Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

23 aprile 2016

Agricoltura. COMPAG E AGRITEAM UNITI PER DAR VOCE AL SETTORE AGRICOLO

Stipulata la partnership che convoglia il 75% del settore

La Federazione Nazionale dei Commercianti di Prodotti per l’Agricoltura COMPAG e il Consorzio delle Cooperativa Agricole AGRITEAM uniti in una partnership senza precedenti che convoglia gli interessi del 75% dell’intero settore. Un vero e proprio colosso di operatività e di intenti che si muove all’unisono per far fronte alla gravosa situazione in cui versa la realtà agraria italiana. E’ stato siglato nei giorni scorsi l’accordo tra Fabio Manara – Presidente di Compag e Giovanni Rizzo, Presidente di Agriteam che hanno così creato un unico, importante soggetto “portatore di interessi” verso le Istituzioni. 
Identità importanti quelle di Compag e Agriteam, ognuna nel suo ambito di competenza. L’una, come spin off di ConfCommercio, convoglia il 66% del fatturato del settore privato e l’altra, come maggiore gruppo d’acquisto di mezzi tecnici in Italia, rappresenta l’8% del fatturato nazionale. Numeri, numeri necessari per garantirsi il peso presso le istituzioni europee, nazionali e locali, fino ad ora incomprensibilmente negato nonostante la validità delle cause perorate. Ne è un esempio la battaglia in atto di Compag per la rapida e corretta applicazione del PAN, il Piano d’Azione Nazionale entrato in vigore alla fine dello scorso anno per regolamentare l’utilizzo degli agrofarmaci in agricoltura, ma ancora incoscientemente ignorato da gran parte delle Regioni che non si curano di attivare i corsi di formazione richiesti dalla legge per l’ottenimento dei patentini abilitativi. 

Con il supporto di Agriteam, Compag auspica di avere maggiore ascolto nell’elaborazione delle nuove normative e nelle valutazioni dell’impatto che queste avranno nel comparto agricolo nei prossimi anni, sempre più frequentemente toccato dagli aggiornamenti di legge per l’emissione di nuove norme a livello europeo. 
Con il supporto di Compag, Agriteam garantirà alle cooperative aderenti gli stessi servizi già forniti da Compag ai suoi soci, con supporti in campo giuridico, amministrativo, assicurativo e formativo. 
La crescita dell’intero settore è strettamente legata alla possibilità di un confronto aperto con gli organi istituzionale, che non si configura in semplici azioni lobbistiche, ma nella possibilità di una cooperazione fattiva e di scambio di informazioni che solo strutture diversificate e veramente rappresentative di tutto il mondo imprenditoriale, come ora è l’unione di Compag e Agriteam, possono fornire.

In occasione del 400° anniversario della morte di Miguel Cervantes - ALLA RICERCA DI DON CHISCIOTTE Un viaggio nella Mancia


Un viaggio alla riscoperta dell’idealismo in un mondo ossessionato dal potere e dal denaro. Un innocuo viaggio letterario nella Mancia sulle tracce di don Chisciotte, tra pianure infinite punteggiate di mulini a vento, sfugge di mano e si trasforma in un’appassionata e sconclusionata ricerca del Cavaliere dalla trista figura, che un tempo cavalcava lungo le strade del mondo per soccorrere i deboli e combattere le ingiustizie. E presto i due viaggiatori finiranno per incarnare i protagonisti del famoso libro, il cavaliere errante e il suo fido scudiero Sancio Panza. Una riflessione sull’eterno conflitto tra idealismo e realismo. Come può l’idealismo sopravvivere nella vita quotidiana? Ma al tempo stesso come può una società sostenersi senza di esso?

