Agenzia Stampa Aspapress

Autorizzazione Tribunale di Forlì 6/91 del 8 marzo 1991 - Anno XXX - Registro Nazionale della Stampa 02659 - Registro Operatori Comunicazioni n. 1187 - Direttore Editoriale e responsabile Enzo Fasoli - Casella postale 19152 - 00173 Roma Cinecittà est - Responsabile dati: Carlo Carbone - Capo redattore Cristiano Rocchi. Associazione Periodici Associati: Presidente Enzo Fasoli - Responsabile settore: Angelo Misseri - Redazione Daniela Zappavigna.

11 luglio 2014

Artelibro ci fa riscoprire i tesori del nostro paese

L'undicesima edizione di Artelibro ITALIA: TERRA DI TESORI offre un vero e proprio viaggio attraverso i tesori dell’arte italiana. Un esempio su tutti, il capolavoro La Veduta di Verona con Castelvecchio e il ponte Scaligero da monte dell’Adige di Bernardo Bellotto proveniente dalla collezione di Fondazione Cariverona sarà ospitato in Palazzo Paltroni, sede della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna dal 19 settembre alle ore 19.00, orario di inaugurazione, al 28 settembre 2014. 

La mostra, a cura di Marco Carminati, intende indagare un patrimonio artistico non molto esplorato ma di grande entità e importanza, conservato dalle Banche e dalle Fondazioni di origine bancaria italiane.

Si tratta per Bologna di un’occasione importante per ammirare uno di capolavori del vedutismo italiano del Settecento, La Veduta di Verona con il Castelvecchio e il Ponte Scaligero da monte dell’Adige, realizzato da uno dei suoi massimi esponenti, Bernardo Bellotto. Nipote e allievo del celebre Canaletto, Bernardo Bellotto (Venezia, 1722 – Varsavia, 1780) fu un maestro itinerante in Italia ed in Europa, e realizzò bellissime vedute urbane di Venezia (la città dove era nato), Verona, Milano, Torino, Firenze e Roma. E poi, andando a cercare fortuna all’estero, fissò nelle sue tele memorabili immagini di Dresda, Monaco di Baviera, Vienna e Varsavia, la città in cui morì.

La tela in mostra, una delle sette vedute di Verona dipinte da Bellotto, esalta il fascino medievale del castello e del ponte fortificato sull’Adige, voluti nel Trecento dagli Scaligeri, che il pittore immortala alle prime luci dell’alba. Essa rappresenta una delle immagini più affascinanti di tutta la storia visiva della città veneta, e l’unica conosciuta del maniero ripreso dal monte dell’Adige. Il punto di vista presenta l’ansa del fiume con il pennello che rallenta la corrente in corrispondenza dei mulini galleggianti collegati alle abitazioni dei molinari con lunghe passerelle e le case direttamente affacciate sull’acqua, così come rimasero fino alla costruzione degli argini dopo la piena del 1882. La luce laterale e radente del tardo pomeriggio evidenzia con drammatici contrasti i materiali costruttivi e le forme geometriche del castello, concluso da un torrione con barbacane demolito quando, a seguito della pace di Lunéville (1801), la città venne divisa tra francesi e austriaci. 

Il dipinto è stato registrato nel censimento realizzato da ACRI - Associazione Casse di Risparmio Italiane e pubblicato sul sito raccolte.acri.it con l’obiettivo di una precisa catalogazione delle collezioni d'arte delle Fondazioni di origine bancaria: una testimonianza della loro storia ma anche uno strumento utile per lo sviluppo di sinergie con i soggetti operanti nel territorio.

Nella sede della mostra sarà realizzato un ciclo di tre conversazioni dal titolo “Conversazioni davanti a Bellotto”, tenute da specialisti di storia dell’arte e del collezionismo del Settecento: Paola Marini,direttrice del Museo di Castelvecchio di Verona, illustrerà la storia e le qualità artistiche del capolavoro espoto, Alessandro Morandotti,docente dell’Università di Torino, metterà in luce personaggi e itinerari del vedutismo settecentesco in Europa,e infine il curatore della mostra Marco Carminati, giornalista del Sole 24 Ore, parlerà del mercato dell’arte ai tempi di Bernardo Bellotto.

Programma delle Conversazioni davanti a Bellotto:
Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna - Sala Conferenze 
Sabato 20 settembre, ore 15.00-16.00

Il mercato dell’arte nel Settecento
Interviene Marco Carminati, Il Sole 24 Ore
Domenica 21 settembre 2014, ore 11.00-12.00

Bernardo Bellotto e Verona
Interviene Paola Marini, direttrice del Museo di Castelvecchio di Verona 
Domenica 21 settembre 2014, ore 15.00-16.00

Canaletto, Bellotto e la fortuna del vedutismo in Europa
Interviene Alessandro Morandotti, Università di Torino 


Scheda tecnica 

Capolavori dalle Collezioni bancarie italiane.
“La Veduta di Verona con Castelvecchio e il ponte Scaligero da monte dell’Adige” di Bernardo Bellotto dalla Fondazione Cariverona
Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
Via delle Donzelle 2, Bologna
dal 19 al 28 settembre 2014
inaugurazione 19 settembre ore 19.00 

A cura di Marco Carminati
Promossa da Artelibro in collaborazione con ABI - Associazione Bancaria Italiana e con l’adesione di Fondazione Cariverona 

Orari:
da lunedì a domenica, 10.00-19.00 

Ingresso gratuito 

Per informazioni:
www.artelibro.it

Al via l'Ischia Global Film & Music Fest

Dopo la conferenza stampa di mercoledì che ha visto protagonisti tra gli altri Kerry Kennedy, presidente RFK Centre e chairperson Ischia Social Cinema Forum, Noa, premio Ischia Humanitarian Award 2014, Enrico e Carlo Vanzina, Enrico Lucherini (soci onorari), Tony Renis, presidente onorario Accademia Internazionale Arte Ischia, Pascal Vicedomini, fondatore e produttore Ischia Global Fest, tutto è pronto per la cerimonia d'apertura. 

