Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

17 settembre 2015

L'altra faccia del Destino prossimamente in preparazione il film di Francesco Spagnolo.

Un impegno nuovo per una voglia di cinema che parla di storie, ahimè, vere, storie che avvengono e le cronache sono piuttosto nutrite di notizie. Una sceneggiatura scritta e diretta da Francesco Spagnolo, calabrese doc, che si cimenta in un opera prima piuttosto cruda. Il thriller, sarà ricco di colpi di scena tanto da aspettare il finale per capire chi sarà il vero colpevole o i colpevoli. Tutto un gioco che parte dall'accanimento dai social. la mancanza del sociale e di quel contatto fatto di parole, e sguardi cammina nell'azione suspense. La preparazione del promo eseguito al Teatro delle Emozioni di Roma è stato realizzato con la collaborazione del produttore esecutivo di Mata Leon, il direttore della Fotografia Roberto Girometti, per la regia di Francesco Spagnolo.  

Angelo Misseri attore  alle prese con il primo ciak
Foto di scena


al trucco
Mata Leon che controlla il trucco e gli effetti

Francesco Spagnolo in un'intervista ci racconta il suo film "L'altra Faccia del destino"


Walter Caporale fondatore e presidente di Animalisti Italiani, ci parla del loro concerto appuntamento annule con oltre 100 volontari a piazza del Popolo di Roma.


Finalmente si siamo, ci racconta, vogliamo che questo appuntamento diventi un Primo Maggio per i diritti degli animali. Si amando loro da 30 anni sono vegetariano, e da circa 10 sono anche vegano, quando sono invitato mangio un po di tutto ma sempre senza carne.  Ho fatto lotte per i diritti degli animali con molti amici sappiamo che dobbiamo lottare molto e cerchiamo di promuovere che  si può vivere rispettando l'ambiente e la natura senza problemi. gli animali hanno molti più diritti di noi proprio perché hanno spazi più limitati dei nostri. Un concerto con molti ospiti è quello che volevamo e speriamo e devo dire che ringrazio tutti gli artisti che vengono e spero che quelli che hanno chiesto il gettone di presenza nei prossimi anni capiscano che questo è un impegno sociale per vivere meglio tutti. 



Massimo Di Cataldo: amo i gatti e le tartarughe e canto per loro in Piazza del Popolo

Senza Gatti non vivrei, sono compagni indipendenti della mia vita e della mia famiglia. i cani forse un po' meno perché dipendono troppo dall'uomo ma non li disdegno. fanno parte del nostro presente. Sabato sera canterò per loro che attraverso gli Animalisti Italiani abbiamo finalmente una giornata per chiedere diritti e difesa. Per me chi gli abbandona è un criminale Anche in Spagna si sta muovendo un movimento che lotta per combattere le corride  le feste di paese con le corse con i tori. 
Vi invito alla Festa, al Grande concerto per un giorno che non sia solo musica ma anche desiderio di partecipare per un mondo migliore tra noi animali umani e animali nostri simili. 


Carolina Rey conduttrice di Rai Gulp dalla cucina allo sport per i giovani presenta il Grande Concerto per Animalisti Italiani anche se resto con la mia sana onnivora alimentazione rispetto e amo il padrone di casa.

Vi aspetto Sabato 19 a Piazza del Popolo per il Concerto che vuole essere un appuntamento annuale per i diritti e difesa degli animali.
 Ecco la nostra intervista con Carolina Rey, giovane e brillante conduttrice di 2 appuntamenti fissi il sabato e la domenica per Rai Gulp. La Carolina è Antonella Clerici  dei giovanissimi e giovani dove si trasforma anche in cuoca  in un giorno e nell'altro dà vita ad un programma sportivo. La nostra intervista scopre anche un poco della sua vita privata e familiare con fratelli gemelli e il cane, che la fa da padrone dentro casa. Simpatica si lascia trascinare e così scopriamo qualcosa in più di lei. Non sono vegetariana ne vegana, mangio molta verdura e frutta, amo la buona cucina e sono per i diritti e la difesa degli animali.. Ognuno di noi può fare la propria parte  per difenderli e tutelarli, poi un giorno chissà.. vegetariana potrei anche diventarlo.  