«Se esistere è agire, don Chisciotte è più reale di tanti che non fanno mai nulla e sono puri nomi; lui invece ha saputo scaldare i cuori degli uomini di ogni tempo, spingendoli all’azione. Inoltre anche di noi tutti, dopo la morte, resterà solo il racconto delle nostre gesta. E poi vedi? Non abbiamo ancora cominciato e già accumuli dubbi e difficoltà. È la malattia del nostro tempo questo eccesso di ragionevolezza, che uccide sul nascere ogni onorevole impresa.»

Claudio Visentin (Milano, 1964) insegna Storia del turismo all’Università della Svizzera italiana. Studia e racconta i nuovi stili di viaggio sulle pagine del supplemento domenicale del Sole 24 Ore e nella sua rubrica per il settimanale svizzero Azione. È il fondatore della Scuola del Viaggio. Ha scritto con Andrea Bocconi In viaggio con l’asino.

Stefano Faravelli (Torino, 1959) è pittore, filosofo e orientalista. Trae ispirazione dalle sue letture preferite – atlanti, enciclopedie e manuali di zoologia – e dai lunghi viaggi in Africa e in Oriente. I suoi carnet di viaggio raccontano Mali, Cina, India, Egitto e Giappone.

Il libro sarà presentato in anteprima al Salone del Libro di Torino
domenica 15 maggio alle ore 11.30 presso lo Spazio Book 

SIENA IN SCENA 2016 - 24 APRILE ARRIVA "TUBALLOSWING"

 La manisfestazione "Siena in Scena 2016"  con il suo ricco cartellone  offre ben 36 spettacoli. Un viaggio dal musical alla lirica, dalla prosa alle più belle colonne sonore della cinematografia, alla musica classica, jazz, gospel, swing, pop, rock. Diverse espressioni artistiche legate da un unico filo conduttore: la città, che farà da scenografia ad ogni spettacolo con i suoi spazi aperti e pubblici. Non solo piazza del Campo, ma anche il Tartarugone di piazza del Mercato, le altre piazze del centro, le fonti storiche. Il progetto artistico, ideato da Fabbrica d’Opera,   testimonia la voglia di una cultura nuova per un pubblico nuovo, abbinando innovazione e tradizione, lavoro di squadra tra il pubblico ed il privato.

Per la Danza il 24 aprile apre la serie degli eventi 2016 “Tuballoswing”, alle ore 15, al Tartarugone con musica dal vivo ed uno strepitoso corpo di ballo, che insegnerà ed aiuterà chi desidera ballare. 
"Tuballoswing " è l'abbreviazione di "TUtti BALLano SWING".

Lo swing  nato negli anni trenta negli USA, dopo un lungo predominio del Jazz  tradizionale e dopo la depressione del '33, fa ancora ballare.
Tra i più conosciuti sicuramente Fred Astaire e Ginger Roger, instancabili partner che sembravano librarsi nell’aria mentre ballavano classici dello swing.



Sarà stato perché lo swing era ballabile, orecchiabile, romantico  che ben presto si diffuse oltreoceano e anche in Italia, dove già prima della guerra aveva vissuto la sua primavera in una forma tutta nostrana, con parole italiane. Nasceva lo swing italiano, forma che impazzò ancora di più nell’immediato dopoguerra dopo l’arrivo degli americani.
Oggi lo swing, come molte mode, sta rivivendo la sua seconda giovinezza e le musiche e i balli swing stanno riempiendo di nuovo le sale da ballo e gli spazi improvvisati per soddisfare gli appassionati.
Una musica che si porta bene i suoi  anni,   e sarà bello, coinvolgente e colmo di atmosfera sentire queste note vibrare nella splendida Siena, dove per una volta tutti  potranno essere i mitici  Ginger Rogers e Fred Aster.

ALBERTO PIZZO IN GIAPPONE PER PRESENTARE IL NUOVO ALBUM “MEMORIES”



Il talentuoso compositore e pianista ALBERTO PIZZO sarà in Giappone per presentare “MEMORIES” (Sony Classical), il disco realizzato con la co-direzione artistica del Maestro LUIS BACALOV, uscito nella terra del Sol Levante lo scorso 25 marzo.