L’evento in programma dal 12 al 20 luglio 2014 con il sostegno dell'Unione Europea, della Regione Campania e della Direzione Generale Cinema del MIBAC. ed il determinante contributo di BNL-Gruppo BNP Paribas, Meridiana, 3 Italia; e anche di ICE, Maserati, Mediaset (IRIS), BT Hotel Collection (Bulgaria), Project I, Ambi Pictures, M2 Pictures, C.S.C. Alilauro, Medmar, Camera di Commercio di Napoli e altri che hanno aderito al Club Amici di Ischia Global '14.


La manifestazione di quest’anno si avvale anche dell’impegno creativo del produttore Mark Canton (chairman del Festival), Darina Pavlova (presidente onorario) e di un comitato scientifico che coinvolge Paul Haggis, Michael Radford, Andrea Griminelli e Franco Nero.

Il 20 luglio al Fiuggi Family festival la scuola romana di circo

Dalla Scuola Romana di Circo un doppio spettacolo per tutta la famiglia il 20 luglio alle ore 16:00 al Fiuggi Family Festival.
Si esibiranno:
 Chiara Lucisano (Kira)
Il palcoscenico del Teatro Comunale di Fiuggi ospita una performance al tessuto aereo ispirata alla metamorfosi dei lepidotteri.  Elementi di danza, discipline aeree, acrobatica e circo Contemporaneo si fondono in un’attrazione spettacolare.
Chi è?
Kira, Chiara Lucisano, acrobata di terra e di aria, nasce a Roma nel 1983.
Dopo 14 anni di ginnastica artistica a livello agonistico, lascia lo sport per dedicarsi allo studio del teatro.
Nel 2010 si diploma presso la Scuola Romana di Circo. Nel 2011 si trasferisce a Bruxelles per continuare a perfezionare la tecnica sia nella danza contemporanea sia nelle discipline circensi. Dal 2012 lavora come insegnante per la Scuola Romana di Circo e come performer con esibizioni e spettacoli, in teatro e in strada.
 Daniele Antonini
Un vasto repertorio di gags comiche e numeri tecnici sono il pretesto per coinvolgere e giocare con il pubblico. Big Babol  è uno spettacolo strutturato ed improvvisato allo stesso tempo, nel quale il teatro di strada sposa le antichi arti circensi.
Chi è?
Dal 2001 si forma come Clown, attraverso seminari con Leo Bassi, Fabio Corallini (Matisse), Emmanuel Lavallée, Jean Mening, e partecipando ai raduni e alle convention di giocoleria e di arti di strada.
Nel 2001 fonda l’Ass. Cult. Jokers – di e per Artisti di Strada – di cui è presidente. Inoltre fonda e assume la presidenza della Scuola Romana di Circo.
Dal 2006 insegna Clown e Arte di Strada, Teatro-Circo Bambini, Creazione e Messa in Scena, impegnandosi anche nella regia di spettacoli di Circo Contemporaneo.
Come Artista di Strada dal 2000 si esibisce in giro per l’Italia e non solo.

The Space e Indie Pictures premiano il vincitore del concorso Vinci Miami con Parker e The Space

Nella giornata di lunedì 7 luglio presso il Cinema Odeon The Space di Milano alla presenza del Direttore di Sala Andrea Calvani e dei rappresentanti di Indie Pictures, è stato premiato il Sig.Massiliano Picariello, Vincitore del concorso indetto per l’uscita del film “Parker” con Jason Statham e Jennifer Lopez. I nostri migliori complimenti vanno al Vincitore che partirà con la sua famiglia per una fantastica settimana sulle calde spiagge di Miami. Ricordiamo inoltre la possibilità di partecipare al concorso “Vinci Mirabilandia con Instructions Not Included e The Space” fino al 17 luglio, per il quale sono in palio 3 soggiorni di 2 giorni per una famiglia e 100 ingressi a Mirabilandia, il parco divertimenti più grande d’Italia! Sono in programmazione numerosi altri concorsi legati alle uscite cinematografiche, per ulteriori informazioni collegatevi al sito www.indiepictures.it

A Pontremoli dal 14 luglio all’11 agosto l’edizione 2014 di Incontri nel Salotto d’Europa

Personalità del mondo delle istituzioni, del giornalismo e della cultura, dello spettacolo e della musica calcheranno il palcoscenico di Incontri nel Salotto d’Europa 2014.
Giancarlo Caselli, Pippo Baudo, Pupi Avati, Marcello Veneziani, Simone Cristicchi, Stefano Folli e Pierluigi Batista sono alcuni degli ospiti che incontreranno il pubblico, aprendosi al dialogo per un libero scambio di opinioni e punti di vista.
Gli argomenti al centro degli incontri sono i più vari; si parlerà di giustizia e di economia, saranno affrontati temi etici e sociali, come anche si discuterà di sport e di musica, senza tralasciare i racconti di personaggi famosi o momenti di evasione.

