

Chiara Andreoli e Claudio Guerrini, a partire dal 15 luglio, alle ore 20.30 su Sportitalia, debutteranno alla guida del programma "Storyboard - Oltre il personaggio". Un viaggio tra ricordi e aneddoti finora inediti, legati al percorso umano e professionale di otto grandi campioni sportivi appartenenti al mondo del calcio, della scherma, del karate, del windsurf e dell'atletica leggera: Christian Panucci, Margherita Granbassi, Giuseppe Giannini, Alessandra Sensini, Dino Zoff, Stefano Maniscalco, Beppe Incocciati e Annalisa Minetti. Otto imperdibili puntate, dirette dal regista Mario Maellaro e scritte da Luigi Miliucci, Marco Marrocco e Tommaso Martinelli, suddivise in due parti. Nella prima parte, Chiara Andreoli intervisterà in esclusiva il protagonista della puntata, ripercorrendo con lui le principali tappe del suo percorso sportivo, rivelando anche curiosità legate alla sua vita privata. Nella seconda parte del programma, invece, Claudio Guerrini, conosciuto al grande pubblico per la sua lunga carriera nel network radiofonico RDS e per diverse incursioni televisive, darà vita a una spiazzante intervista "tarocca", sottoponendo l'ospite di turno a un divertente interrogatorio, attraverso un bizzarro mazzo di carte ("i tarocchi di Storyboard"). "Sono davvero felice. Dopo tante ospitate nelle vesti di opinionista e tanti ruoli come inviato, finalmente mi è stata data l'opportunità di tornare alla vera e propria conduzione, in coabitazione con la bella e brava Chiara Andreoli.Storyboard è un programma sportivo, ma non solo. In ogni puntata abbiamo scavato nel profondo del personaggio intervistato, raccontandolo a tutto tondo" svela Claudio Guerrini. Gli fa eco Chiara Andreoliche racconta: "Emozione ed ironia la faranno da padrone a Storyboard. Vorremmo regalare a chi ci seguirà da casa qualcosa di diverso, per questo abbiamo cercato di mettere i protagonisti delle varie puntate nelle condizioni di raccontarsi senza filtri, confessandoci sogni, passioni, paure, scelte sbagliate e parole mai dette. Sono sicura che questo programma riuscirà ad accarezzare il cuore del pubblico, ma anche a offrire spunti di riflessione e a strappare un sorriso". Una nuova produzione targata AF Project che appassionerà il sempre più numeroso pubblico di Sportitalia.
Seguici anche su Facebook:
E anche su Instagram:
CREDITS
"Storyboard - Oltre il personaggio"
Conduttori: Chiara Andreoli e Claudio Guerrini
Regia: Mario Maellaro
Autori: Luigi Miliucci, Marco Marrocco e Tommaso Martinelli
Produttore: Francesca Aiello per AF Project
Operatori video: Federico Mantova e Stefano Camaioni
Fonico: Valerio Sgobba
Graphic design: Crescenzo Mazza
Fotografa di scena: Sara Galimberti
Trucco e parrucco: Giusy Barabba
Social-media: Antonio Roberto
Ufficio stampa: Zaccaria Communication

TARANTA ON THE ROAD - Al cinema dal 24 agosto





DRAKA DISTRIBUTION
PRESENTA

TARANTA
on the ROAD
UN FILM DI
Salvatore Allocca

CON
Nabiha Akkari           Helmi Dridi
Alessio Vassallo        Giandomenico  Cupaiuolo       Emmanuele Aita      

E CON
Bianca Nappi       Annarita Del Piano   

E LA PARTECIAPAZIONE STRAORDINARIA DEI
Sud Sound System 


AL CINEMA DAL 24 AGOSTO 2017

Una band di pizzica salentina, in declino, impegnata in un fallimentare tour fra sagre, fiere e feste padronali. Due profughi tunisini, appena sbarcati casualmente insieme sulle coste pugliesi, pronti a continuare il loro disperato viaggio verso la libertà. TARANTA ON THE ROAD mette insieme questo improbabile gruppo in un viaggio dove ognuno si troverà costretto riconsiderare se stesso e le proprie scelte di vita, soprattutto perché, tra musica, sorrisi, speranze, lacrime e rivelazioni, nulla andrà come previsto. Diretto da Salvatore Allocca e distribuito da Draka Distribution il film uscirà nelle sale il 24 agosto. Nel cast Nabiha Akkari (Lezioni di cioccolato 2, Che bella giornata, Non c’è più religione), Helmi Dridi (Il Principe del deserto), Alessio Vassallo (Il giorno più bello, In guerra per amore, Il giovane Montalbano) e Bianca Nappi (Mine vaganti, Magnifica presenza, La mia famiglia a soqquadro).

