Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

8 gennaio 2016

La MIA memoria: tributo a Mia Martini - Talk Show


Il Progetto si pone come obiettivo, quello di offrire ai Fans ed agli estimatori di una delle più grandi Voci della storia della Musica Italiana, prematuramente scomparsa in tragiche circostanze, la “Reale Memoria” sulla vita privata, dall'adolescenza fino al successo, lungo il percorso Umano e Artistico, raccontata da Leda Bertè, sorella maggiore di “Mimì” e Loredana Bertè. Intervistata da Gigi Miseferi, Attore e Autore, proveniente dalla Compagnia del Bagaglino, con cui ha preso parte a tutte le trasmissioni televisive in diretta dal Salone Margherita di Roma a partire dal 1990 in Rai, fino all'ultima produzione del 2009 su Canale 5, ottenendo tre Telegatti.

Nel corso del Talk, una serie di domande, penetrerà a fondo il vissuto di Mia Martini, facendo riaffiorare attraverso i ricordi e le testimonianze della sorella Leda, luoghi, date, personaggi e fatti che a volte assumeranno toni drammatici e toccanti, che hanno segnato la vita di una delle Artiste più amate, le cui tappe della professione, l’hanno vista spesso contrapposta alla bizzarra sorella Loredana Bertè. Un dualismo generato dal carattere e dallo stile, un rapporto difficilissimo, condizionato da un antagonismo che in famiglia ha contribuito ad acuire gli animi, sfociando in vere e proprie fratture. Si punteranno i riflettori, sul punto più basso della sua carriera, momento in cui Leda è stato il suo unico punto di riferimento, quando il vuoto la circondava. Un vero e proprio faro, nel mezzo di un mare burrascoso. Attraverso i suoi racconti, Leda farà emergere incredibili particolari ed episodi clamorosi. Poi, il ritorno nel firmamento musicale fino al tragico epilogo. Testimonianze altrettanto importanti, risulteranno quelle degli ospiti che di volta in volta, si alterneranno nel corso delle varie repliche.

Autori, Musicisti, Giornalisti che in qualche modo hanno avuto la possibilità di collaborare con Mimì, intrecciando con Lei le loro vite private o professionali, condivideranno con la Platea, l’esperienza dei momenti vissuti insieme.

Attraverso uno schermo collocato nel “Salotto”, Video e Foto inedite supporteranno attraverso le immagini, quanto esposto da Leda. Particolarmente suggestiva, sarà la presenza sul palco, indossati da manichini, degli Abiti di Scena e di alcuni cimeli di “Mimì”, tra cui, il Tailleur con il quale nel 1992 si è presentata a Sanremo con lo straordinario brano “Gli uomini non cambiano”. Non poteva mancare la musica e soprattutto alcuni Successi di Mia Martini, che verranno eseguiti dalla splendida voce di Ivana Pellicanò, accompagnata al pianoforte dal Maestro Michele Ferrazzano.

ELIO E LE STORIE TESE - NUOVE DATE NEI PALASPORT DEL "PICCOLI ENERGUMENI TOUR"



 Piccoli Energumeni Tour
14 MAGGIO BOLOGNA - UnipolArena
15 MAGGIO TORINO - Pala Alpitour
17 MAGGIO MONTICHIARI (BS) - Pala George
20 MAGGIO FIRENZE - Nelson Mandela Forum
21 MAGGIO PADOVA - Gran Teatro Geox

In attesa di vedere gli ELIO E LE STORIE TESE in gara al Festival di Sanremo 2016 con il brano “Vincere l’odio”, si aggiungono nuove date al tour nei palasport realizzato da F&P Group.

Dopo i due appuntamenti già annunciati del PICCOLI ENERGUMENI TOUR - 29 aprile, Mediolanum Forum di Assago (Mi) e 7 maggio, Palalottomatica di Roma – si prosegue con le nuove date che si terranno: il 14 maggio all’Unipol Arena di Bologna, il 15 maggio al Pala Alpitour di Torino, il 17 maggio al Pala George di Montichiari (Bs), il 20 maggio Nelson Mandela Forum e il 21 maggio al Gran Teatro Geox di Padova.

“Obbiettivo del Piccoli Energumeni Tour (PET) è dare spettacolo in grandi spazi come palasport, arene e festivàl all’aperto, per raggiungere più spettatori in un colpo solo. [...] Altri vantaggi del mondo palasport: se viene tanta gente, si simpatizza; se viene poca gente, stanno comodi.”

Band di culto, vere e proprie icone, artisticamente ci hanno abituati ad ogni genere di novità. Presenza costante ma mai scontata nel panorama italiano, inarrivabili nella cura della loro proposta musicale, ogni loro nuova apparizione ha segnato momenti memorabili sia che si trattasse di un album, che di un concerto o di un’apparizione televisiva (impossibile non citare, tra le altre, le quattro esibizioni de “La canzone mononota” sul palco del Festival di Sanremo del 2013 con travestimenti e make-up estremi).

Una storia la loro che si scorre attraverso album di culto come “Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu”, "Italyan, Rum Casusu Çikti" e "Cicciput", fra provocazioni e polemiche assortite, singoli di successo come “Pipppero” e un memorabile secondo posto al Sanremo 1996 con "La terra dei cachi", tormentone dell'epoca. Li si è visti in tv, come resident band dei programmi “Parla con me” e “The Show Must Go Off” e “Il Musichione", il programma da loro ideato e condotto su Rai2. Nel 2013 sono tornati a Sanremo con "La Canzone Mononota", arrivando secondi, ma vincendo ben tre premi: critica, sala stampa radio/tv/web e miglior arrangiamento. Tra i loro pezzi più amati ci sono "Cara ti amo", "Servi della gleba", "Shpalman®", "Parco Sempione", "Born to be Abramo" e "Tapparella", l'inno collettivo con cui sono soliti chiudere i concerti.