Il calendario prevede ben quattordici appuntamenti:
·      lunedì 14 luglio - ore 21.00 – Pippo Baudo
·      giovedì 17 luglio - ore 18.00 - Rosanna Cancellieri
·      lunedì 21 luglio - ore 21.00 – Alessandro Cecchi Paone
·      mercoledì 23 luglio - ore 21.00 – Annalisa Aglioti e Stefano Manca di Colorado
·      venerdì 25 luglio – ore 21.00 - Marcello Veneziani
·      domenica 27 luglio – ore 21.00 - Oliviero Beha
·      lunedì 28 luglio – ore 21.00 - Francesco Baccini
·      martedì 29 luglio – ore 21.00 - Gene Gnocchi
·      venerdì 1 agosto – ore 21.00 Pierluigi Battista
·      domenica 3 agosto – ore 21.00 - Alberto Fortis
·      lunedì 4 agosto – ore 21.00 - Marco Buticchi
·      venerdì 8 agosto – ore 21.00 - Pupi Avati
·      sabato 9 agosto – ore 21.00 - Simone Cristicchi
·      domenica 10 agosto – ore 21.00 - Giancarlo Caselli, Antonio Ingroia e Michele Cucuzza
   ·      lunedì 11 agosto – ore 21.00 - Stefano Folli

A breve saranno svelati i nomi delle personalità a cui verranno assegnati i Tao Awards

TAORMINA – Un nuovo parterre di vip sta per sbarcare a Taormina per ricevere i “Tao Awards”, i premi internazionali assegnati in occasione della rassegna di moda, arte e cultura “TaoModa”, in programma nella mondana cittadina medievale dal 13 al 19 luglio, organizzata dall’Associazione Talenti & Dintorni nell’ambito delle iniziative di “Taormina Arte”.
I nomi dei personaggi illustri che riceveranno il prestigioso riconoscimento verranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si svolgerà domani, venerdì 11 luglio, alle 11.00, al Grand Hotel Timeo. Dopo l’annuncio del premio assegnato proprio a Taormina Arte, e dopo aver anticipato il conferimento del “Tao Awards Networking” al presidente della Camera Italiana Buyer Moda Beppe Angiolini, Agata Patrizia Saccone – direttore artistico e ideatore della rassegna, patrocinata dalla Camera Nazionale della Moda Italiana – rivelerà le personalità, scelte dalla commissione del Premio composta da giornalisti ed esperti di settore,  distinte nel mondo della moda, del giornalismo, dello spettacolo, della cultura, dell’imprenditoria, della scienza e della televisione che riceveranno i TAO AWARDS.Interverranno in conferenza, tra gli altri, il sindaco di Taormina Eligio Giardina, il segretario generale di Taormina Arte Ninni Panzera, il presidente del “Distretto Turistico della Regione Siciliana Antichi mestieri, sapori e tradizioni popolari di Sicilia” Michelangelo Lo Monaco, il vicepresidente di Confindustria Catania Antonello Biriaco e un rappresentante istituzionale della Regione Siciliana.
Modera la giornalista RAI Antonella Gurrieri.
I Tao Awards verranno consegnati corso della serata di gala di sabato 19 luglio al Teatro Antico di Taormina, che chiuderà il calendario degli appuntamenti moda.

La rassegna TaoModa potrà essere seguita in tempo reale attraverso il sito web www.taorminamoda.it, nonché attraverso i canali social Facebook, Instagram e Twitter. In contemporanea con l’inizio delle manifestazioni sarà inoltre attivata l’app gratuita interattiva “Taomoda” per smartphone e tablet.

Festival dei Castelli Romani: il 19 luglio 2° tappa a Nemi

Si svolgerà il 19 luglio in Piazza Umberto I a Nemi (alle ore 21) la  seconda tappa del Festival dei Castelli Romani, il concorso nazionale riservato agli inediti di qualità firmato dalla Guaranà Eventi di Francesca Cedroni.
Il Festival dei Castelli Romani è una gara musicale tra interpreti, cantautori, band e cantanti, selezionati da una giuria tecnica che nasce con l’intento di ripercorrere le orme del Festival di Velletri, una kermesse che negli anni ’50 vantava la partecipazione degli artisti più famosi dell’epoca.

Sul palco, presentati da Emanuele Andreani e Livio Salvatelli del programma Crossover, si daranno battaglia cinque artisti per aggiudicarsi un posto per la semi-finale del 5 settembre a Castel Gandolfo: Delia On, Squee, Roberto D, Matteo Valentino e Velka. Special guest della serata Lo Spinoso

Intanto il Festival dei Castelli ha già decretato il suo primo vincitore. I Pop Corn, con il brano Il mio nome è l’Italia, infatti, hanno vinto il Web Contest FCR. Il gruppo verrà premiato e invitato a suonare il 6 settembre al Pala Cesaroni di Genzano durante la finalissima.

Domenica 13 luglio la rassegna "Naviglio Pavese -Fiero del Libro- Distretto del Jazz"

Prenderà il via domenica 13 luglio la rassegna culturale “Naviglio Pavese-FIERO del LIBRO- Distretto del Jazz” proposta dalla Nuova Associazione Naviglio Pavese nella zona Naviglio Pavese di Milano (tratto Darsena - Ponte della Conchetta, dalle ore 10.00 alle ore 21.00). Tra gli ospiti Pietro Montalbetti dei Dik Dik, Giordano Casiraghi e Roberto Brivio.

La giornata, dedicata alla rassegna “Naviglio Pavese-FIERO del LIBRO- Distretto del Jazz”, è costituita da una serie di eventi letterari che mirano a ridare vita ad un luogo storico per Milano come il Naviglio Pavese, già ricco di reperti artistico-monumentali e ulteriormente  valorizzato dalle iniziative culturali. Sono previsti dalle ore 18.00 cinque Meeting Point per incontrare gli autori e far autografare le copie dei libri presentati: al CUBAMILANO (Via Ascanio Sforza 47) con Mingoia, Poloni e Bagini; al MOVIDA (Via Ascanio Sforza 45) con Ferrari, Gallone, Besola, Beltramini, Gallo; al TICINELLO (Via Ascanio Sforza 53) con Fassina, Scotto e Traversa; alle SCIMMIE  (Via Ascanio Sforza 49) con Casiraghi, Montalbetti, Brivio, Pezzella e al BQ De chì e de là (Alzaia Naviglio Pavese 10) con Brivio (eccezionalmente alle ore 13.00), Mazzoli e La Rosa.