Sinossi
All’indomani della primavera Araba del 2011, Amira e Tarek, due migranti tunisini senza niente in comune, raggiungono la costa italiana. Per caso, si ritrovano entrambi a chiedere aiuto ad una band salentina, alla ricerca del successo tra sagre e matrimoni, che li scambia per una coppia in attesa di un figlio, decidendo così di aiutarli a raggiungere la Francia. Il viaggio, la paura, l’amore, l’incertezza del futuro e il desiderio di trovare la propria strada, uniranno tutti in un’esperienza unica che, forse, cambierà per sempre le loro vite.



AIFF ARIANO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL SI TINGE DI : "GREEN"!



'ARIANO INTERNATIONAL DI FESTIVAL SI TINGE DI : "GREEN"!
 L'Ariano International Film Festival è una rassegna cinematografica internazionale che si occupa di promuovere la cultura cinematografica italiana ed estera, nella sua multiforme accezione artistica ed espressiva.
Si terrà nella Città di Ariano Irpino (AV), di Savignano Irpino e di Flumeri, dal 29 Luglio al 5 agosto 2017.
Sei sezioni in gara a tema libero: lungometraggi, documentari, cortometraggi, animazione, serie web e cortometraggi scuola e quest'anno una sezione speciale denominata "AIFF GREEN".

 L'AIFF GREEN che affronterà il tema dell'ambiente ha ottenuto i prestigiosi patrocini del FAI e WWF. In collaborazione con questi autorevoli enti saranno organizzati dei workshop,  con lo scopo  di sollecitare, soprattutto i giovani, verso la cultura della settima arte ma anche sensibilizzare al rispetto  dell'ambiente e alla salvaguardia delle biodiversità di ogni forma di vita.

La V Edizione sarà ancora una volta un entusiasmante appuntamento, una vetrina di grande interesse per il cinema contemporaneo, italiano e internazionale. 
Giornate appassionanti con un programma ricco di eventi, arte, cultura e spettacolo.


10 luglio 2017

GIUSEPPINA TORRE, la pianista di origini siciliane pluripremiata in America, è autrice delle musiche del docu-film "Papa Francesco - La mia idea di Arte"




GIUSEPPINA TORRE
La pianista di origini siciliane pluripremiata in America
È AUTRICE DELLE MUSICHE DEL 
DOCU-FILM
“PAPA FRANCESCO –
LA MIA IDEA DI ARTE”
che verrà presentato agli Oscar 2018

PROSEGUE IL TOUR
“PIANO LIVE – IL SILENZIO DELLE STELLE”

IL 15 LUGLIO ALLA REGGIA DI CASERTA E IL 28 LUGLIO AD AGRIGENTO

GIUSEPPINA TORRE, pianista e compositrice di origini siciliane, vincitrice di quattro Los Angeles Music Awards, due International Music and Entertainment Awards e due Akademy Awards of Los Angeles, è autrice delle musiche del docu-film “Papa Francesco – La mia idea di Arte” che ha ricevuto l’autorizzazione del Vaticano per percorrere l’iter alla candidatura ai premi Oscar 2018. Il Dvd del documentario, ispirato dall’omonimo libro pubblicato congiuntamente nel dicembre 2015 da Mondadori ed Ed. Musei Vaticani, è stato presentato il 27 giugno scorso presso i Musei Vaticani e verrà tradotto in 6 lingue e distribuito in Italia e nel resto del mondo nei prossimi mesi.

Intanto, dopo il successo delle date di Nola e Casertavecchia, prosegue il tour “Piano Live – Il Silenzio delle Stelle” con cui Giuseppina Torre sta portando dal vivo i brani del suo album d’esordio “Il Silenzio Delle Stelle: il 15 luglio presso il Vestibolo della Reggia di Caserta e il 28 luglio al Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento.