Recentemente gli ELIO E LE STORIE TESE hanno pubblicato il singolo “Il Primo Giorno di Scuola” brano accompagnato dal video del fumettista Sio e ripubblicato i loro primi tre album di studio con dei dvd dai contenuti inediti.

RADIO DEEJAY è la radio partner del PICCOLI ENERGUMENI TOUR. 

La Libreria Editrice Vaticana pensa a due nuovi volumi per ragazzi




Città del Vaticano, 21 dicembre 2015 – In occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, la Libreria Editrice Vaticana ha pensato a due volumi per i più piccoli: Colora l’Anno Santo, un album da colorare per ragazzi disegnato da Filippo Sassòli i cui testi sono stati curati da don Giuseppe Merola e Il Giubileo della Misericordia, una guida illustrata al Giubileo Straordinario indetto da Papa Francesco a cura di Giorgio Tabanelli e contenente le illustrazioni di Maria Letizia La Monica. Entrambi i volumi, per la semplicità delle immagini e l’immediatezza dei contenuti, sono rivolti a ragazzi e bambini con lo scopo di guidarli nella scoperta dei simboli giubilari e dei luoghi Santi di Roma.

LA SOVVENZIONE GLOBALE MOViE UP: UN VOLANO PER L’INDUSTRIA AUDIOVISIVO LAZIALE

Sono stati diramati, nel corso dell'evento conclusivo MOViE UP del 21 dicembre, i risultati e i numeri della Sovvenzione Globale per l'audiovisivo MOViE UP - P.O.R. Lazio FSE Ob.2 Competitività regionale e occupazione – 2007-2013 finalizzata all'affidamento di servizi di sensibilizzazione e sostegno all'internazionalizzazione delle imprese del settore audiovisivo della Regione Lazio.
L'occasione è stato l'incontro Spunti di riflessione sull'esperienza e prospettive di lavoro, organizzato da Paolo Luci, Presidente di Ass.for.seo, che ha riunito operatori del settore audiovisivo, docenti e soggetti coinvolti nel progetto Movie Up.
Maurizio Di Rienzo, giornalista e critico cinematografico ha coordinato il tavolo di lavoro cui hanno partecipato raccontando la loro esperienza nell'ambito della sovvenzione, Massimo Arcangeli (Segretario Generale Agis Lazio), Patrizia Bitti (Anteprimadue srl), Paolo Boccardelli (Professore Ordinario Strategie d'impresa- Luiss Guido Carli), Gianni Celata (Professore Creazione di Impresa Audiovisiva – Università degli Studi Roma Tre), Antonio Medici (Direttore Didattico Scuola d'Arte Cinematografica Gian Maria Volonté), Lucia Milazzotto (Direttrice MIA), Enrico Serpieri (Capo Segreteria Vice Presidenza e Assessorato Formazione, Ricerca, Scuola e Università – Regione Lazio) Luciano Sovena (Presidente Fondazione Roma Film Commission), Roberto Stabile (Direttore Relazioni Internazionali Anica).
Tutti i relatori hanno raccontato come si è articolata la loro esperienza all'interno della Sovvenzione evidenziando l'importanza dell'impegno regionale nel settore strategico della formazione e del sostegno a progetti di internazionalizzazione nel campo dell'audiovisivo riconoscendo a Movie up il merito di aver realizzato una eccellente cabina di regia.
Paolo Boccardelli (Professore Ordinario Strategie d'impresa- Luiss Guido Carli), ha ricordato il punto di partenza della Sovvenzione globale Movie up, ovvero lo scenario che ha dato il via all'indagine socio economico di un settore audiovisivo in crisi, bisognoso di misure di sostegno e di un miglioramento delle competenze delle professionalità coinvolte, con una attenzione particolare alla necessità di esporre i professionisti al mercato internazionale, mediante una formazione adeguata alle nuove tecnologie. Esprimendo soddisfazione per i risultati raggiunti dalla Sovvenzione, Boccardelli ha sottolineato come bisogna continuare il lavoro iniziato rafforzando ancora l'accesso – dei nostri operatori - al mercato internazionale attraverso le seguenti azioni: rafforzandone le competenze, la lotta alla delocalizzazione, esposizione della comunità professionale dell'audiovisivo al mercato internazionale.
Gli fa eco l'intervento di Gianni Celata (Professore Creazione di Impresa Audiovisiva – Università degli Studi Roma Tre), che sottolinea come la formazione debba essere continua e quindi tener conto dei rapidissimi cambiamenti che l'era digitale impone, e del valore in termini commerciali che la rivoluzione in atto comporta aprendo nuove, ampie e differenziate fasce di mercato. Celata cita come esempio quello proveniente dal mondo musicale, che ha prima accusato negativamente l'avvento di internet, ma poi cavalcando il cambiamento, oggi registra un aumento molto grande delle entrate, perché ha saputo cogliere le opportunità di un pubblico più allargato.
Massimo Arcangeli (Segretario Generale Agis Lazio), ha evidenziato l'importanza della formazione non solo per gli addetti ai lavori ma anche espresso la necessità di interventi e strategie rivolte al pubblico a lungo termine, e ha rivendicato la necessità di interventi volti alla valorizzazione degli spazi e dei luoghi dove si fa cultura ed in particolare cinema.
Enrico Serpieri (Capo Segreteria Vice Presidenza e Assessorato Formazione, Ricerca, Scuola e Università – Regione Lazio) ha infine espresso apprezzamento per un progetto ereditato dalla gestione precedente, definendolo congeniale alla filosofia di intervento che prevede l'utilizzo del Fondo Sociale Europeo per lo sviluppo dell'occupazione e della formazione (citando anche il successo di TORNO SUBITO iniziativa di sostegno per esperienze all'estero rivolta agli studenti), e ha auspicato di poter ripetere l'esperienza in collaborazione con Roma Lazio Film Commission.