Questi gli appuntamenti di Alberto Pizzo in Giappone: sabato 23 aprile in concerto alla YAMAHA Matsuyama 5F Aono Hall di Matsuyama (inizio concerto ore 14.00), domenica 1 maggio instore all’Emifull Masaki Green Coat di Masaki (inizio presentazione ore 13.00) e venerdì 6 maggio in concerto al YAMAHA Ginza Concert Salon di Tokyo (inizio concerto ore 19.00).

«Sono davvero felice di ritornare in Giappone con questo nuovo progetto che, da poche settimane, è stato sposato anche dalla Sony Japan – racconta Alberto Pizzo – Portare la mia musica in quei luoghi di ispirazione mi appaga tantissimo. L'influenza della cultura del Sol Levante è evidente nel mio progetto e, in generale, nella mia musica. Negli anni, infatti, mi sono ispirato sempre più agli scenari nipponici che ho avuto modo di esplorare durante i miei viaggi».

A conferma della profonda stima reciproca che lega Alberto Pizzo e il Giappone, proprio in questi giorni, la NHK, televisione pubblica nazionale giapponese, sta realizzando un film documentario della durata di 35 min sul Cuore di Napoli visto attraverso la vita e l'arte del pianista. Passando dalla prima scuola di pianoforte del pianista al Conservatorio, dallo storico Gambrinus all’antico centro della città, la musica è il filo conduttore tra il protagonista e la sua Napoli.

Arrangiatore della musica di “Memories” insieme ad Alberto Pizzo, il Maestro Luis Bacalov ha partecipato al progetto anche in qualità di Direttore di una delle orchestre più prestigiose del mondo, la London Symphony Orchestra che, nella maggior parte dei brani, accompagna il piano del compositore napoletano. “After the Rain”, primo singolo estratto dall’album, è attualmente in rotazione radiofonica in Italia.
Questa la tracklist del disco: “Paris 2011” (A. Pizzo); “My Secret” (Yuki/A. Pizzo); “Kronos” (A. Pizzo/G. Fronda); “Il viaggio dell'anima” (A. Pizzo); “After the Rain” (A. Pizzo); “Preludio n. 2” (F. Chopin/A. Pizzo); “Miyabi” (A. Pizzo); “Valentine's day” (A. Pizzo); “Nostalgia” (A. Pizzo); “Preludio n. 1” (F. Chopin/ A. Pizzo); “Sonata K87” (D. Scarlatti/A. Pizzo); “Concerto n. 5 BWV 1056” (J. S. Bach).

ALBERTO PIZZO, 35 anni, napoletano, studia l’arte del pianoforte dall’età di 4 anni. Laureato al conservatorio di S. Pietro a Majella, si trasferisce a New York, dove viene notato, tra gli altri, da Michael Douglas che lo invita a prendere parte a diverse serate di gala nel cuore di Manhattan. Seguono diversi concerti negli Stati Uniti, in Giappone e in Europa, oltre alle collaborazioni, nei suoi due primi dischi, con artisti quali Francesco Cafiso, Fabrizio Sotti, Mino Cinelu, Toquinho, Renzo Arbore, David Knopfler (nei live al Ravello Festival) e molti altri. Importante il duetto con Chick Corea al Teatro Bellini di Napoli. Recenti i suoi clamorosi successi negli eventi del 2015 di 3 PIANO GENERATIONS - 3 pianos on stage , tra i quali quello del 12 gennaio al Teatro Diana con Luis Bacalov e Danilo Rea, quello all’Auditorium del Porto Antico di Genova il 10 aprile in trio con Luis Bacalov e Stefano Bollani e il 29 giugno al Teatro Romano di Spoleto al Festival dei 2 Mondi con Luis Bacalov e Rita Marcotulli. Nel 2015, Pizzo si è esibito in piano solo nell’ambito di Piano City Milano, è tornato in Giappone con un minitour di 3 concerti e ha suonato ad agosto all’Ohrid Summer Festival alla St. Sophia Church in Macedonia. Degna di nota è la stretta collaborazione con il premio oscar Luis Bacalov e la nomina a “Official Artist Yamaha“. Pizzo è entrato quest’anno nella famiglia Sony Classical, pubblicando in Italia e nel mondo il nuovissimo capolavoro discografico “Memories”. Da aprile 2016 Alberto sarà in tour con Memories, con concerti di piano solo, con grandi orchestre sinfoniche dirette dal maestro Bacalov e con diversi eventi di 3 Piano Generations (L. Bacalov - R. Marcotulli - A. Pizzo).