A tutto ciò si uniscono gli spettacoli musicali del “Distretto del jazz” con le band Bolla Trio e Monteforte Trio che suoneranno lungo le sponde del Naviglio Pavese in due turni (dalle 12.00 alle 13,30 e dalle 18.30 alle 20.00) e l’accoglienza dei numerosi locali della zona. La rassegna vanta inoltre la sponsorizzazione etica delle bancarelle dell’Associazione Nazionale Volontarie Telefono Rosa – Onlus che, in collaborazione con “Progetto Demetra” del Ministero della Giustizia, organizza degli stand lungo il Naviglio Pavese in cui, grazie ad una offerta libera, sarà possibile acquistare delle piantine dai detenuti in espiazione di pena che desiderano impegnare parte del loro tempo in un'azione di "restituzione sociale". Il ricavato verrà impegnato nella lotta contro il fenomeno della violenza sulle donne.

Il programma di domenica 13 luglio:
.  Ore 11.00 al PRINCE (Via Ascanio Sforza 37)
Adele MARINI presenta "A Milano si muore così"  (F.lli Frilli editori)
Cristina PACINOTTI presenta “Luogo Comune”
Roberto BRIVIO presenta i suoi ultimi due libri "El gran liber di parolasc" e "Attenti al Gufo" (Meravigli)
Francesco MAZZOLI presenta "La moneta di Satana" riduzione a fumetti del Thriller di Cosimo MASSARO (Edizioni Sì)
Vincenzo PEZZELLA presenta "Botticino Sera. Vita possibile di Giovanni Paolo Maggini" (Edizioni Archivio Dedalus)
Luca FASSINA presenta con Pino SCOTTO "Vanadium" (Crac Edizioni)
Andrea FERRARI, Francesco GALLONE e Riccardo BESOLA presentano "Operazione Madonnina" (F.lli Frilli editori)
Massimiliano MINGOIA presenta "Alter Bridge, La fortezza del Rock" (Chinaski Edizionial)
Giordano CASIRAGHI presenta "Che musica a Milano" (Zona)
Federico TRAVERSA presenta "Le ultime conversazioni con Don Gallo" (Chinaski Edizioni)
Alessandro GALLO presenta "Non diamoci pace" (Caracò Edizioni)
Biagio BAGINI presenta “Prendere una lepre (Lavieri)
Davide LA ROSA presenta "Paco Lanciano e il fagiano crononauta" (NPE)
Micol BELTRAMINI e ND edizioni presentano "Psycho Pop"

.  Ore 11.30 al BQ De chì e de là (Alzaia Naviglio Pavese 10)
.  Ore 12.00 alla ex- FORNACE  (Alzaia Naviglio Pavese 16)
.  Ore 16.30 al MAYA  (Via Ascanio Sforza 41)
.  Ore 16.30 al PARADICE (Via Ascanio Sforza 25)
.  Ore 17.00 al SAGRESTIA (Via Ascanio Sforza angolo Conchetta)
.  Ore 17.30 allo SLICE (Via Ascanio Sforza 3)
.  Ore 17.30 GINGER (Via Ascanio Sforza 21)
.  Ore 18.00 alla ex- FORNACE  (Alzaia Naviglio Pavese 16)
.  Ore 18.30 PANBRIACO&SAPORI DI ROMAGNA  (Via Ascanio Sforza 3)
.  Ore 19.00 al GINGER (Via Ascanio Sforza 21)
.  Ore 19.00 alle SCIMMIE  (Via Ascanio Sforza 49)
.  Ore 19.30 all' EGO (Alzaia Naviglio Pavese 2)
.  Ore 20.30 alle SCIMMIE  (Via Ascanio Sforza 49)
.  Ore 21.30 alle SCIMMIE  (Via Ascanio Sforza 49)
Alan POLONI presenta "Dio se la caverà" (Neo Edizioni)

“Naviglio Pavese-FIERO del LIBRO- Distretto del Jazz è presentato da Nuova Associazione Naviglio Pavese, NdA, I libri fuori dai libri e Associazione Culturale Interno4 che mirano a sviluppare anche la vocazione diurna del Naviglio Pavese con un intenso programma di iniziative culturali che si sono svolte e si effettueranno anche nell'arco diurno dei week end chiusi al traffico sia sull'Alzaia che sull'Ascanio Sforza.


La Nuova Associazione Naviglio Pavese è sostenuta dai locali: BURGER WAVE, BENCH, FISH ME, EGO, FUN&COOL, GINGER, KAPUZINER, SAPORI di ROMAGNA, PANBRIACO, LENTO BATTELLO, MAYA, BQ De chì e de là, MOVIDA,  PARADICE, PRINCE, SAGRESTIA, SCIMMIE, SLICE, SOLO PIZZA, TICINELLO.

domani al Ravello Festival due grandi del jazz Chick Corea & Stanley Clarke in concerto con lo spettacolo "The Songs of Return to Forever"

Domani protagonista il grande jazz internazionale al Ravello Festival, con l’atteso concerto di CHICK COREA & STANLEY CLARK DUET, reunion d’eccellenza che presenterà per l’occasione il nuovo spettacolo “The songs of return to forever”. (Belvedere di Villa Rufolo – chiusura cancelli ore 21.25)

Il pianista-compositore di origini italiane Chick Corea è uno tra più prolifici della seconda metà del ventesimo secolo, nonché uno dei mostri sacri della storia del jazz di oggi. Ha toccato un numero incredibile di generi musicali mantenendo uno standard di eccellenza davvero sorprendente senza mai perdere la voglia di riprendere il filo di percorsi intrapresi in passato. Così, a più di 40 anni dalla nascita del gruppo Return to Forever, Corea ha deciso assieme al grande amico e collega, il bassista Stanley Clarke, già parte del progetto (con Airto Moreira, Flora Purim e, poi, Al Di Meola), di tentare nuove strade a partire dalle esperienze di allora:

“L’idea di questo duetto con Stanley è nata molti anni fa. Generalmente, quando suoniamo con la band abbiamo un momento in cui suoniamo piano e basso insieme e c’è sempre questa magnifica connessione, quasi telepatica… è sempre stato così, fin da quando ci siamo incontrati nel 1971. Per questo abbiamo deciso di tornare a suonare insieme, sia per il nostro divertimento che per quello dei fan, suonando una musica che abbiamo reso popolare. È semplicemente divertente suonare così…ci sono tanti luoghi da esplorare, il piano e il basso sono come un grande spazio aperto”.