I NUMERI DI UN SUCCESSO:
Al termine Paolo Luci ha diramato i numeri e le iniziative che hanno evidenziato la riuscita del progetto. Tra gli interventi l'organizzazione di missioni outgoing e incoming; l'organizzazione di un ciclo di seminari/workshop, erogazione di servizi reali/consulenze. Sono stati realizzati 6 seminari/workshop (143 partecipanti), rivolti ad imprese del settore audiovisivo regionale, sono state realizzate 3 missioni outgoing, che hanno coinvolto 20 imprese regionali e 2 missioni incoming che hanno coinvolto 10 imprese, istituzioni e produttori esteri. 43 gli interventi formativi realizzati, per un totale complessivo di 483 partecipanti.
La sovvenzione ha poi erogato voucher di mobilità ad operatori del settore audiovisivo, realizzando 122 work experience all'estero in Paesi Europei ed extra Europei quali, principalmente, Stati Uniti e Francia e a seguire Germania, Gran Bretagna e Spagna. Questi i numeri: il 64% (78) delle work experience realizzate ha avuto una durata di 90 giorni (importo voucher erogato di 10.000,00 euro). Il 19% (23) una durata di 30 giorni (importo voucher erogato di 4.000,00 euro) e il restante 17% (21) una durata di 60 giorni (importo voucher di 7.000,00 euro).
Sono stati sottoscritti 2 accordi internazionali, per favorire rapporti commerciali e lo sviluppo di collaborazioni, nello specifico, un Protocollo tra la Regione Lazio e l'Istituto Superiore dei Mestieri dell'Audiovisivo e del Cinema (ISMAC) di Rabat, nel Regno del Marocco e una lettera di intenti tra la Regione Lazio e la Scuola Internazionale di Cinema e TV (EICTV) di S. Antonio de Los Baños, nella Repubblica di Cuba.
E' stato attivato uno Sportello informativo MOViE UP, con funzioni di informazione, animazione e promozione, supporto consulenziale e networking, organizzazione di seminari mirati a favorire processi di internazionalizzazione, che ha visto 3000 richieste di assistenza evase, tra chiamate al numero verde, e-mail, FaQ e incontri in presenza. Lo sportello informativo – per la promozione e realizzazione di incontri e spazi informativi volti alla valorizzazione dell'audiovisivo del Lazio - è stato presente durante diversi eventi di caratura internazionale quali: la VIII edizione del Festival internazionale del Film di Roma 2013; l'IX edizione del Festival internazionale del Film di Roma 2014; la 68° edizione del Festival internazionale del Cinema di Cannes 2015; la X edizione della Festa del Cinema di Roma 2015; e la 37° edizione del Festival Internazionale del Cinema Latinoamericano.
5 i seminari realizzati, per un totale di 78 partecipanti, su temi specialistici inerenti le principali professionalità del settore e su tematiche dell'industria audiovisiva con specifico riferimento ad analisi di mercato, tendenze culturali, potenzialità del settore, distribuzione e coproduzione. Quindi, 20 progetti consulenziali, con azioni di accompagnamento, assistenza tecnica e consulenza, volte a favorire lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle aziende destinatarie degli interventi.

Quindi, l'organizzazione di Italian Film Boutique - Roma Lazio cinema days for International buyers, fiera mercato delle nuove produzioni audiovisive dedicata alla promozione internazionale della recente produzione audiovisiva laziale. La prima edizione, nell'ottobre 2014, ha visto una delegazione di 20 operatori internazionali, provenienti da 9 Paesi, invitata ed ospitata per scoprire una selezione di 20 lungometraggi italiani di recentissima produzione. Il catalogo IFB ha rappresentato quasi l'80% del totale dei titoli italiani presenti al Mercato (The business street), con 254 ingressi alle proiezioni dei film selezionati, 6 film venduti in 10 Paesi e trattative in 6 Paesi a seguito delle trattative commerciali avviate. La seconda edizione, che si è tenuta dal 16 al 20 ottobre 2015, ha visto promuovere 32 titoli (con un incremento del 60%), scelti all'interno della recente produzione cinematografica (lungometraggi e fiction tv), che hanno rappresentato l'intero catalogo dei titoli italiani presenti al Mercato (MIA – Mercato Internazionale dell'audiovisivo). Registrati 400 ingressi alle proiezioni dei film selezionati (incremento del 57% ), con 32 vendite concluse e 26 trattative ancora in corso.

AMBI di Iervolino e Bacardi da il via al biopic su Lamborghini

  
LAMBORGHINI "GAREGGIA" SUL GRANDE SCHERMO CON AMBI
Andrea Iervolino e Monika Bacardi di Ambi Pictures danno il via libera al biopic sulla vita di LAMBORGHINI, scritto dal premio Oscar Moresco

AMBI Group finanzierà e produrrà il film "Lamborghini - The Legend" basato sulla straordinaria vita di Ferruccio Lamborghini.
           