Giuseppina Torre è un esempio di eccellenza italiana che ha conquistato ammirazione e consensi oltreoceano prima ancora che nella sua terra natale. Scoperta dagli organizzatori dei Los Angeles Music Awards grazie ad un brano caricato su iTunes, in poco tempo l’artista si è fatta conoscere in tutti gli Stati Uniti: da lì un percorso in ascesa che l’ha portata ad esibirsi davanti ai registi Sorrentino, Bertolucci e Muccino durante la sua permanenza in America e che le ha dato fama anche nel nostro Paese.

Nell’album Il Silenzio Delle Stelle (Bideri/Sony Classic) disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle piattaforme di streaming, sono presenti collaborazioni e ospiti eccellenti, quali il Solis String Quartet, Consiglia Licciardi, Michele Signore e Fabrizio Bosso. La produzione artistica e gli arrangiamenti del disco sono a cura del Maestro Mimmo Cappuccio. Le composizioni di Giuseppina Torre sono rivolte al mondo dell'introspezione nel tentativo di andare oltre al visibile, traducendo in musica gli stati d'animo, le emozioni e i sentimenti nei quali ognuno di noi può riconoscersi.

«Il mio album è un viaggio emozionale nel labirinto del cuore – racconta Giuseppina Torre – Ascoltare questo disco è come sfogliare le pagine di un libro da cui riaffiorano ricordi ed emozioni.»

Nata a Vittoria, in provincia di Ragusa, Giuseppina Torre ha conseguito il Diploma in Pianoforte presso l’Istituto Musicale V. Bellini di Caltanissetta, intraprendendo la propria carriera concertistica dapprima come interprete di musica classica e successivamente come interprete delle proprie composizioni, che per atmosfere e contenuti si collocano tra la musica classica e la New Classical. Il suo percorso artistico è costellato da acclamate esibizioni, premi internazionali e performance nei più prestigiosi teatri e licei italiani ed esteri. Giuseppina Torre ha composto la colonna sonora per il film-documentario “L'amore dopo la tempesta” (2014) dedicato ai sopravvissuti della Shoah e per il documentario “Montecassino perché” del giornalista Roberto Olla, entrambi trasmessi su RaiUno. Si è esibita per Papa Francesco in occasione del Concerto dell'Epifania in onda su RaiUno il 6 gennaio 2014 e ha scritto le musiche per il dvd “La mia idea di arte” prodotto da IMAGO Film (Ed. Musei Vaticani/Draka Distribution) presentato il 27 giugno 2017 presso i Musei Vaticani, tratto dall’omonimo libro scritto dal pontefice.

WIND SUMMER FESTIVAL: in onda domani, martedì 11 luglio, in prima serata su Canale 5 e in contemporanea su Radio 105 il secondo imperdibile appuntamento con le canzoni dell'estate!





WIND SUMMER FESTIVAL

L’IMPERDIBILE APPUNTAMENTO CON LE CANZONI DELL’ESTATE
che ha animato per quattro giorni Piazza del Popolo a Roma!

DOMANI, MARTEDÌ 11 LUGLIO IN ONDA LA SECONDA PUNTATA
IN PRIMA SERATA SU CANALE 5
E IN CONTEMPORANEA SU RADIO 105

Conduce ALESSIA MARCUZZI
con NICOLÒ DE DEVITIIS e DANIELE BATTAGLIA

#WINDSUMMERFESTIVAL
#UNLIMITEDSUMMER

Dopo il grande successo di ascolti della prima puntata (è stata la trasmissione più vista della serata con il 16,77% di share, il 18.73% sul target commerciale e 3.009.000 spettatori), domani, martedì 11 luglio, andrà in onda la seconda puntata del “WIND SUMMER FESTIVAL” in prima serata su Canale 5, con la regia di Roberto Cenci, e in contemporanea su RADIO 105!

Questi i nomi degli artisti italiani e internazionali che si alterneranno sul palco nel corso del secondo degli imperdibili appuntamenti con le canzoni dell’estate: Emma, Fabri Fibra, Elisa, Fiorella Mannoia, Francesco Gabbani, Max Pezzali, Jax Jones, Takagi & Ketra, Lorenzo Fragola e Arisa, Giusy Ferreri, The Kolors, Thegiornalisti, Benji & Fede e Annalisa, Michele Bravi, Samuel, Ermal Meta, Baby K, Chiara, Elodie, Federica, Lodovica Comello, Mario Venuti, Thomas e gli Autogol.