L’AMLETO DI CUMBERBATCH CONQUISTA IL CINEMA

28 mila spettatori in 2 giorni per lo spettacolo del National Theatre sul grande schermo
a 400 anni dalla scomparsa di Shakespeare

E da settembre arrivano al cinema gli spettacoli di Kenneth Branagh dal Garrick Theatre di Londra

Per due giorni consecutivi l’Amleto di Cumberbatch, lo spettacolo da record del National Theatre di Londra trasmesso in 180 sale italiane in lingua originale sottotitolato, ha conquistato il secondo posto al box office subito dopo Il Libro della Giungla, raccogliendo quasi 28.000 spettatori.

Un successo straordinario di pubblico e di critica per lo spettacolo londinese, proposto in Italia in occasione delle celebrazioni dei 400 anni dalla morte di Shakespeare. 

E, proprio nella settimana del compleanno del drammaturgo (quel 23 aprile in cui cade la Giornata Mondiale del Libro) partono anche le prime repliche di Amleto e arriva un nuovo annuncio per tutti gli appassionati di teatro.
A partire dall’autunno, infatti, Nexo Digital distribuirà nelle sale italiane tre opere della Kenneth Branagh Theatre Company, la compagnia creata dal regista e attore britannico che vede la presenza di star come Judi Dench, Rob Brydon e Lily James. Dal Garrick Theatre di Londra arriveranno così su grande schermo Racconto d’inverno (con Judi Dench e Kenneth Branagh), Giulietta e Romeo (con Derek Jacobi, Lili James, Richard Madden e Meera Syal) e The Entertainer di John Osborne.

Tre volumi storici LEV dedicati alla figura di San Pio X verranno presentati giorno 15 aprile a Radio Vaticana

Il Pontificio Comitato di Scienze Storiche e la Libreria Editrice Vaticana presenteranno a Roma, venerdì 15 aprile 2016 alle ore 17.00, presso la Sala Marconi di Radio Vaticana (Piazza Pia, 3), tre volumi storici dedicati alla figura di San Pio X. La figura di Papa Sarto, beatificato il 3 giugno 1951 e canonizzato il 29 maggio 1954 da pio XII, fu sino a poco tempo fa l'unico Pontefice canonizzato del XX secolo. L'incontro si propone di fare il punto sulla storiografia di San Pio X guardando a nuove prospettive di ricerca, di studio e di approfondimento.
Dopo il saluto di Bernard Ardura, presidente del Pontificio Comitato di Scienze Storiche e di don Giuseppe Costa SDB, direttore della Libreria Editrice Vaticana, avranno luogo gli interventi della professoressa Rita Tolomeo, Sapienza Università di Roma, sul volume Genealogia dei desideri. Pio X nella memoria del popolo dell'Alta Slesia a cura di Mirosłav Lenart e Gianpaolo Romanato; della professoressa Emilia Hrabovec, Università di Bratislava, sul volume San Pio X. Papa riformatore di fronte alle sfide del nuovo secolo. Atti della giornata di studi in occasione del Centenario della morte di San Pio X (1914-2014), a cura di Roberto Regoli; e del professor Riccardo Burigana, direttore del Centro Studi per l'Ecumenismo in Italia, sul volume Riforma del Cattolicesimo? Le attività e le scelte di Pio X, a cura di Giuliano Brugnotto e Gianpaolo Romanato.