Inviti a Casa Mia un nuovo libro del S.E. Card. Giovanni Lojolo

Un colloquio quasi confessionali con Card Giovanni Lojolo riusciamo a capire come anche tra gli oggetti di casa diventano in questo caso muse ispiratrici per il libro. In realtà diventano parole di Dio e del Creato. Parliamo di aneddoti della sua vita pastorale del sua sacerdozio. Radici profonde tanto da essere amareggiato quando giovanissimo ad una nonnina non ha saputo rispondere in Piemontese. Il libro poi passa in secondo piano quando cerchiamo notizie curiose su Papa Francesco. Ne esce un quadro più' da Don che da Cardinale. Caro Don Giovanni, mi consenta tale titolo,, i suoi occhi diventano lucidi quando vuole esprimere la sua gioia nel confermare che questo Papa è quello che la Chiesa aveva bisogno. Un Papa che sta portando solo bene e che l'abbinamento o la scelta di chiamarsi Francesco è la continuità nell'era moderna di del Santo Patrono d' Italia. Papa Francesco sta compiendo ciò che Francesco ha lasciato come testimonianza. Conclude che un Papa venuto dalla America Latina, dall'Argentina, ma non dimentichiamo che è anche Piemontese, e io aggiungo del Barbera e del Barolo e Lui con molta precisione dice che la zona d'origine è piuttosto del Grignolino.  E' un Papa che viene  da una realtà molto cattolica dove la Chiesa è una forza e un cuore pulsante di cui la cui la Chiesa di Roma aveva bisogno.   



Conferenza di presentazione del libro "Inviti a Casa Mia" del S.E. Card. Giovanni Lajolo ed. Libreria Editrice Vaticana. Cose di Casa: nulla di più ovvio e scontato. Il Card Lojolo, però partendo da esse invita a seguirlo in escursioni culturali e a scoprire la bellezza di riferimenti letterari e biblici a cui le cose di casa schiudono sorprendentemente la via. Il libro arricchito dalle tavole ed opere di Franco Murer di grande freschezza inventiva ne arricchisce il valore del racconto. Ne rende vita e testimonianza di un lavoro pieno e ricco di umanità. Solo leggendolo si può essere travolti anche se non cattolici e credenti in un racconto dove valori dell'arte e della cultura diventano protagonisti della nostra vita. Ognuno di noi davanti ad un opera del genio umano può dare il proprio senso e valore della vita. Chi non crede può comunque dare un valore a ciò che vede. Chi crede può dare un valore di vita come segno di Dio. Eppure perché e come mai certi artisti ci hanno lasciato opere inestimabili ma di particolare significato non solo artistico dove solo la mano, il cuore e il genio del uomo poteva trasferire la fotografia del tempo. Card. Giovanni Lojolo dal 2007 è Segretario dell' Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica. Il libro acquistabile presso le librerie o direttamente Libreria Editrice Vaticana € 24,00.

 Un momento della presentazione



S.E Card. Giovanni Lojolo firma con dedica la sua ultima opera letteraria.