Per la prima volta in partnership con Wind, il “WIND SUMMER FESTIVAL è condotto da ALESSIA MARCUZZI, accompagnata da NICOLÒ DE DEVITIIS e DANIELE BATTAGLIA, al loro debutto sul palcoscenico della manifestazione.
Wind è uno dei brand di Wind Tre Spa, l’azienda leader del mercato mobile italiano.

Anche quest’anno, il WIND SUMMER FESTIVAL”, oltre ad ospitare i big della musica italiana, dà spazio alla musica emergente, ospitando 6 giovani artisti in gara (Amara, i Desideri, LowLow, Mahmood, Tony Maiello e Shade) e dando loro la possibilità di esibirsi davanti al grande pubblico.
Questi i 2 artisti sul palco della seconda puntata di martedì 11 luglio: LOWLOW e SHADE.
Al “WIND SUMMER FESTIVAL” la musica vota la musica: il meccanismo di votazione è come quello degli anni scorsi, sono i big ospiti insieme a una giuria di giornalisti del web a votare i brani dei 6 giovani. Durante i primi tre appuntamenti viene decretato un vincitore di tappa e i tre vincitori si sfidano nel quarto e ultimo appuntamento, durante il quale viene eletto il vincitore finale.

Al “WIND SUMMER FESTIVAL” verranno assegnati altri due premi speciali.

EARONE, la società che fornisce all'industria musicale le rilevazioni AirPlay radio e TV in tempo reale, assegnerà il premio “WIND SUMMER FESTIVAL”, al brano numero 1 della classifica dell’airplay radiofonico, ovvero quello che otterrà il maggior punteggio, tra i brani che gli artisti proporranno sul palco di Piazza del Popolo.

RADIO 105 assegnerà lo speciale PREMIO 105 sulla base delle preferenze del pubblico che ha votato su www.105.net il proprio preferito tra i brani proposti sul palco di Piazza del Popolo.

Il Wind Summer Festival è prodotto e organizzato da F&P Group in collaborazione con iAM Management e con Mediaset. Gli autori del programma sono: Max Ferrigno, Alessandra Scotti, Ermanno Labianca, Simone Di Rosa.