Andrea Iervolino e Monika Bacardi di Ambi Group hanno opzionato i diritti sulla vita di Ferruccio Lamborghini, fondatore della celebre automobile che porta il suo nome, e finanzierà e produrrà il biopic sulla vita straordinaria di Lamborghini. AMBI Group ha in programma di girare il film questa estate in Italia, nelle principali locations che hanno dato i natali e aiutato a creare il mito del grande imprenditore italiano Ferruccio Lamborghini. Il film, la cui sceneggiatura è stata affidata al premio Oscar Bobby Moresco (Crash) e il cui cast è ancora top secret (Iervolino e Bacardi assicurano già la presenza di star internazionali, in aggiunta a qualche attore italiano), ha il titolo provvisorio di "Lamborghini - The Legend".
Basato su un libro scritto dal figlio di Lamborghini, Tonino che Andrea Iervolino e Monika Bacardi tengono a ringraziare personalmente e sentitamente insieme a tutta la famiglia Lamborghini – il biopic narra la lunga vita dell'iconico imprenditore emiliano: dalla produzione di trattori (Lamborghini Trattori) all'inizio della sua carriera, creati modificando veicoli militari della seconda guerra mondiale, fino alla progettazione e costruzione delle leggendarie vetture Lamborghini che hanno definito la sua leggenda.
Il film racconta la straordinaria storia di un uomo che ha contribuito a rimettere in piedi un'intera nazione – l'Italia – dopo gli orrori della seconda guerra mondiale, con la progettazione di una macchina che ha rivoluzionato il settore automobilistico mondiale e ha dato tanto lustro ad un paese in un frangente di profonda fragilità.
Ferruccio Lamborghini, oltre ad essere stato uno degli uomini più ricchi d'Italia, appassionato di auto di lusso (Lamborghini aveva una macchina per ogni giorno della settimana), è stato una vera e propria celebrità. Il business delle auto di lusso quindi si amalgamerà nel film con la prodigiosa vita dell'imprenditore italiano.
"Sono molto orgoglioso di produrre un film su un uomo che ha avuto un impatto così profondo in tutto il mondo, e ha lasciato un'eredità ancor così viva e attuale", ha detto Andrea Iervolino. "Ferruccio Lamborghini è stato un imprenditore che ha portato lustro all'Italia e ha contribuito a farsi conoscere in tutto il mondo, partendo praticamente da zero, contando solo sulla sua grande passione e un desiderio sfrenato di avere successo nella vita - un desiderio, direi, pienamente soddisfatto".
Monika Bacardi ha aggiunto, "Questa storia di Lamborghini non è solo auto e motori ma è la storia di una carriera straordinaria. C'è un affascinante ma meno noto racconto della sua vita privata che verrà svelato nel nostro film".
AMBI Distribution, agenzia di vendite a livello mondiale di AMBI Group, si occuperà, come sempre, dei diritti di vendita in tutto il mondo.

CHECCO STELLARE - Gli incassi di QUO VADO? al primo giorno di programmazione nelle sale 




"Un risultato al di là di ogni immaginazione".
Pietro Valsecchi commenta così il risultato al box office di Quo Vado?, il nuovo film di Checco Zalone.
"Quasi 7 milioni di euro di incasso (pari a un milione di biglietti) nel primo giorno di programmazione è un dato incredibile, che polverizza il record precedente di 3 milioni e mezzo: anche a voler essere molto ottimisti nessuno avrebbe potuto immaginare una partenza così.
Si tratta di una performance veramente unica che conferma l'eccezionalità di Checco Zalone nel panorama cinematografico italiano. Il 2016 si apre così per il nostro cinema con un'iniezione di fiducia di cui si sentiva davvero il bisogno: dovrebbe uscire un nuovo Zalone ogni anno per dare una spinta all'intero sistema del cinema italiano.
Ora spero che a questo successo ne possano seguire altri per le nostre pellicole."


QUO VADO?
regia di
GENNARO NUNZIANTE
 
con
ELEONORA GIOVANARDISONIA BERGAMASCO,MAURIZIO MICHELILUDOVICA MODUGNO,
NINNI BRUSCHETTAPAOLO PIEROBON
con la partecipazione straordinaria di LINO BANFI

 
 soggetto e sceneggiatura di LUCA MEDICI GENNARO NUNZIANTE
musiche di LUCA MEDICI

NELLE SALE DAL 1 GENNAIO 2016
                      
Una produzione Una distribuzione





IL FILM
"Quo vado?" racconta la storia di Checco, un ragazzo che ha realizzato tutti i sogni della sua vita. Voleva vivere con i suoi genitori evitando così una costosa indipendenza e c'è riuscito, voleva essere eternamente fidanzato senza mai affrontare le responsabilità di un matrimonio con relativi figli e ce l'ha fatta, ma soprattutto, sognava da sempre un lavoro sicuro ed è riuscito a ottenere il massimo: un posto fisso nell'ufficio provinciale caccia e pesca. Con questa meravigliosa leggerezza Checco affronta una vita che fa invidia a tutti. Un giorno però tutto cambia. Il governo vara la riforma della pubblica amministrazione che decreta il taglio delle province. Convocato al ministero dalla spietata dirigente Sironi, Checco è messo di fronte a una scelta difficile: lasciare il posto fisso o essere trasferito lontano da casa.
Per Checco il posto fisso è sacro e pur di mantenerlo accetta il trasferimento. Per metterlo nelle condizioni di dimettersi, la dottoressa Sironi lo fa girovagare in diverse località italiane a ricoprire i ruoli più improbabili e pericolosi ma Checco resiste eroicamente a tutto. La Sironi esausta rincara la dose e lo trasferisce al Polo Nord, in una base scientifica italiana col compito di difendere i ricercatori dall'attacco degli orsi polari. Proprio quando è sul punto di abbandonare il suo amato posto fisso, Checco conosce Valeria, una ricercatrice che studia gli animali in via d'estinzione e s'innamora perdutamente di lei. Inizia così un'avventura fantastica nella quale Checco scoprirà un nuovo mondo, aprendo la sua piccola esistenza a orizzonti lontanissimi.



"Quo vado?", prodotto dalla Taodue di Pietro Valsecchi e distribuito da Medusa, è scritto da Luca Medici - al secolo Checco Zalone – insieme al regista, Gennaro Nunziante, ed è stato girato fra l'Italia (Puglia e Lazio) e la Norvegia (Ny-Alesund e Bergen).
La colonna sonora del film è composta da musiche originali scritte ed eseguite da Luca Medici.