16 settembre 2015

Jena presenta con un live a Milano il suo nuovo album Bruklin

Jena torna ad accendere la scena del rock italiano con BRUKLIN, il nuovo album in anteprima live giovedì 24 settembre alle 22.00 al Rock’n’Roll Club di Milano, in Via Bruschetti 11. Un concerto dal vivo per presentare nella sua forma più rock e autentica il nuovo disco BRUKLIN, che esce venerdì 25 settembre 2015 in digital dowload su iTunes e su tutte le piattaforme musicali, distribuito da Believe Digital per la label indipendente Musica Cruda. Anticipato dal singolo e video Uomo da corsa che dà un assaggio della presenza scenica del rocker (https://youtu.be/Zgqpncw0IJ8) BRUKLIN rappresenta il ponte di congiunzione tra l’esperienza punk di Jena come leader dei Blak Vomit e il percorso artistico individuale, che esplora atmosfere acustiche e sonorità new wave. Un album che viaggia su un sound calibrato e deciso, che surfa le frequenze morbide della “nuova onda” tra contaminazioni rock e punk. Sono nove le tracce del disco che raccontano lo spirito disincantato, ironico e ribelle di Jena: “Capriccio”, “Polverina”, “Come vorrei”, “Ti telefono”, “Uomo da corsa”, “Dove non c’è”, “Più”, “Mai” e infine, ma non ultima, “Bruklin” che dà il titolo all’album. Jena presenta il suo nuovo lavoro musicale giovedì 24 settembre al Rock’n’Roll Club, la casa milanese del rock (Via Bruschetti 11 – ore 22.00 - ingresso gratuito), con un concerto inedito che ripercorre i momenti importanti e le canzoni più significative, con la line up d’eccezione formata da Marco Soflan Gallazzi  alla chitarra, Alessandro D'Angelo al basso e Lorenzo Risetti alla batteria. “La scelta di far uscire il disco quasi in contemporanea con il concerto si può dire che sia connaturata alla sua dimensione rock – spiega Jena – perché è sul palco che viene fuori l’energia, la sua vera essenza. Il disco stesso è registrato come un live, senza filtri e senza ‘trucchi’ digitali: quando faccio musica (e in generale nella vita) ho bisogno di fare qualcosa in cui sentirmi a mio agio, in cui esprimermi senza compromessi. BRUKLIN è frutto di un lavoro molto intenso in cui ogni elemento e ogni suono hanno un loro preciso significato, che rispecchia il mio stato d’animo e la mia visione della musica… spero che il pubblico potrà apprezzare”.

NOTE BIOGRAFICHE
JENA (aka Gianluca Favero) nasce musicalmente nel 1989 come leader e fondatore dei Blak Vomit, band che domina negli anni Novanta e Duemila la scena punk rock e underground del Nord Italia, sciorinando una musica ruvida, senza compromessi, essenziale e cruda. Il primo demo autoprodotto è del 1992, cui fanno seguito il primo vero disco Nausea da Punk (1993), il secondo album Spruzzuppen (1995), l'EP dal vivo Fantasma Live. Dopo una lunga serie di concerti ed importanti eventi live, Jena e i Blak Vomit entrano nel roster del produttore Franco Godi (già con Articolo 31 e Gemelli DiVersi) incidendo il disco Paradiso dei Dannati. Dopo un fortunato tour aprono  al Monza Rock Festival nel 1999 suonando insieme a Litfiba, Pino Daniele e Aerosmith. Il singolo Paura entra come unico pezzo rock della colonna sonora del film “Senza filtro” (pellicola uscita nelle sale cinematografiche italiane nel 2001). Nel 2002 la band sceglie di tornare verso l’underground realizzando una serie dischi autoprodotti e con un suono lo-fi. Escono: Kalifornia Paranoia (2003), Club 100 (2004), Il pazzo (2005), Bastida Pancarana (2006), La Fortuna degli stronzi (2007) e Karnefixina (2010). Dopo alcuni anni di live in giro per l’Italia Jena decide di tornare negli studi Indiehub di Milano per registrare il suo primo album solista BRUKLIN, in uscita il 25 settembre 2015 per l’etichetta Musica Cruda distribuito da Believe Digital su iTunes e nei principali stores digitali, presentato dal singolo e video Uomo da corsa (https://youtu.be/Zgqpncw0IJ8).