Anche quest’anno il Ravello Festival 2014 (dal 21 giugno al 20 settembre) si conferma tra le rassegne di punta del panorama italiano, capace come ogni anno di richiamare appassionati da tutto il mondo nel cuore della Costiera Amalfitana, con oltre sessanta appuntamenti tra musica, teatro, danza, arti visive, letteratura e tanto altro.
I biglietti per gli eventi del Ravello Festival sono disponibili in prevendita (www.ravellofestival.com - 089 858422; www.bookingshow.it). Il boxoffice del Ravello Festival di Piazza Duomo a Ravello è aperto tutti i giorni dalle 10.30 alle 14.30 e dalle 15.30 alle 19.30 (ad eccezione del lunedì dalle 15.30 alle 19.30). Nei giorni degli spettacoli, invece, gli sportelli saranno aperti fino all’orario di inizio dell’ultima rappresentazione. L’organizzazione ricorda che l'orario indicato coincide con quello di chiusura dei cancelli. Oltre tale limite, in nessun caso sarà consentito l'ingresso al pubblico, se non durante l'intervallo dello spettacolo (laddove previsto).

Questi gli eventi che tra giugno e luglio vedranno alternarsi sul Belvedere di Villa Rufolo le grandi voci di Chrysta Bell (23 luglio) e Mayra Andrade (29 luglio); grandi star del mondo del jazz Burt Bacharach (16 luglio), Regina Carter (17 luglio), Alexandre Desplat con il Traffic Quintet (31 luglio); appuntamenti sinfonici di prestigio con la London Symphony Orchestra (18 luglio - diretta, per l’unica volta nel 2014, da Daniel Harding) e l’Orchestra Filarmonica di Qingdao dalla Cina (25 luglio); la magia del teatro con Michele Placido e Luis Bacalov in “Con el respiro del Tango” (20 luglio).

L’elegante Belvedere di Villa Rufolo farà da cornice esclusiva alla manifestazione, punto di riferimento privilegiato del Ravello Festival, che si avvarrà anche dell’affascinante Sala dei Cavalieri, nei giardini della Villa amati da Wagner, per gli spettacoli più raccolti e i concerti cameristici, dell’Auditorium Oscar Niemeyer, per poche occasioni di spicco oltre che eccezionalmente delle strade e delle piazze di Ravello.

A questo link il video che presenta le location del Festival http://vimeo.com/88980339

Dal 10 al 14 settembre il "Peperoncino Festival"

L’appuntamento è dal 10 al 14 settembre a Diamante (Cz) con la 22° edizione del celebre PEPERONCINO FESTIVAL per un sapiente mix di gastronomia e cultura. Nelle cinque giornate dedicate a Sua Maestà il Peperoncino infatti ci sarà spazio anche per convegni, tavole rotonde, mostre, cinema, satira, cabaret, spettacoli di strada, musica e folclore.

Il PEPERONCINO FESTIVAL  quest’anno è stato premiato a Bologna con il “Festival of Festivals Award 2014” come “migliore pacchetto turistico”. «Un riconoscimento - dice la motivazione - a una manifestazione che ha saputo integrare la propria offerta culturale mettendo in opera azioni volte alla valorizzazione delle risorse del territorio, alla conquista e fidelizzazione di pubblico proveniente da diverse aree geografiche».

Nella giornata inaugurale del 10 Settembre le ventidue candeline della torta saranno spente da Nino Frassica e Gianni Pellegrino che, come sempre, farà gli onori di casa.


"Il Mercato e l'Industria del Cinema in Italia", presentazione al MiBACT del Rapporto 2013