Checco Zalone torna al cinema dopo aver realizzato con il primo film "Cado dalle nubi" nel 2009 oltre 14.000.000 di euro nel 2011, con "Che bella giornata" oltre 43.000.000 di euro e con "Sole a catinelle" nel 2013 il più alto incasso della storia per un film italiano con oltre 52.000.000 di euro al boxoffice.

GARM WARS: L'ULTIMO DRUIDO - al cinema il 18,19,20 gennaio

NOTORIOUS PICTURES
presenta

GARM WARS: L’ULTIMO DRUIDO
del grande maestro
MAMORU OSHII

 AL CINEMA 18,19,20 GENNAIO

GARM WARS: L’ULTIMO DRUIDO è film che segna il debutto cinematografico in lingua inglese del regista giapponese Mamoru Oshii (Ghost in the Shell, Lamu, Patlabor 2 e The Sky Crawlers). Il film, presentato in anteprima nazionale al Lucca Comics and Games 2015, uscirà nelle sale italiane con un vento speciale il 18, 19 e 20 gennaio distribuito da Notorious Pictures.

Il progetto, su cui il regista lavora da quindici anni, rappresenta un punto di rottura con le sue radici ‘anime’ e si evolve verso una miscela ibrida e dall’impatto visivo impenetrabile, con uno stile che spazia dal live-action alla grafica computerizzata. Oshii recupera alcuni dei temi ricorrenti della sua filmografia, tra cui la ricerca dell'identità individuale, qui in un contesto di guerra e di mistero. Il film, una produzione nippo-canadese che vede protagonisti Summer H. Howell (La maledizione di Chucky), Mélanie St-Pierre (La versione di Barney) e Dawn Ford (Biancaneve).

Le novità Marsilio in libreria da venerdì 8 gennaio




A questo così intenso gioco dell'intelligenza ogni lettore è chiamato a prender parte, trovandosi a tu per tu con Orazio, nella continua ricerca di prospettive nuove, talvolta sorprendenti, sugli uomini e sulle cose


Arruolatosi tra i garibaldini nel 1859, Nievo viene sorpreso dall'armistizio di Villafranca, che prevede la liberazione della Lombardia ma non del Veneto. Per questo scrive e pubblica anonimo il pamphlet Venezia e la libertà d'Italia, accorato tentativo di opporsi a un destino amaro che riapriva la ferita di Campoformio.


Partendo dall'analisi di precisi ambiti geografici, il volume pone l'accento sulla dicotomia tra esigenze diffuse di sviluppo e rispetto del contesto, sugli aspetti psicologici del vivere sottoterra, sull'utopia e la realtà di una architettura che può e deve essere risorsa.


In questo volume sono pubblicati poco meno di 200 vetri, per lo più della Fratelli Toso, una importantissima ditta fondata nel 1854 e attiva fino al 1981, che oltre a lavorare per conto proprio lavorava anche per conto di altre ditte italiane e estere.

Walter Veltroni presenta "DECAMERINO. Novelle dietro le quinte" di GIGI PROIETTI - Rizzoli - Mercoledì 13/1 h 18.30, Feltrinelli via Appia 427, Roma 



Presentazione del libro 

DECAMERINO 
NOVELLE DIETRO LE QUINTE
di 
Gigi Proietti 
(Rizzoli)
Interviene con l'autore
Walter Veltroni 

Mercoledì 13 gennaio ore 18.30 
Libreria Feltrinelli 
Via Appia Nuova 427 - Roma 

Pensieri arruffati, atti unici, sentimenti, odori, abitudini
e altre piccole ossessioni dietro il sipario.


Collana: Saggistica - pp. 176 - Euro 17,50
Data di uscita: 26 novembre 2015

C'era una volta una grande tenda da circo, dove un giorno non si sentirono più i ruggiti dei leoni ma rumori di teatro: quel circo si era trasformato in un teatro tenda. Per lo spettacolo servivano un paio di pantaloni neri, una camicia bianca e una cassa che nel tempo si è riempita di personaggi e di storie e sonetti e novellacce, alcuni approdati sulla scena, altri rimasti nascosti nel camerino. A cominciare dalla grande rappresentazione sacra di Giubileo, passando da Gaetanaccio a Edmund Kean, Gigi Proietti, o meglio il dottor Divago, racconta in questo libro di mondi perduti e di altri vicinissimi a noi.

Sono novellacce dietro le quinte, rubate tra una battuta di scena e l'altra, battibecchi fra le sarte e i giovani attori, ma anche squarci di cronaca come la decisione di quel sindaco che voleva cancellare S.P.Q.R. e sostituirlo con RoMe&You. E tra un racconto e l'altro fanno capolino molti sonetti e poesie, annotati di corsa dietro una scaletta, poco prima di cambiare l'abito e riaggiustare il trucco. Il risultato è un racconto nel racconto di pensieri arruffati, atti unici, odori, abitudini che segnano il ritorno di un grande affabulatore capace di far sorridere e commuovere con le sue cronache ad alto tasso di romanità. E non solo, perché questo diariode-camerino è un'occasione per vedere il lavoro dell'attore da vicino, spiarne la meticolosità maniacale, l'incanto ossessivo che da finzione diviene realtà per ogni spettatore. 

 

GIGI PROIETTI è nato a Roma nel 1940. Appassionato musicista e cantante fin dalla giovinezza, durante l'università si avvicina al teatro sperimentale. Nel 1970 ottiene un enorme successo nel musical Alleluja, brava gente. Da allora, la sua carriera è una serie di successi a teatro (A me gli occhi, please), al cinema (Febbre da cavallo), in televisione (Il Maresciallo Rocca). È anche doppiatore, regista, poeta dialettale. Con Rizzoli ha pubblicato la sua autobiografia Tutto sommato (2013).