20 aprile 2016

International Mediterran Award 2006: ecco tutti i premiati














Si è svolta sabato scorso, a Roma, la ventesima edizione dell'international Mediterranean Award. Una pioggia di fuochi d'artificio ha aperto ufficialmente l'attesissima premiazione ospitata nell'incantevole cornice di Villa Miani. L'evento, organizzato organizzato dai Corrispondenti Diplomatici con la supervisione del Governatore Catello Marra, ha visto la presenza di autorevoli personalità che nel corso dell'anno si sono distinte nei rispettivi settori professionali. La serata, condotta dalla giornalista Barbara Di Palma, ha visto tra i premiati: Amedeo Minghi, amatissimo cantautore che ha regalato ai presenti un'intensa versione piano/voce della sua hit "1950"; Andrea Morricone, giunto nella Capitale per ritirare l'ambito riconoscimento riservato a suo padre Ennio, che per l'occasione si è esibito al pianoforte, così come il maestro rumeno Gheorge Zamfir, che ha incantato il pubblico con il suo flauto di pan. Premi anche per l'attrice Corinne Clery, gli stilisti Gianni Molaro e Renate Jeske al giudice Antonio Marini, al maestro Pinuccio Pirazzoli, al sindaco di Miami Beach Kristen Rosen Gonzales, al professor Francesco Fedele, allo scultore Armando Arcovito. Durante la serata è stato mostrato il busto di San Gennaro, tempestato di pietre preziose, che Arcovito a settembre porterà a Boston. Presenti in sala, alcuni tra i più apprezzati personaggi del mondo dello spettacolo italiano e rinomati anche all'estero, come l'attrice Francesca Rettondini nella veste ufficiale di Responsabile delle relazioni internazionale del  Comitato Organizzativo degli eventi di Boston nonché Presidente della Starlight Movie Productions che, chiamata sul palco dal Governatore Generale Marra insieme a Patrizio Oliva, hanno anche presentato il film che dovrà essere realizzato a fine anno, tratto dal libro autobiografico di Patrizio Oliva “Sparviero". Ad applaudire i premiati anche celebrità e addetti ai lavori come la regista Rossella Izzo, la conduttrice Anna Pettinelli, la cantautrice Sara Galimberti, l'ex pugile Patrizio Oliva, il titolare di Airlite, azienda leader nella pittura ecologica, Massimo Bernardoni e Carolina Castagna e tanti altri ancora. Una ventesima edizione contraddistinta dal prestigio e dall'autorevolezza degli intervenuti, oltre che dall'elevato riscontro a livello mediatico.

18 aprile 2016

C.S. FINALE - CORTI d’ARGENTO 2016

'CORTI d'ARGENTO 2016'
I Nastri a "Quasi eroi" di Giovanni Piperno
e  a "Panorama" di Gianluca Abbate per l'animazione
Consegnati oggi alla Casa del Cinema con i premi speciali e l'annuncio del Cinemaster di Studio Universal 2016 che va a Matteo Gentiloni ('La banda del catering')

Quasi eroi di Giovanni Piperno e Panorama di Gianluca Abbate sono i vincitori dei "Corti d'Argento" 2016. A loro i Nastri assegnati dai Giornalisti Cinematografici e consegnati oggi a Roma insieme alla proclamazione del vincitore del Cinemaster di Studio Universal: Matteo Gentiloni, segnalato per La banda del catering (CSC). Quasi eroi ha vinto su Bellissima di Alessandro Capitani, Frankie di Francesco Mazza, Non senza di me di Brando De Sica, e Varicella di Fulvio Risuleo, in 'cinquina' per la 'fiction'. 