E' stato presentato mercoledì mattina, 9 luglio  presso il Salone del Consiglio Nazionale del MiBACT (via del Collegio Romano 27, Roma), la sesta edizione del Rapporto 2013. Il Mercato e l’Industria del Cinema in Italia, la pubblicazione edita dalla Fondazione Ente dello Spettacolo (FEdS) in partnership con la Direzione Generale Cinema del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT). Un’analisi statistica (a breve interamente consultabile e scaricabile gratuitamente in formato pdf sul sito www.cineconomy.it, dove sono già presenti tutte le precedenti edizioni del Rapporto, in italiano e in inglese) che fotografa il mondo delle 6.204 aziende del settore. Ecco alcuni dati essenziali del Report: Un’annata eccezionale. La quota degli incassi registrati dalle pellicole italiane ritorna al 30% del totale, risalendo rispetto alla violenta flessione del 2012 che l’aveva vista fermarsi al 25%. Il 2013 è stato un anno storico per il cinema italiano per almeno due ragioni: il film di Paolo Sorrentino La grande bellezza ha vinto l’Oscar come miglior film straniero; Sole a catinelle di Checco Zalone ha fatto registrare il record assoluto di tutti i tempi in termini di incassi e presenze al cinema per un’opera italiana (8 milioni di spettatori nei primi tre mesi e un incasso totale di 51,83 milioni di euro).• Distribuzione in crescita. In aumento dal 2010 il numero dei titoli distribuiti. In particolare, nel circuito Cinetel, tra il 2012 e il 2013 si è passati da 833 a 979 pellicole (+13,7%). Il boom dei debutti. È questo il fronte caldo della competizione internazionale, ma l’Italia risponde bene. Nel 2013 le prime opere uscite nel circuito Cinetel hanno toccato quota 453, rispetto alle 364 del 2012 con un incremento del 24,79%. Addio Cinema Paradiso. Prosegue la crisi dei monosala. Nel 2006 erano 713. Nel 2013 sono passati a 530. In merito agli incassi, dal 2006 al 2013, i monosala hanno perso il 39,4%. Il crollo degli investimenti. Nonostante la spinta in avanti dell’attività produttiva, in un solo anno (tra il 2012 e il 2013) gli investimenti sono calati da 493,1 a 357,6 milioni di euro. Quanto costa fare un film. Il costo medio di un film in Italia si aggira intorno ai 2,1 milioni di euro. La spesa media scende a 1,69 milioni per le pellicole al 100% nazionali. Il Fus in calo.
Il sostegno finanziario (diretto e indiretto) del Fondo Unico per lo Spettacolo destinato al cinema cala ancora a 91 milioni di euro(erano 99,7 milioni nel 2012 e 137,7 milioni nel 2007). A corredo del Rapporto 2013 alcuni dei protagonisti del mondo del cinema hanno firmato una serie di Focus (media Salles, Microcinema, Nexo Digital,Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) e Testimonianze(Associazione Produttori Televisivi - apt, Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale, cfs Legal, Fondazione Cinema per Roma | Festival Internazionale del Film di Roma, Istituto Luce-Cinecittà,Officina della Comunicazione, Rai Cinema, Schermi di Qualità). 
Presente anche una sezione dedicata alle Film Commission in cui sono presenti i contributi di Italian Film Commissions, Apulia Film Commission,Lucana Film Commission, Roma Lazio Film Commission. «Il settore cinematografico – dichiara il Presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo Ivan Maffeis – è un settore chiave dal punto di vista economico, perché da solo produce una ricchezza annuale pari a 4,4 miliardi di euro. Dati importanti, che confermano la centralità dell’industria dell’audiovisivo nel tessuto produttivo italiano». «Anche per questo – prosegue Maffeis – dobbiamo promuovere strategie e progetti condivisi che sostengano il mondo del cinema e lo aiutino ad attraversare questa stagione di crisi. I primi segnali

incoraggianti sono evidenti. È necessario a questo punto che ognuno faccia la propria parte per tutelare questo avamposto strategico del patrimonio culturale italiano».
Dello stesso avviso è il Direttore Generale per il Cinema, Nicola Borrelli, che ricorda come «la Conferenza Nazionale del Cinema, cui il Rapporto 2013dedica ampio spazio, è stata promossa dal Ministero proprio nel segno di un forte coinvolgimento di tutti gli operatori del settore per raccogliere proposte e contribuire a definire le linee di intervento idonee ad affrontare le nuove sfide del contesto digitale». Un obiettivo che il Direttore Generale reputa «prioritario per il semestre di presidenza italiana dell’Unione Europea, cui la cinematografia italiana, stando ai dati del Rapporto, si presenta con numeri confortanti e successi di livello internazionale. Risultati importanti, tanto più perché ottenuti nonostante le difficoltà attuali di reperimento delle risorse».

Don Davide Milani entra nel CdA della Fondazione Ente dello Spettacolo

All’indomani della presentazione del Rapporto. Il mercato e l’industria del cinema in Italia al MiBACT – che ha fotografato il cambiamento che stanno vivendo le sale cinematografiche – la Fondazione Ente dello Spettacolo si arricchisce di una preziosa collaborazione. Don Davide Milani, responsabile dell’Ufficio per le comunicazioni sociali della Chiesa di Milano, giovedì 10 luglio è stato nominato membro del CdA. «Intendiamo valorizzare l’esperienza e la competenza di don Milani per stringere un rapporto più fecondo con il territorio, in particolare per un’attività formativa dell’animatore della comunicazione e della cultura, a servizio delle Sale della Comunità», spiega don Ivan Maffeis, Presidente della Fondazione. «In un tempo che vede la debolezza delle tradizionali agenzie educative – aggiunge – proprio la Sala della Comunità può contribuire a quell’alleanza tra i diversi soggetti che l’impresa educativa richiede, aiutando le famiglie a interagire con i media in modo costruttivo e i giovani a vivere la bellezza di relazioni umane diretta». Don Milani ha accolto con disponibilità tale coinvolgimento: «Chiedendomi questa collaborazione la Fondazione Ente dello Spettacolo mi domanda di ascoltare e accompagnare le esperienze e i bisogni delle diocesi e delle Chiese locali. Inoltre la richiesta fattami è di seguire la Commissione Nazionale Valutazione Film nel suo insostituibile servizio, finalizzato all’analisi approfondita delle opere, affinché sia gli operatori del settore sia gli spettatori possano disporre di questo strumento di qualità per favorire un accostamento critico e intelligente ai film».

Filippo Graziani: da oggi in radio il nuovo singolo “Cervello”

Da oggi, venerdì 11 luglio, è in rotazione radiofonica “CERVELLO”, il secondo singolo estratto da “LE COSE BELLE”, l’ultimo disco di FILIPPO GRAZIANI. L’album è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming.  
Il video del singolo, che porta in scena un tipico ballo di fine anno americano e che vede la partecipazione straordinaria di Andrea Diprè, è online sul suo canale ufficiale Youtube http://youtu.be/kj2b9s1Z7Nc.
«È il viaggio attraverso la psiche di una persona che non vede oltre se stessa, tra l'egoismo e l'incapacità di provare sentimenti veri e sinceri – racconta Filippo Graziani – È l’espressione dell'autoriferimento, dell'egocentrismo totale che alcune persone provano».