NONNO ZOZZONE con Robert De Niro e Zac Efron - Al cinema dal 25 febbraio 2016

I ruoli da lui interpretati sono entrati di diritto nella storia del cinema.
È stato uno spietato  boss mafioso, un pugile scatenato, un tassista notturno e di recente anche un inaspettato stagista.
Ma, stando ai sempre più dilaganti rumors hollywoodiani, la sua ultima interpretazione sarà la più difficile da dimenticare….

Il premio OscarRobert De Niro

sarà un
nonno
ZOZZONE

un film di
Dan Mazer

con
Robert De Niro e Zac Efron

Al cinema dal 25 febbraio

distribuito da
EAGLE PICTURES

Nonno Zozzone è la scorretta ed esilarante commedia diretta da Dan Mazer e interpretata dal Premio Oscar Robert De Niro insieme a Zac Efron che, già prima della sua uscita in sala, ha scatenato una tempesta di incredula curiosità e ha fatto storcere il naso alla critica americana. Nonno e nipote, tanto sregolato e fuori dagli schemi il primo quanto serio e posato il secondo, affronteranno un viaggio sopra le righe e ai limiti della comune decenza, fatto di party sfrenati, alcool, sesso, eccessi di ogni tipo e tante belle ragazze. Entrambi ne usciranno cambiati, ma chi avrà la meglio sull'altro? Distribuito in Italia da Eagle Pictures, approderà nei cinema italiani il 25 febbraio.

I materiali stampa sono disponibili al link:

SINOSSI
Jason (Zac Efron) sta per sposarsi con la figlia del suo capo e diventare così socio nello studio legale del suocero. Quando però il puritano Jason cade nella trappola del nonno Dick (Robert De Niro), che lo costringe ad accompagnarlo a Daytona per le vacanze di primavera, le sue nozze vengono messe seriamente a rischio. Tra feste, risse da bar e una serata epica di karaoke, Dick vuole godersi il viaggio più selvaggio della sua vita sempre al massimo. Alla fine il nonno zozzone e il nipote bacchettone scoprono di poter imparare molto l’uno dall'altro e creare quel legame che non avevano mai avuto prima.

RAI 2. NATALE 2015 - tutta la programmazione per le feste dal 21 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016

IL PALINSESTO NATALIZIO DI RAI 2

Musica, intrattenimento e film in prima visione. Queste le proposte di Rai 2 per il palinsesto natalizio. La musica avrà uno spazio significativo all'interno della programmazione: l'omaggio a Renzo Arbore per i suoi 50 anni di carriera con "Quelli dello swing", lo speciale di "Unici" dedicato ad "Andrea Bocelli" e il tradizionale Concerto di Capodanno da Vienna, diretto quest'anno da Mariss Jansons. La terza edizione di "Boss in incognito", che vedrà l'arrivo alla conduzione di Flavio Insinna.  sarà un'altra delle novità della programmazione natalizia della Rete. Spazio anche, nell'access prime time, alla seconda stagione di "Zio Gianni", interpretato da Paolo Calabresi, scritta dai The Pills. Non mancherà la grande produzione Disney, con alcune prime visioni, tra cui "Il grande e potente Oz", "Planes" e la versione karaoke di "Frozen".

Da lunedì 21 dicembre, alle ore 21, nell'access prime time, arriverà "Zio Gianni 2" con Paolo Calabresi. Gianni si ritroverà, suo malgrado, ancora una volta a casa con Rodolfo, Chiara e Fulvio, alle prese con i folli problemi, che la convivenza con tre coinquilini fuori di testa comporta. Flavio Insinna condurrà, ogni lunedì, a partire dal 21 dicembre, in prima serata, la terza edizione di "Boss in incognito", dove i "boss", a capo di importanti realtà imprenditoriali, camufferanno il proprio aspetto, si creeranno un'identità fittizia e passeranno dall'altra parte della barricata, come lavoratori alle prime armi. Al termine della settimana, il boss convocherà nella sede centrale dell'azienda tutti i lavoratori con cui è entrato in contatto e, dopo aver svelato la sua vera identità, potrà fare una valutazione di pregi e difetti della sua realtà produttive e in alcuni casi  potrà premiare e migliorare le loro condizioni di lavoro.

Martedì 22 dicembre, in prima serata, ci sarà in prima visione il film Disney "Il grande e potente Oz", prequel de "Il Mago di Oz".

Mercoledì 23 dicembre, in prima serata, spazio al film in prima visione "Asterix & Obelix al servizio di sua maestà", che vede protagonisti Édouard Baer e Gérard Depardieu.

Giovedì 24 dicembre (Vigilia di Natale), alle ore 21.15, puntata speciale di "Voyager". La trasmissione, condotta da Roberto Giacobbo, sarà dedicata alle straordinarie bellezze di Parigi. A seguire il classico Disney "Fantasia".

Venerdì 25 dicembre, alle ore 21.15, ancora l'animazione, con il film Disney "Planes", spin-off del celebre "Cars". A seguire "Fantasia 2000", secondo capitolo della celebre opera che coniuga musica sinfonica e animazione.

Sabato 26 dicembre, alle ore 19.00, il classico "A Christmas Carol", ispirato a "Il Canto di Natale" di Charles Dickens e diretto da Roberto Zemeckis.

Lunedì 28 dicembre, alle ore 23.00 omaggio ai 50 anni di carriera di Renzo Arbore con lo speciale "Quelli dello swing", realizzato in occasione della Mostra allestita al Centro di Produzione Culturale La Pelanda – Macro di Roma. A omaggiare l'artista ci saranno formazioni musicali di Swing provenienti da tutta Italia che si esibiranno con lui insieme a gruppi di giovani ballerini appassionati di questo genere musicale.