Per l'animazione ha vinto Panorama di Gianluca Abbate che era in cinquina con Bagni di Laura Luchetti, Lungomare di Daniele e Davide Ratti, Mechanick di Margherita Clemente, Lorenzo Cogno, Maria Garzo e Tudor Moldovan (CSC) e Soil is alive di Beatrice Pucci. Assegnati tre premi speciali a Il tema di Jamil, esordio alla regia nel segno della solidarietà di Massimo Wertmuller, Era bellissima di Max Croci, omaggio a Visconti rivisitato oggi, in un corto ancora una volta siglato dalla sintonia perfetta del regista con Ambra Angiolini e, infine, a La ballata dei senzatetto di Monica Manganelli, che affronta con l'animazione le ferite del terremoto in Emilia. Menzioni speciali per l'attenzione al tema della disabilità a Due piedi sinistri di Isabella Salvetti e per Il miracolo realizzato nel laboratorio coordinato di Fabio Mollo per l'Ente dello Spettacolo con la regia collettiva di Serena Aragona, Honglei Bao, Fabrizio Benvenuto, Luca Cenname, Michele Leonardi, Alberto Mangiapane, Domenico Modafferi, Alain Parroni, Mariagiovanna Postorino, Mario Vitale. Tre infine i corti che il Sngci segnala per l'animazione, sul tema dei migranti: con Detours di Nico Bonomolo e Migrar di Laura Pizzato, Frontiers di Hermes Mangialardo, scelto tra l'altro efficacemente anche per la campagna del Consiglio Italiano per i Rifugiati, il CIR, che offre assistenza a chi è costretto a fuggire dal proprio Paese.

FICTION 
-Quasi eroi di Giovanni Piperno Nastro d'Argento
-Bellissima di Alessandro Capitani
-Frankie di Francesco Mazza
-Non senza di me di Brando De Sica
-Varicella di Fulvio Risuleo

ANIMAZIONE 
-Panorama di Gianluca Abbate Nastro d'Argento
-Bagni di Laura Luchetti
-Lungomare di Daniele e Davide Ratti
-Mechanick di Clemente,Cogno,Garzo, Moldovan (CSC)
-Soil is alive di Beatrice Pucci

                  Premi speciali
-Il tema di Jamil di Massimo Wertmuller
-Era bellissima di Max Croci 
-La ballata dei senzatetto di Monica Manganelli

Menzioni 
-Due piedi sinistri di Isabella Salvetti
-Il miracolo -coordinamento di di Fabio Mollo - Regia collettiva di Serena Aragona, Honglei Bao, Fabrizio Benvenuto, Luca Cenname, Michele Leonardi, Alberto Mangiapane, Domenico Modafferi, Alain Parroni, Mariagiovanna Postorino, Mario Vitale.
-Detours di Nico Bonomolo
-Frontiers di Hermes Mangialardo
-Migrar di Laura Pizzato

Le 'cinquine' sono state scelte, tra i corti della selezione ufficiale e in particolare tra i 24 titoli finalisti che seguono:

Fiction
-Bellissima di Alessandro Capitani
-Era bellissima di Max Croci 
-E.T.E.R.N.I.T di Giovanni Aloi
-Frankie di Francesco Mazza
-Il miracolo di Fabio Mollo
-La riva di Nicola Ragone
-Non senza di me di Brando De Sica
-Oggi è il giorno di festa di Giovanni Prisco
-Quasi eroi di Giovanni Piperno
-Varicella di Fulvio Risuleo
-Venerdì di Tonino Zangardi 
-Without di Paola Sinisgalli 