Miss Italia 2015: Antonio Spagnolo, inviato per la webtv di Simona Ventura

A pochi giorno dalla finale, in diretta televisiva domenica 20 settembre in prima serata su La7, il Dott. Antonio Spagnolo, noto chirurgo estetico nel docu-reality “Bella più di prima” in onda sulle reti Mediaset, viene arruolato da Simona Ventura per commentare, online sulla sua web tv (www.simonaventura.tv), le 33 finaliste di Miss Italia 2015. Quale sarà la sua preferita? Quale rappresenta al meglio i canoni della bellezza? Oppure, è l’imperfezione a fare la differenza? Queste sono alcune delle domande a cui il noto ed apprezzato chirurgo estetico, esperto d’immagine, ha dato risposta nel corso del servizio. Gli interventi e giudizi del Dott. Spagnolo, presto nuovamente in onda su La5 (Mediaset) con la terza edizione di “Bella più di prima”, sono online da oggi su www.simonaventura.tv.

I: CS Il Törggelen a Bolzano e dintorni, dal 26 settembre al 26 novembre

    
Benvenuta quinta stagione
Dal 26 settembre (e fino al 26 novembre) torna il Törggelen, la festa d'autunno altoatesina: una tradizione tutta da scoprire nelle tipiche osterie contadine nei dintorni di Bolzano


Bolzano, 17 settembre 2015 - "Osteria della frasca", questa la traduzione letterale del termine Buschenschank: e proprio le Buschenschänke (così al plurale) saranno le protagoniste della stagione autunnale – la quinta stagione – di Bolzano e dintorni (www.bolzanodintorni.info). Una tradizione che affonda le sue radici nel Medioevo: nel tempo del Törggelen – parola che deriva dal latino torquere (torchiare) – quando si erano appena pressate le uve prodotte nelle vigne dei masi, sulla porta ingresso di queste osterie veniva infatti appesa una frasca verde (buschen) che fungeva da segnale di benvenuto al viandante. L'occasione di una visita era così il pretesto per assaggiare insieme il vino nuovo. Il rito si ripropone oggi, nel tempo della vendemmia: il via sabato 26 settembre, con i falò delle castagne, i Keschtnfeuer, tradizionale inizio al Törggelen, e proseguirà fino al giorno successivo a Santa Caterina d'Alessandria (giovedì, 26 novembre), come recita il vecchio adagio "Caterina termina il ballo".

Una festa tutta da vivere nelle Buschenschänke che aderiscono al marchio degli agriturismi altoatesini Gallo Rosso, garanzia di autenticità: sì perché una vera Buschenschank deve essere situata in una zona vitivinicola e, tassativamente, a differenza della Hofschank (osterie contadine) deve produrre e offrire esclusivamente vino proprio (dunque il gestore è anche viticoltore). Ma non solo: accanto al vino (non solo in versione "novello", ma pure declinato in un'offerta diversificata e di altissima qualità) in queste osterie si possono trovare i sapori più tipici della cultura gastronomica contadina del luogo: salamini affumicati (kaminwurzen), Speck, canederli (knödel), zuppa di orzo, ravioli agli spinaci (schlutzer), salsicce fatte in casa, formaggi, torte e altre prelibatezze. Il tutto nella calda atmosfera delle Stuben – i tipici locali di soggiorno delle Buschenschänke – che ben si contrappunta alla frizzante aria autunnale.


Sei sono le Buschenschänke che aderiscono all'iniziativa nella zona di Bolzano e dintorni:

             Ebnicherhof, Soprabolzano/Renon
In posizione soleggiata e panoramica tra antichi castagneti, questa Buschenschank domina la piana di Bolzano. Nella scelta di cantina, da non perdere il Müller Thurgau '14 e il Pinot Nero '13. Durante l'iniziativa, visite guidate al maso e all'allevamento di bovini. Grumeregg 6, Renon/ Oberbozen, tel. 0471 978264
             Föhrner, Bolzano
Antichissimo maso tra i vigneti sopra Bolzano, documentato fin dal 1135. Chardonnay '14 e Pinot '14 dai profumi fruttati spiccano nella produzione vinicola. Assolutamente da provare la degustazione di marmellate nella vecchia cantina. 
Via Glaning 19,  Bolzano, tel. 0471 287181
             Luggin Steffelehof, Caldaro 
Nel luogo di pellegrinaggio dedicato a St. Nikolaus, maso di famiglia dove si possono gustare i piatti della cucina contadina oltre a vini e bevande, tra le quali il mosto d'uva "Sußer". 
Via Heppenheimer 11, S. Nicolò/Caldaro, tel. 0471963608. www.luggin-steffelehof.com
             Oberlegar, Terlano 
Due Stuben e una terrazza soleggiata sono pronte ad accogliere gli ospiti con specialità locali accompagnate da un bicchiere di Pinot bianco '14. Visita guidata alla meravigliosa selva castanile nelle vicinanze. Via Meltina 2, Terlano, tel. 334 3189520
             Planitzer, Montagna 
Circondato dai vigneti, questa Buschenshrank all'ombra di un ippocastano ultracentenario, oltre ai deliziosi piatti della tradizione, propone l'imperdibile Cuvée bianca '14, composta di uve Pinot bianco, Sauvignon e Gewürztraminer. Visite guidate al maso. Glen 25, Montagna, tel. 0471 819407, www.planitzer.it   
             Steidlerhof, Bolzano
Situato sulle dolci colline di S. Maddalena, a pochi minuti dalla città di Bolzano, in splendida posizione panoramica. Santa Maddalena, Schiava, Cabernet, Moscato rosa tra i must di produzione propria.  
Obermagdalena 1, Bolzano, tel. 0471 973196, www.steidlerhof.bz


Muoversi green. Le proposte per chi vuole lasciare a casa l'auto
             In treno, con le Ferrovie Austriache e Tedesche
Con i treni DB-ÖBB EuroCity si raggiunge comodamente Bolzano da Verona a partire da soli 9 € (da Bologna e Venezia SL a partire da 19 €). I bambini fino a 14 anni viaggiano gratis, se accompagnati da un genitore o da un nonno. Per maggiori informazioni: www.megliointreno.it
             Mobilcard Alto Adige
Con Mobilcard, si possono utilizzare tutti i mezzi pubblici del Trasporto Integrato per scoprire l'Alto Adige. Biglietto valido per 7 giorni a 28 €, oppure 3 giorni a 23 €. Mobilcard Junior (sotto i 14 anni) costa la metà, mentre i bambini fino a 6 anni viaggiano gratis. 

15 settembre 2015

Annalisa, dal 18 settembre in radio con Splende, il suo nuovo singolo

Dopo i successi di “Una finestra tra le stelle” (certificato PLATINO per le vendite) e “Vincerò” (ORO per le vendite), “Splende” è il nuovo singolo di Annalisa in radio da venerdì 18 settembre. Annalisa descrive così la canzone che dà il titolo al suo ultimo album:  “Racconta quei momenti in cui capisci che qualcosa non va, ma non prendi alcuna decisione. È una dichiarazione di intenti: non bisogna mai scendere a compromessi, con gli altri e soprattutto con se stessi. C'è un senso di rinascita: ero arrabbiata quando ho scritto questa canzone. Il titolo è stato scelto tempo dopo ed è appropriato, perché scrivendola ho sfogato la mia rabbia e da quel momento ho iniziato a splendere. È la prima nata di questo album: l'inizio del lavoro con un fantastico team di autori. Adoro questo brano fortemente pop-rock, che in alcuni frangenti dà sensazioni dance pur non essendolo”. Tutti questi brani sono contenuti in “Splende (https://itunes.apple.com/it/album/splende/id964143079), il suo ultimo lavoro di inediti  in cui Annalisa mostra le sue capacità di interprete raffinata e di cantautrice dal talento cristallino. Di seguito le ultime date del tour che ha visto Annalisa protagonista per tutta l’estate nelle principali città italiane. INFO BIGLIETTI - www.fepgroup.it18 settembre – Roma – Centro Commerciale Porta di Roma; 19 settembre – Castel Guelfo ( BO) – Largo XXV Aprile; 20 settembre – Rutigliano ( BA) – Piazza XX Settembre

13 settembre 2015

Premio Internazionale Starlight Cinema Award, grande successo al Festival del Cinema di Venezia