IL LAGO DEI CIGNI AL PORTO ANTICO DI GENOVA_GIOVEDI' 13 LUGLIO


SWAN LAKE
Racconta con la Danza la
VIOLENZA SULLE DONNE
 
GenovaGiovedì 13 luglio alle ore 21.30, presso la Piazza delle feste – Porto Antico, a Genova, Sabrina Brazzo, Andrea Volpintesta e Giorgio Azzone, con la Jas Art Ballet portano in scena Swan Lake (Il lago dei cigni) con musiche di P.I. Tchaikovsky.
"Swan Lake" è un Balletto in due atti creato dal Coreografo Giorgio Azzone su commissione di Andrea Volpintesta e Sabrina Brazzo, Direttori Artistici della Jas Art Ballet Company.
Mantenendo la partitura musicale originale di P.I.Tchaikovsky, il Coreografo ha voluto dare a questo balletto un'interpretazione nuova ed attuale, utilizzando come idea principale della storia il tema della Violenza sulle donne.
La drammaturgia del Balletto creato originariamente dai Coreografi M. Petipa e L. Ivanov viene resa da Azzone più reale e moderna (anche attraverso l'uso del linguaggio della Danza Contemporanea), ma senza perdere quel velo di magia che rende questo balletto un Masterpiece della Storia della Danza. Il focus della vicenda è incentrato sulla protagonista femminile Odette: una donna dall'animo sensibile e puro che scopre, nel corso della storia, di avere anche un forte temperamento in grado di salvare per sempre il proprio destino. Promessa sposa di Siegfried, viene tratta in inganno da Rothbart: un uomo tenebroso, ma molto affascinante, il quale abusando di lei la trasforma per sempre in Cigno bianco (simbolo della lussuria, come sostenne Vincent de Beauvais nella sua opera Speculum Majus).
Tutto sembra ormai essere perduto, ma il destino di Odette verrà stravolto grazie all'aiuto di tutti gli altri Cigni: simbolo di tutte le donne vittime di violenze. Nelle vesti di Cigno Nero, Odette riuscirà a trarre in inganno Rothbart e ad esiliarlo in un luogo oscuro e lontano. Spezzato l'incantesimo, Odette farà ritorno dal sua amato Siegfried per promettergli amore eterno.
Attraverso uno stile Contemporaneo, ma che rimanda alla Tecnica Classica, "Swan Lake" è un balletto adatto ad ogni tipo di pubblico e dal forte messaggio: l'amore, puro e sincero, vince su ogni altra cosa e la violenza è un'azione che va punita.
Perché assistere a Swan Lake? Dichiara Sabrina Brazzo: "Prima di tutto perché si parla di violenza sulle donne, un tema gravissimo, di forte attenzione in questi ultimi periodi. Anche noi, del mondo della danza, vogliamo portare un contributo. Da non perdere la coreografia di Giorgio Azzone che ha fatto un lavoro davvero interessante: una versione contemporanea-classica unica nel suo genere. I ragazzi della Jas Art sono davvero strepitosi!"
Andrea Volpintesta, direttore Artistico della Jas Art Ballet: "Non sarà solo uno spettacolo di danza ma una danza speciale rivolta alla sensibilizzazione del problema della violenza sulle donne; credo sia un motivo in più per poter partecipare e sostenere questa campagna che ha sempre più bisogno di essere arginata e combattuta come problematica sociale attuale".
Conclude Giorgio Azzone, coreografo dello spettacolo Swan Lake, oltre che della Jas Art Ballet: "Consiglio vivamente a tutti di venire a vedere questo spettacolo perché, oltre a rappresentare un grande classico del mondo della danza è uno spettacolo che tratta un tema molto importante, di cui purtroppo si sente parlare molto in questi tempi: la violenza sulle donne".
La Compagnia Jas Art Ballet nasce nel 2012 per iniziativa di Sabrina Brazzo, Etoile Internazionale, già Prima Ballerina del Teatro alla Scala di Milano e Andrea Volpintesta, Primo Ballerino Internazionale e Ballerino del Teatro alla Scala di Milano. Sono entrambi ballerini di fama nonché direttori artistici della stessa compagnia, composta da giovani e talentuosi danzatori italiani che partecipano a tutte le produzioni e a tutti gli spettacoli che hanno come base la danza classica ma che spaziano anche in chiave contemporanea e neoclassica. Uno dei punti chiave e fine di questo progetto è dare totale attenzione e importanza a questi giovani danzatori che sono accompagnati e seguiti nella loro crescita artistica e professionale non solo dai due artisti fondatori ma anche da altri artisti ospiti provenienti da realtà importanti del panorama della danza. Parte di questo progetto è supportato da un team artisticamente qualificato di settore: coreografi, scenografi, costumisti, fotografi e maître de ballet.
L'obiettivo della compagnia è quello di avvicinare in particolare i giovani al mondo della danza e del teatro, ma anche un pubblico più profano attraverso idee e proposte artistiche nuove attraverso una danza narrativa, fresca e di attualità.
Il progetto guarda e dà importanza al futuro, unendo tecnologia e settore multimediale a tradizioni culturali e storiche  che traggono spunto da celebri brani del nostro vasto repertorio musicale . La danza resta protagonista indiscussa del progetto, nell'idea dei fondatori della compagnia, diventando mezzo di comunicazione ed espressione del futuro e del progresso, mantenendo la sua magnifica essenza.
Interpreti:Odette/Odile: Sabrina Brazzo
Rothbart: Andrea Volpintesta
Siegfried: Orazio Di Bella (Hannover Ballet)
Coreografia e Regia: Giorgio Azzone
Luci: Salvo Manganaro
Costumi: Atelier della Danza MP
Fotografia: Luca Vantusso – Franco Covi
Promozione e distribuzione: Maria Meoni

Musica: P. I. Tchaikovsky
Durata dello Spettacolo: 90 min.
Numero interpreti: 17 Danzatori (3 Ruoli Principali, 14 Corpo di Ballo)
Stile: Contemporaneo/Neoclassico  



Post più popolari