Dopo la partecipazione al 64° Festival di Sanremo con il brano “Le cose belle” (vincitore del Premio Lunezia come miglior testo nella categoria Nuove Proposte), FILIPPO GRAZIANI è attualmente in tour nelle più importanti città italiane. Accompagnato dalla sua band (Marco Battistini al basso e synth, Massimo Marches alla chitarra, Tommy Graziani alla batteria e Mattia Dallara al synth), Filippo porta dal vivo l’album “LE COSE BELLE(Officine Pan Idler/Warner Music) in un concerto dai toni rock, riproponendo anche alcuni dei maggiori successi di suo padre Ivan Graziani.

Queste le prossime date confermate de “Le cose belle Tour: il 19 luglio a Gatteo (RN), il 25 luglio al Varigotti festival di Finale Ligure (SV), l’1 agosto all’Umbria Rock di Massa Martana (PG), il 2 agosto a Sant’Elpidio A Mare (AP - Località Bivio Cascinare), il 3 agosto a Aquilano (TE), il 15 agosto a Torrebruna (CH).


Filippo, figlio del noto cantautore Ivan Graziani, è nato e cresciuto a Rimini, in un ambiente pieno di musica, suoni, canzoni e artisti. A 18 anni mette mano alla chitarra e percepisce subito la sua grande affinità con questo strumento. Con il fratello Tommy, già navigato batterista, inizia così a fare serate dal vivo nei club e locali di tutta Italia per poi arrivare ad aprire concerti e a dividere il palco con artisti come Renato Zero, Vibrazioni, Morgan, Negramaro, Niccolò Fabi, Max Gazzè, e altri. Nel 2008 forma il gruppo Stoner-rock Carnera con il quale, grazie all'uscita dell'EP “First round”, apre l'unica data italiana di Zakk Wilde, storico chitarrista di Ozzy Osbourne dei Black Sabbath. Segue un periodo in cui si trasferisce a New York dove suona nei club del Lower East Side, e contemporaneamente scrive canzoni in italiano contaminate dal sapore folk elettronico del nord degli Stati Uniti. Di nuovo in Italia, Filippo decide di tornare alle radici e iniziare l’avventura di “Viaggi e intemperie”, omaggio alla produzione musicale del padre Ivan. Preso a battesimo dal compianto Pepi Morgia, che ne cura la regia, nel novembre 2009 inizia un tour che riscuote un grande successo di pubblico, seguito dall’album “Filippo canta Ivan Graziani live”, che nel 2011 lo porta tra i 5 finalisti per la targa Tenco come miglior interprete. Il tour è tutt'ora attivo e tocca i teatri e le piazze d'Italia, con grande riscontro di pubblico e critica. Filippo Graziani ha curato la direzione artistica e ha partecipato con la cover “E sei così bella” al disco “Tributo a Ivan Graziani” (Sony Music), una raccolta di 14 brani interpretati da artisti del panorama musicale indipendente e non che si confrontano con il repertorio di Ivan in cover del tutto personali e rivisitate. Nel 2014 partecipa al 64° Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte con il brano “Le cose belle”.

Il mondo del web si dà appuntamento a Rimini dal 12 al 14 settembre per BlogFest, la kermesse più attesa dal popolo della rete


La kermesse più attesa dagli internauti torna a Rimini dal 12 al 14 settembre
 per l’appuntamento da non perdere con i volti e le penne più note della blogosfera.
Tre giorni di incontri, dibattiti e workshop

Blogfest, giunta alla nona edizione, é la manifestazione che ogni anno mette in campo eventi di grande interesse ai quali partecipano i più noti personaggi della blogosfera e del giornalismo, (http://www.blogfest.it). Il primo e unico punto d’incontro che unisce in un solo luogo, per tre giorni, tutto ciò che gravita attorno alle community e agli utenti che si muovono, dialogano, creano e condividono utilizzando il web per diletto o per lavoro, torna nel cuore di Marina Centro, dal 12 al 14 settembre 2014.

Nell’edizione 2013 si sono dati appuntamento a Rimini personaggi del calibro di Daria Bignardi, dello chef pluristellato Massimo Bottura, Stefano Ciotti, Andrea Vianello (giornalista, direttore Rai 3), Michele Lupi (direttore della rivista Rolling Stone), Mario Calabresi, direttore e Massimo Gramellini, vice-direttore della Stampa di Torino, solo per citarne alcuni.

Anche quest’anno si attendono i grandi nomi del mondo del web e dell’informazione e Blogfest non deluderà il suo pubblico. I macro temi scelti per l’edizione 2014 sono: Economy, Fashion, Food, Kids, Media. Inoltre per la prima volta si discute sull’importanza della rete nel mondo della Moda, dove i blogger del fashion sono voci sempre più importanti per la brand reputation delle griffes.

Il dibattito sarà tra le penne più note della blogosfera, del giornalismo e dei social network tra workshop, dirette streaming e ovviamente l’attesissima premiazione dei MIA - Macchianera
Italian Awards - i premi più ambiti e temuti della rete italiana che nel 2013 che ha visto trionfare Papa Francesco come miglior personaggio dell’anno e che quest’anno aprono le porte a Youtuber e Fashion Blogger. Le candidature al MIA sono aperte e ospitate dal sito Quarantadue.it.
Gli utenti potranno seguire in tempo reale le segnalazioni e la selezione della rosa dei 10 candidati finali per categoria.

Marina Centro a Rimini ospiterà una serie di BarCamp aperti a tutti i cui contenuti saranno proposti dai partecipanti stessi dove chiunque può “salire in cattedra” oltre a incontri di approfondimento, di presentazione e discussione.