Martedì 29 dicembre, alle ore 21.15, in prima visione, il film "Il signore dello Zoo". La prima serata di mercoledì 30 dicembre sarà tutta dedicata alla grande animazione Disney, con "Rapunzel – L'intreccio della torre", il cortometraggio "Rapunzel – Le incredibili nozze", "Ribelle – The Brave" e alle 00.45 il classico "Mulan". Giovedì 31 dicembre, per San Silvestro, Rai 2 propone a partire dalle 21.15 i film "Pretty Princess" e "Principe azzurro cercasi".

La musica sarà al centro del nuovo anno: venerdì 1 gennaio, alle 13.30, tornerà il tradizionale "Concerto di Capodanno da Vienna" diretto quest'anno dal Maestro Mariss Jansons. Alle 15.45 il classico "Mary Poppins", mentre in prima serata l'appuntamento di "Unici" dedicato ad Andrea Bocelli, che si racconterà dalla sua casa a Forte dei Marmi. Oltre alla sua famiglia interverranno tra gli altri Zubin Metha, Gianna Nannini, 2Cellos, Mauro Malavasi e Tony Renis.

Martedì 5 gennaio, alle ore 21.15, il film "L'apprendista stregone" con Nicola Cage. Mentre il giorno dell'Epifania, mercoledì 6 gennaio, alle ore 8.40 il documentario "Cervino – La montagna del mondo" di Niccolò Bongiorno e dedicato all'amore di Mike Bongiorno per la nota montagna. A partire dalle ore 14.00 spazio a "Quelli che il calcio" per raccontare la nuova giornata del campionato di serie A, e alle 21.15 il classico Disney "Gli Aristogatti".

Ricca anche l'offerta nel day time. Sulla via di Damasco", la rubrica religiosa condotta da Mons. Giovanni D'Ercole, dedicherà al Santo Natale le puntate in onda il 19 e 26 dicembre e il 2 gennaio. Puntate natalizie anche per "Sereno Variabile" in onda il 26 dicembre e il 2 gennaio. Venerdì 25 dicembre puntata speciale di "Protestantesimo", con il Culto evangelico in eurovisione. Sempre nel day time, dal lunedì al venerdì, a partire dalle ore 11.00, tanti premi  con il gioco della tombola per i piccoli e grandi spettatori a "I Fatti Vostri" condotto da Giancarlo Magalli, Adriana Volpe e Marcello Cirillo. Mentre il pomeriggio, alle 14.00, Caterina Balivo e i suoi tutor offriranno a "Detto Fatto" consigli per il menù di Natale. Puntata di Natale per "Cronache Animali", la trasmissione condotta da Massimiliano Ossini, che venerdì 25 dicembre andrà in onda alle ore 14.00 con uno speciale dedicato agli amici a quattro zampe, oltre a mantenere il consueto appuntamento mattutino dal lunedì al venerdì. Proseguirà il sabato e la domenica il gioco dei comuni di "Mezzogiorno in Famiglia" con Amadeus, Sergio Friscia e Alessia Ventura, e l'oroscopo di Paolo Fox.

Al via la Maratona delle Cattedrali con Rossella Brescia e Mingo - Domenica 20 dicembre


Domenica 20 dicembre 2015 alle ore 09:30

Partirà domenica 20 dicembre alle ore 09:30 da Barletta, con arrivo a Giovinazzo, la seconda edizione de La Maratona delle Cattedrali, organizzata da Puglia Marathon ASD. La Mezza Maratona partirà invece alle 11:00 da Bisceglie, con arrivo sempre a Giovinazzo. Una competizione podistica aperta a tutti, che percorrerà gli edifici della cultura religiosa e artistica, appartenenti al ricco patrimonio storico della regione Puglia, e alla quale, come lo scorso anno,  parteciperanno migliaia di persone da ogni parte d'Italia. Rossella Brescia sarà la madrina dell'evento, il testimonial sarà invece Mingo De Pasquale. Sia Rossella che Mingo saranno presenti al momento dell'arrivo dei podisti e a quello della premiazione.
La Maratona delle Cattedrali sostiene WeWorld, organizzazione no profit che da oltre 15 anni garantisce i diritti dei bambini e delle donne più vulnerabili in Italia e nel Sud del Mondo e che ha lanciato il proprio intervento di prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza contro le donne con il progetto SOStegno Donna. Parte della quota d'iscrizione alla Maratona delle Cattedrali verrà devoluto a favore del progetto, in particolare, dei 3 sportelli di assistenza medica e psicologica, attivati presso i pronto soccorso di Genova, Roma e Trieste. (Per info: www.weworld.it)

Rossella Brescia ha dichiarato: "Da sportiva e da pugliese sono felice e orgogliosa di promuovere un grande evento come la Maratona delle Cattedrali. Per correre in una maratona servono tenacia, preparazione e passione ma anche tanto amore per lo sport  tutte caratteristiche che ho sempre ritrovato nella danza. Per questo sin da subito ho voluto dare il mio contributo a questa bellissima iniziativa.  Per me è un onore tornare a collaborare anche con  WeWorld, è una associazione che conosco  da tempo, conosco il loro lavoro e la loro serietà, penso che ancora oggi ci siano troppe donne in Italia e nel mondo vittime di violenza che devono essere aiutate. WeWorld fa un lavoro meticoloso e attento attraverso gli sportelli di aiuto negli ospedali di Genova, Roma e Trieste ma sono ancora troppo pochi gli ospedali in Italia che praticano un sostegno immediato alle vittime di violenza, ogni città italiana dovrebbe avere un ospedale che possa garantire un sostegno medico di aiuto alle donne vittime di abuso e violenza fisica e pscicologica. Per ciò ben vengano eventi che possano aiutare e sensibilizzare, la maratona è sicuramente uno tra i più importanti".