Assegnati a Venezia i riconoscimenti del II Premio Internazionale Starlight Cinema Award nato con l'intento di valorizzare i talenti del cinema di tutto il mondo, con particolare attenzione agli attori emergenti. Anche quest’anno il riconoscimento è stato assegnato a grandi personalità del cinema italiano e internazionale durante una cerimonia condotta da Anna Pettinelli Martedi 8 settembre all’Italian Pavilion Salone Tropicana dell’Hotel Excelsior del Lido di Venezia. I premiati della edizione 2015 che si svolge all'interno della 72 Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica sono stati:
Premio alla Carriera: Lina Wertmueller
Premio Internazionale: Paz Vega
Miglior Film: Il racconto dei Racconti di Matteo Garrone
Miglior attrice rivelazione dell’anno: Silvia D’Amico
Miglior attore rivelazione dell’anno: Giovanni Anzaldo
Premio impegno per il Sociale: Myriam Catania
Menzione speciale: Lucana Film Commission ha ritirato il premio il vicedirettore della LFC Nicola Timpone
Miglior produzione rivelazione: Buena Onda di Riccardo Scamarcio ha ritirato il premio il coproduttore di Per Amor vostro Giovanni Cottone
Premio Interculturale: Reynaldo Gianecchini
Il premio, con il patrocinio dei Corrispondenti Diplomatici di Malta, è sostenuto da una Academy tutta al femminile di giornaliste e critiche cinematografiche dei maggiori media italiani. I membri sono: Alessandra De Luca, Titta Fiore, Alessandra Magliaro, Cristiana Paternò, Marta Perego, Angela Prudenzi, Barbara Righini. Durante la serata, che si terrà alla Terrazza Biennale, Lina Wertmueller ha ricevuto l’Onorificenza del Corpo Diplomatico.
Grazie al gemellaggio con il Ventotene Film Festival viene assegnato anche il premio Vento d’Europa, patrocinato dal Parlamento Europeo ad Amos Gitai. Anche quest'anno i premiati sono stati scelti tra le eccellenze del cinema internazionale, testimoni di opere in grado di rappresentare le diverse culture e i differenti modi di raccontare storie e personaggi. Il premio inoltre vuole sottolineare la presenza di volti emergenti del cinema italiano, importante fucina di nuovi talenti. Lo Starlight Cinema Award, che da quest'anno sarà presente anche in altri Festival Italiani, è prodotto dalla Today Production di Francesca Rettondini con il contributo di Kkerly, Hotel Griffe di Roma, HiM, Lux Viaggi e con main sponsor Airlite®, una innovativa tecnologia 100% naturale che consente, dipingendo una parete, di eliminare ogni forma di inquinante presente nell’aria. Ed è grazie a questo suo coinvolgimento che è stata istituita la “menzione” Airlite® che è stata consegnata nel corso della serata a Myriam Catania, doppiatrice, attrice e produttrice nota per la sensibilità verso l’ambiente e il sociale.

Barbara De Rossi chiede ai mass-media di non essere più accostata al nome di un suo ex

Barbara De Rossi chiede ai media di non essere più accostata in nessun modo al nome di suo ex, Anthony Manfredonia. E lo fa attraverso una nota del suo ufficio stampa, Corrado Ferrante: "Dopo aver appreso la notizia uscita ieri sul Mattino di Napoli, relativa all'arresto del Signor Manfredonia desidero che il mio nome e la mia immagine  non vengano piu associate a notizie riguardanti la  persona sopra citata. Sono concretamente stanca e ritengo di cattivo gusto continuare su questa strada , nell'assoluta mancanza di rispetto per la mia famiglia e per il mio presente sentimentale. Il diritto di informazione, certamente richiede chiarezza sui fatti accaduti e soprattutto il rispetto della verita', evitando di ferire ancora una volta persone estranee a quanto accaduto. Mi auguro che queste mie parole, una volta per tutte siano state sufficienti a chiarire la mia posizione nei confronti di una cattiva informazione capace di riesumare dalla mia vita privata situazioni che ritengo definitivamente chiuse".

Post più popolari