Animazione
-Bagni di Laura Luchetti
-Detours di Nico Bonomolo
-Frontiers di Hermes Mangialardo
-La ballata dei senzatetto di Monica Manganelli
-Lungomare di Daniele e Davide Ratti
-Mechanick di Clemente,Cogno, Garzo,Moldovan (CSC)
-Migrar di Laura Pizzato
-Otto di Dario Imbrogno e Salvatore Murgia
-Panorama di Gianluca Abbate
-Pircantaturi di Buscaldi, Conigliaro, Fresta (CSC)
-Soil is alive di Beatrice Pucci
-The life after Pina di Michele Bernardi 

LA SELEZIONE 2016
La Giuria composta dal Direttivo Nazionale del Sindacato ha selezionato i finalisti e i vincitori tra i 190 titoli (157 di fiction e 33 di animazione), compresi entro il limite massimo dei 20' di durata, proposti nell'annata 2015-'16 dai principali Festival e nelle più importanti rassegne specializzate e, nel caso degli allievi del Csc, inviati alla Commissione di selezione dei 'Corti d'Argento' entro il 20 Marzo 2016. 

INCONTRO CON GLI AUTORI IN 'CINQUINA'
Insieme ai premi, come sempre, negli ultimi anni, il Sngci ha dedicato ai corti, prima della premiazione, un momento di approfondimento con gli autori premiati. I 'Corti d'Argento' ringraziano per la collaborazione alla selezione 2016 il Centro Nazionale per il Cortometraggio e principali festival e rassegne specializzat, il CSC e,soprattutto Studio Universal, che ha assegnato il suo Cinemaster su una 'rosa' di titoli indicata anche dai Giornalisti Cinematografici e che, ancora una volta, ha scelto di abbinare ai Corti d'Argento un premio importante per la formazione e la creatività giovanile come il suo Cinemaster.

Millly Gualteroni si racconta ad Andrea Tornielli e a Mariolina Migliarese

Mariolina Migliarese & Andrea Tornielli
presentano


LA STORIA DI MILLY
DAGLI PSICOFARMACI ALLA FEDE

sarà presente Milly Gualteroni
modera p. Marco Finco


Centro culturale Rosetum
Milano, via Pisanello 1, ore 21
 Nell’occasione verrà lanciata la quarta edizione in quattro mesi di

STRAPPATA ALL’ABISSO
di Milly Gualteroni



(in primo piano la nuova edizione – Ares pp. 216, euro 13)
 L’EVENTO

Andrea Tornielli, curatore del volume di papa Francesco Il nome di Dio è Misericordia, e la neuropsichiatra infantile Mariolina Migliarese, autrice di molti testi di casuistica relazionale, si confrontano con l’esperienza di Milly Gualteroni, la quale, avendo subito da ragazza il doppio suicidio del padre e del fratello maggiore, ha vinto le tendenze suicide e una profonda durevole depressione grazie a un percorso di conversione in cui l’iniziativa di Dio si è manifestata talvolta con tratti veramente sorprendenti.

Indagando il dualismo anima-corpo che caratterizza la persona la serata aiuterà a riflettere se è possibile, e forse anche necessario, l’incontro tra fede e ragione, tra scienza e religione, a partire da questo caso di guarigione concreto in cui la misericordia e la grazia di Dio sono intervenute fin nei più reconditi meandri dell’io, laddove la medicina non riusciva ad arrivare e a sanare.

Il dibattito verrà moderato da padre Marco Finco, direttore del Centro culturale Rosetum.

IL LIBRO
«Una profonda depressione che si presenta a ogni anniversario dei suicidi del fratello e del padre. Un’esistenza libertina alla ricerca di un significato. Tre drammatici tentativi di togliersi la vita, grida mute di una donna che chiede disperatamente aiuto. Infine l’affacciarsi della domanda: “E se fosse una chiamata di Dio?”, che la conduce alla fede attraverso personalissime esperienze. È la storia appassionatamente raccontata dalla giornalista Milly Gualteroni, che rilegge la depressione con gli occhi della conversione».