Genio italiano: la burocrazia spreme soldi anche dai rimborsi dei volontari

Il Presidente CNSAS Pier Giorgio Baldracco:

Quando impegnati a salvare vite umane, la legge 18 febbraio 1992, n. 162, riconosce ai tecnici del Soccorso alpino e speleologico del CNSAS che siano lavoratori autonomi il diritto a un rimborso per non perdere la giornata di lavoro. Il rimborso è tassato alla fonte con una ritenuta del 20%, a cui si aggiungevano 2,00 euro a titolo di imposta di bollo. I volontari lavoratori dipendenti hanno diritto di astenersi dal lavoro mantenendo intatto lo stipendio. Sin qui tutto bene.

In questi giorni abbiamo appreso che alcuni Uffici territoriali del Ministero del lavoro e delle politiche sociali hanno interpellato l'Agenzia delle entrate (Interpello 954-83/2014 presentata il 17 febbraio 2014) per sapere se debba essere applicata l’imposta di bollo e in quale misura. Il 13 giugno scorso l'Agenzia della Entrate (Direzione Centrale normativa, Settore imposte indirette, Ufficio registro e altri tributi indiretti) ha risposto che sulle “istanze, petizioni, ricorsi e relative memorie dirette agli uffici e agli organi (…) dell’amministrazione dello Stato (…) tendenti ad ottenere l’emanazione di un provvedimento amministrativo o il rilascio di certificati, estratti, copie e simili” vanno apposte due marche da bollo da 16 euro – per un totale di 32 pari al 44% del rimborso. Questa pesante tassa grava su ciascuna richiesta presentata all'Ufficio del lavoro e della Massima Occupazione per ottenere il rimborso.

Per quanto appaia sempre incredibile il genius loci che ispira una parte di burocrazia cieca e capace di dialogare solo con se stessa è purtroppo ancora una volta riuscito a confermare la separazione tra il paese reale, che si sente parte attiva di questo Stato, e una parte dell'apparato burocratico del nostro Paese. Non si tratta di sdegno contro la burocrazia in quanto tale, ma solo nei confronti di quella che non vuole o non riesce a dialogare con i cittadini e ad essi si rende ostile.

In questi anni di crisi economica essere volontari è ogni giorno più difficile, e solo un grande spirito di solidarietà e di coscienza civica aiuta a restare saldi e a continuare nell'opera, pur nel timore di ripercussioni negative sul lavoro che in questa situazione economica è ogni giorno a rischio. Non si può chiedere a un soccorritore di pagare una tassa su una richiesta di rimborso per un'attività svolta a favore della cittadinanza.

Il CNSAS, che con oltre 8000 interventi l'anno assicura ogni giorno in tutta Italia il soccorso in montagna, sia alla popolazione che ai turisti, dice no all'interpretazione della norma dell'Agenzia dell'entrate che - lo ribadiamo - spreme soldi dai volontari tassando un'indennità che solo in parte compensa un mancato reddito.

Chiediamo pertanto che si ponga immediatamente rimedio a questa stortura che sbeffeggia e lede la nostra dignità di soccorritori, di cittadini e di contribuenti. Ci auguriamo che gli oltre 7000 tecnici del CNSAS, tra cui tanti montanari lavoratori autonomi e artigiani, di fronte a una richiesta di soccorso e con davanti un intervento che potrebbe durare anche diversi giorni non siano costretti a pensare per un solo momento di dover scegliere tra mancato reddito per la propria famiglia e il salvataggio di una vita umana.

BANKITALIA: Adiconsum: non bastano gli 80 euro per non rivolgersi a usurai. Basterebbero 2 euro/anno per creare Fondo solidarietà di 76 milioni

Pietro Giordano, Adiconsum:
Non bastano gli 80 euro per non rivolgersi agli usurai.
Per ridimensionare il ricorso all’usura,
si creino fondi sussidiari rotativi di solidarietà
per le famiglie in stato di bisogno, gestiti dalla Consap,
con un 1 euro/anno versato da chi chiede il prestito
e 1 dalla finanziaria/banca



Il raddoppio dei casi di usura rilevati dalla Banca d’Italia – dichiara Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum non ci sorprende. Esso rappresenta solo uno dei tanti effetti negativi del perdurare di una crisi, che da un lato ha aumentato la povertà di coloro che già lo erano e dall’altro ha ridotto in povertà quelle famiglie che appartenevano alla fascia medio-bassa.

Gli 80 euro varati quale misura anticrisi non possono essere l’unico provvedimento adottato dal Governo per la ripresa dei consumi – continua Giordano – A questo devono accompagnarsi detassazione e defiscalizzazione, ma anche Fondi sussidiari paritetici per i consumatori in stato di bisogno per perdita del posto di lavoro, morte del capofamiglia occupato, cassa integrazione e mobilità, ecc..

Basterebbe 1 euro all’anno a carico di chi chiede un prestito per il credito al consumo e 1 euro a carico della finanziaria che lo eroga. In questo modo si realizzerebbe un Fondo di 16 milioni/anno. Stesso sistema deve essere adottato dalle banche che con i loro 30 milioni di conti correnti darebbero vita ad un Fondo di 60 milioni di euro. Si costituirebbe così un Fondo di ben 76 milioni di euro che potrebbe gestire la Consap, insieme con le Associazioni Consumatori e le banche/finanziarie.

Tali Fondi devono rispondere ad un sistema rotativo di solidarietà – continua Giordano – nel senso che la restituzione di quanto prestato deve avvenire a rate senza la maturazione di alcun interesse. A questi Fondi potrebbero attingere anche le banche invece di vendere i crediti inesigibili. In questo modo si eviterebbe la messa all’asta della casa o il fallimento dell’artigiano, ridimensionando in maniera efficace il ricorso all’usura.

Per chi si trovasse in difficoltà ricordiamo che è possibile rivolgersi al Fondo prevenzione usura gestito da Adiconsum, per conto del Ministero dell’Economia:


Tel. 06 4417023 – Fax 06 44170230
Orari: lunedì e venerdì dalle ore 10 alle 13; mercoledì dalle 15 alle 17

Post più popolari