Già prima maratona del sud Italia per numero di arrivi, La Maratona delle Cattedrali è un evento unico, che nasce dal coinvolgimento di più realtà pugliesi, unite nella condivisione dei valori legati allo sport e alla valorizzazione del territorio. Una maratona slow da correre ma soprattutto da vivere, La Maratona delle Cattedrali è una manifestazione invernale che unisce sport, cultura e turismo. L'evento, che alla sua prima edizione ha contato più di 2.300 partecipanti, presenta un percorso che partirà dalla città di Barletta e si snoderà per i suoi 42,195 km attraverso i centri storici e le Cattedrali romaniche dei comuni di Trani, Bisceglie, Molfetta e Giovinazzo, città di arrivo. Prevista anche la Mezza Maratona e, in ogni città tappa, la Family Run, per un coinvolgimento delle famiglie nella giornata dedicata allo sport e alla condivisione del territorio.

EPIFANIA TUTTA DA RIDERE AL TEATRO A L'AVOGARIA DI VENEZIA: DI SCENA L'IRRESISTIBILE COMICITA' VENEZIANA DI BRICOLA E REGINA


Mercoledí 6 gennaio 2016, ore 18.00, presso lo storico teatro di Venezia

Risate garantite con i personaggi nati dalla creatività e dalle radici veneziane dei due attori  Giorgio Bertan ed Eleonora Fuser

Chiusura delle festività natalizie  all'insegna della comicità e dell'umorismo veneziano. Mercoledí  pomeriggio, 6 gennaio 2016, ore 18.00, da trascorrere in allegria al Teatro a l'Avogaria di Venezia, Dorsoduro 1607, Corte Zappa,   con "Bricola e Regina", due personaggi nati dalla creatività e dalle radici veneziane di due attori, Giorgio Bertan ed Eleonora Fuser.

Dopo circa vent'anni dalla loro invenzione, queste due maschere ci intratterranno ancora con nuove ed esilaranti trovate, intervallate a  momenti di intimità comico-grotteschi, conditi con un linguaggio popolare ormai quasi estinto. Il pubblico, coinvolto dal loro saporito mondo, viene idealmente fatto proseguire lungo l'antica via della Commedia dell'Arte, di cui i due attori sono magistralmente interpreti. In questo spettacolo, i due protagonisti, reduci dall'ospizio di S. Lorenzo a Venezia, seduti sulla panchina di un campiello, tra temi universali e vita quotidiana, dialogano ai margini della società sul difficile mondo della terza età, e sono pronti a ragionarci sopra con chiunque, all'insegna di un grande amore per la vita.La loro storia di coppia, il passato di ricordi, i rimpianti, le delusioni, le paure ,il cinismo, (se stava megio co se stava pezo) si alternano tra litigi, scherzi e tenerezze e,  nella loro pur scomoda vita di strada, esprimono tutto il loro amore per la vita (stemo sempre ramperai).

L'Associazione Teatro a l'Avogaria, nasce nel 1969 dalla passione e dalla tenacia di Giovanni Poli, già fondatore del Teatro Universitario Cà Foscari di Venezia, e dagli esordi si pone come laboratorio di ricerca che coniuga un metodo d'improvvisazione teatrale tra la Commedia dell'Arte e le Teorie dell'Avanguardia. In più di quarant'anni di attività ha prodotto oltre sessanta spettacoli tra cui la "Commedia degli Zanni" rappresentata con successo sui più importanti palcoscenici internazionali. Riconosciuta come uno dei centri di formazione professionale di riferimento nel Triveneto, ogni anno organizza corsi, dedicati ad appassionati e professionisti, su discipline quali recitazione, Commedia dell'Arte, dizione, storia del teatro, canto, tecnica dell'interpretazione.

Il Papa emerito in libreria con le omelie inedite di Pentling


OMELIE DI PENTLING0001
(17/12/15) “Ho pensato che magari poteva essere bello anche per altri, e non solo per gli abitanti di Pentling, per così dire andare a Messa la domenica insieme a me e ascoltare il Signore”. È quanto scrive il Papa emerito Benedetto XVI nella prefazione al libro Le omelie di Pentling, finora inedite e pubblicate adesso in italiano dalla Libreria Editrice Vaticana, in distribuzione dal 18 dicembre. Un piccolo regalo di Natale che il Papa emerito offre non solo ai suoi concittadini di Pentling, ma a tutti noi “nella speranza che possa essere di aiuto anche a molti altri per comprendere e vivere la parola del Vangelo”, annota ancora Benedetto XVI nella prefazione. Un modo semplice per inserirsi nel cammino dell’Anno Santo appena iniziato e lasciarsi interpellare da domande che, veramente, superano lo scorrere del tempo.
“Parliamo di noi: noi cristiani di oggi non siamo forse tutti, almeno qui in Europa centrale, come quei contemporanei di Gesù? – si domandava il cardinale Ratzinger in un’omelia pronunciata nell’agosto 1986 –. Non c’è forse in noi una sicurezza di sé che è insieme indifferenza e scontentezza? Non c’è forse una scontentezza, un malanimo nella fede, una acrimonia nella Chiesa che più nulla hanno a che fare con la vicinanza di Gesù? E non è che ci sentiamo troppo sicuri?”.
“Emerge in questi testi in modo cristallino – scrive in una nota introduttiva il direttore della LEV, don Giuseppe Costa – quello che è uno dei tratti fondamentali dei testi di Ratzinger, una delle chiavi del suo successo come autore (…): la capacità di dischiudere immediatamente ai ‘piccoli’ il significato delle Scritture, la sua capacità di tradurre nei termini del nostro mondo di oggi il loro messaggio”.

Post più popolari