Andrea Tornielli, La Stampa

«Dalla scintillante Milano da bere al buio della depressione. E come unica via di uscita gli psicofarmaci. Una strada che sembra portare dritta al suicidio. Poi, invece, cambia tutto».
Caterina Maniaci, Libero

«Si legge di un fiato questa storia avvincente e realistica, in cui l’Autrice si consegna al lettore con un candore che emoziona».

Antonia Arslan, Famiglia cristiana

«Il mistero del sovrannaturale ha un ruolo decisivo in questo racconto struggente di desiderio di morte e di improvvisa risurrezione. Se Milly si è decisa a confessare tutto, ma proprio tutto, compresi certi episodi tanto sconvolgenti quanto inesplicabili, non è certo per sé, ma per gli altri».
Vittorio Messori, Il Timone
 L’AUTRICE
 Milly Gualteroni (Sondrio, 1957). Dopo un diploma di High School in California e la Maturità classica nella sua città, si laurea all’università di Padova in Lingue e Letterature Straniere, specializzandosi in Glottologia. Vincitrice di ruolo, insegna Lingua e letteratura inglese. Diventa poi giornalista professionista, lavora per Gran Bazaar, L’Uomo Vogue, Chi, Cosmopolitan, Panorama e collabora ad alcuni quotidiani nazionali. Ha frequentato la Facoltà di psicologia della Cattolica di Milano, la Facoltà Teologica Cattolica di Milano e quella Valdese di Roma. Attualmente collabora ad alcuni periodici.

IL TRADUTTORE con Claudia Gerini - Al cinema dal 26 maggio

EUROPICTURES
presenta
 CLAUDIA GERINI     KAMIL KULA
 Il [TRADUTTORE]
 un film di
MASSIMO NATALE
 con
SILVIA DELFINO   PIOTR ROGUCKI   ANNA SAFRONCIK

e con la partecipazione di
MARCELLO MAZZARELLA  e  di  EVA GRIMALDI

AL CINEMA DAL 26 MAGGIO

Integrazione, amore, ribellione, libertà si fondono ne Il Traduttore, secondo lungometraggio del regista Massimo Natale, dopo L'estate di Martino, che vede protagonista un'intensa Claudia Gerini nel ruolo di una donna al bivio, forte e passionale, alla ricerca di un riscatto personale. Al suo fianco, la giovane rivelazione del cinema polacco, l'affascinante Kamil Kula (Music, War and Love). Completano il cast Silvia Delfino, Piotr Rogucki, Anna Safroncik e Marcello Mazzarella.
Il Traduttore – una bruciante storia d'amore che parla anche di diversità e di incontro tra due culture molto distanti tra loro – è una coproduzione italo-polacca prodotta da Kalitera dello stesso Massimo Natale, Inthelfilm di Giampietro Preziosa e Marco Puccioni, Agrewsyna Banda di Alessandro Leone e Emiliano Caradonna e da Wider Films di Giovanni Cassinelli, con il contributo del MIBACT in collaborazione con Trentino Film Commission e Rai Cinema, insieme al contributo di Gruppo Barletta e Unicredit. Il film arriverà nelle sale italiane il 26 maggio, distribuito da Europictures.

SINOSSI
Andrei Bina (Kamil Kula) è uno studente rumeno che grazie a una borsa di studio frequenta un corso di specializzazione in lingue straniere all'Università. Dato che i soldi della borsa sono pochi, di sera lavora in una pizzeria e di giorno saltuariamente in questura, dove traduce gli interrogatori e le intercettazioni di suoi connazionali. Andrei – che oltre al romeno e all'italiano, parla perfettamente diverse lingue, tra cui il tedesco – viene messo in contatto dalla sua tutor con una sua amica antiquaria, Anna Ritter (Claudia Gerini), che vuole far tradurre il diario del marito tedesco, scomparso da poco in circostanze misteriose. Andrei viene catapultato in un mondo che fino a quel momento non aveva neppure osato sognare.  

Post più popolari